venerdì 1 luglio 2011

L'amla sui capelli - Prodotti Khadì


Tutto è partito da una serie di video di Valentina (SignorinaRottermeier) dedicati all'uso dell'amla sui capelli.


Ho cominciato subito a cercare questa polvere in ogni sito, ma aimè in Italia non era un prodotto conosciuto... Avevo quasi abbandonato le speranze e mi accingevo a spendere quasi 10 euro di spese di spedizione di un sito tedesco che vendeva amla, quando come per magia i prodotti khadì sono comparsi come funghi un pò su tutti i siti di cosmesi ecobio.



Il primo negozio (che io abbia visto per lo meno) a mettere in vetrina la polvere di amla è stato cosmeticiecobio e così via di ordine (ricordo la spedizione gratuità sopra i 59 euro).
Ma cos'è l'amla?
L'amla è un frutto e precisamente è l'uva spina indiana.



E' un condizionatore naturale dei capelli che dona lucentezza alla chioma; si usa anche come shampo, nel senso che pulisce il cuoio capelluto ma senza la'iuto di tensioattivi. Con un uso regolare si dice impedisca la perdita dei capelli e l'incanutimento precoce e rinforzi le radici.
E' ricca di vitamina C e per questo aiuterebbe a rallentare il processo di invecchiamento e dovrebbe essere utile anche come impacco sul viso per purificare la pelle e aiutare a ridurre le imperfezioni.
Non so se tutto questo sia vero. Di primo impatto devo dire che non ho mai messo sui capelli nulla che avesse un odore così tanto sgradevole, ma nemmeno un effetto tanto bello. Io ne sono entusiasta. I capelli sono davvero lucidissimi.



Non l'ho mai usata nè sul viso, nè per lavare i capelli con altre terre lavanti e senza tensioattivi (ho intenzione di provare al più presto) ma solo come impacco preshampo.



Sia chiaro che non sto gridando al miracolo eh ;-) però sicuramente l'amla ha un effetto benefico sui capelli.



Per sapere di cosa sto parlando e di come prepararla all'uso vi rimando ai video di Valentina e di Carlitadolce (che ha fatto anche dei tutorial)



Ora veniamo agli inci:



olio amla --> Helianthus Annuus (olio di girasole), Emblica Officinalis (Amla), Eclipta Alba (Bringaraj), monniera Bacopa (Brahmi), Cyperus rotundus (Nagarmootha), racemosa Symplocos (Lodhra), Ocimum sanctum (Tulsi), Azadirachta indica (Neem), Sesamum indicum (sesamo), Cinnamomum camphora (Canfora), Lawsonia inermis (hennè), Prunus Amygdalus Dulcis (Olio di Mandorle), Tocoferolo (vitamina E)




polvere di amla --> Emblica Officinalis

4 commenti:

  1. Post molto interessante, è una vita che voglio provare l'amla sui capelli! Io sul viso l'ho usata, perché era contenuta in un'efficacissima maschera Akamuti (che ho recensito), ma sui capelli ce ne vorrebbero una quantità di gran lunga maggiore... mi metto subito alla ricerca di questi prodotti!

    RispondiElimina
  2. Sono contenta che il post ti sia stato utile. Mi raccomando, prima di comprare tieni conto che l'amla (specialmente l'olio) non ha proprio un buon odore...

    Marina

    RispondiElimina
  3. http://beautyopinioni.blogspot.it/ questo è il mio blog. se ti và di leggere le mie opinioni su alcuni prodotti della khadì

    RispondiElimina
  4. Marina grazie mille per questo tuo post, mi è stato davvero utilissimo. Ho i capelli un pò sfibrati e opachi e volevo provare l'amla, ma che macello trovare una buona recensione! Nuova follower ovviamente. Se ti va di seguire il mio blog http://missvanitosa88.blogspot.it

    RispondiElimina