giovedì 27 settembre 2012

essence - pure skin - antispot moisturizer

Sullo scaffale nuovo dell'OVS vicino a casa, hanno messo un sacco di  prodotti per il viso e tutta la linea dei profumi. Evviva! Sono stata lì un po' ad annusare le fragranze dai tester e ce n'era solo una che mi piaceva, poi la mia attenzione è stata attratta dalle creme per il viso.
Quando ho visto questa cremina della linea anti-imperfezioni, considerato il prezzo di 2,50 euro (per 75 ml) ho deciso di provarla. Soffro spesso di rossori e fin ora, oltre ad un buon correttore verde, non avevo mai provato nulla di 'specifico'. Certo cominciare da questa forse non è stata una buonissima idea:  l'inci è quello che è, cioè certamente non verde, senza pretese. 
La crema è abbastanza fresca, ha un buon profumo ed è piuttosto leggera, non unge ma - devo dire - nemmeno idrata. Si assorbe subitissimo. Credo abbia qualche proprietà opacizzante (io di mio a meno che proprio non ci siano 35 gradi ed allora inizio a sudare, difficilmente mi lucido).
Che sia molto leggera si può desumere anche dall'inci avendo acqua e glicerina ai primi due posti. Ha anche l'alcohol e devo dire che si sente (a lungo andare, secondo me, o veramente si ha la pelle superoleosa o tende a seccare). L'amamelide dovrebbe servire contro le imperfezioni come astringente, purificante. Poi abbiamo un bel silicone (volete mettere la spalmabilità?) e alla fine abbiamo anche qualche bell'attivo (allantoina e bisabololo). 
Ad efficacia non vi so dire: i miei rossori in questoperido si sono fortunatamente attenuati.
Secondo me le spignattatrici esperte possono tranquillamente confezionarsi in casa una cremina migliore di questa, bypassando tutte le schifezzuole, mettendo degli mulsionanti verdi, evitando i solventi (che poi quale attivo dovrebbe penetrare così a fondo in questa crema?) e i siliconi. 
Adatto a chi vuole spendere poco, per chi ha la pelle grassa e vuole levarsi uno sfizio. Ecco l'inci e di seguito le indicazioni di cosnova:

aqua, glycerin, dicaprylyl carbonate, caprilic/capric triglyceride, cetearyl alcohol, propylene glycol, alcohol, glyceryl stearate, pentaerythrytyl distearate, hamamelis virginiana water, hamemelis virginiana (witch hazel) bark/leaf/twig extraxt, dimethicone, sodium stearoyl glutamatemontmorillonite, xanthan gum, zinc pca, sodium polyacrylate, glycyrhetinic acid, allantoin, bisabolol, citric acid, sodium chloride, sodium sulfate, titanium dioxide, phenoxyethanolmethylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben, parfum, linalool, CI 15985, CI 28440, CI 47005, CI 61570.

disavventure cosmetiche 2.0

Due disavventure cosmetiche in poco tempo? Ebbene si,sono la regina del 2.0 :-D 
Mi scuso per il post che potrebbe risultare prolisso, e vi premetto di non preoccuparvi: queste cose possono succedere solo a me!
Dunque lo stesso giorno che effettuo l'ordine da Neve, decido da fare un altro acquisto, oltretutto ben più corposo del precedente (insomnma, lascio a voi fare due conti...). Mi interessavano un po' di prodotti viso da provare per l'autunno ormai incombente e volevo fare un regalo a mia sorella (che usa ancora prodotti schifezza nonostante cerchi di convincerla a passare all'ecobio). 
Devo dire che dopo questa esperienza è quasi riuscita lei a farmi riconvertire al silicone da supermercato O_o'
Il pacco mi viene recapitato il giorno successivo, e vi giuro ero felicissima, perchè oltre alle creme, ho preso prodotti prodotti per capelli che volevo provare da un sacco di tempo e la palette duochrome di Neve Cosmetics. 
Apro e dal mare di carta che mi si presenta davanti prendo man mano i prodotti, imballati con cura devo dire, e li scarto. C'è in omaggio una bustina di Neve con quattro campioncini di creme varie.
La palette è meravigliosa e integra (ho letto che molte ragazze hanno avuto problemi con alchimista per via della consistenza un po' strana della cialda, ma di questo ne parlerò diffusamente più avanti quando vi mostrerò gli swatches).
Tiro fuori i prodottini per capelli, e man mano tutti i prodotti per il viso che ho comprato.
Prima sorpresa dopo aver agguantato la crema destinata a mia sorella, vedo che il tappo è rotto U.U 
La apro e vedo che, oltre ad avere un color giallino/nocciola poco rassicurante, è piena zeppa di bolle O_o''
Concentrandomi su questo prodotto scrivo immediatamente all'assistenza del negozio, documentando quanto sostengo con fotografie e chiedendo delucidazioni in merito.
Mi dicono che effettivamente il tappo rotto è stato un errore - vabeh, può capitare - e che il colore e la consistenza della crema è perfettamente normale, tutte quelle in negozio sono così O_o' (ma le hanno aperte tutte, devo dedurre?! O___________O)
E' tutto dovuto alla naturalità del prodotto e all'assenza di conservanti chimici (che in realtà ci sono, ci devono essere nei prodotti cosmetici! Ma sanno cosa vendono?!)
Ora, non è che ci sia bisogno di avere una laurea in chimica o di essere esperti in cosmetologia per capire che spalmarsi una crema con le bolle non è mai una buona idea.
Io, capita l'antifona, scrivo direttamente al produttore della crema per chiedere se la cosa fosse normale.
Vabeh, messa da parte la crema, finisco di scartare il restante contenuto del pacco e lascio lì.
La mattina successiva credo, pensando che la cosa fosse finita e aspettando una risposta dal produttore della crema, decido che è arrivato il momento di utilizzare almeno gli altri prodotti.
Inizio con quelli per capelli e ok, tutto a posto.
Inizio con  lo scartare il mio tonico nuovo di zecca, ancora nella plastica originale, lo apro e puah O_____O un odore pungente mi sorprende per la sua violenza. Chiaramente io in faccia non metto una cosa del genere, che puzza di andato a male. Allora prendo un batuffolo di cotone e constato che è pure color caramello bruciato.
A questo punto, se prima ero leggermente scocciata per via della crema, inizio ad essere sull'incavolato andante.
Per mero scrupolo, a questo punto, apro tutti gli altri prodotti per il viso (due gel, uno doveva essere un altro regalo per mia sorella, non sarà bello regalare prodotti aperti, ma è decisamente più sgradevole aprire un regalo andato a male).
Quello che mi paventa davanti agli occhi è pazzesco, non riesco a crederci ma tutti i prodotti viso che ho comprato sono deteriorati, TUTTI!
Dall'incavolato andante passo all'incredulo, e dall'incredulo passo ad una incazzatura coi fiocchi. 
Bypasso il negozio perchè se davanti all'evidenza della crema hanno avuto l'ardire che fosse tutto normale, e riscrivo al produttore, corredando sempre il tutto con le fotografie.
Il produttore mi dice che quei prodotti non piacciono neppure a lui e si offre di mandarmene indietro altri in omaggio. Chiaramente io ringrazio ed accetto.
Dopodiche scrivo al negozio facendo un resoconto dell'accaduto e chiaramente corredando la mail di fotografie.
Questi, dopo una prima reazione collaborativa, prendono tempo, alludono che avessi potuto mentire e che quindi attendono una risposta da parte del produttore che 'certifichi' che i prodotti sono inutilizzabili per poterseli riprendere indietro, la mia parola evidentemente non basta.
Infine lo sentono e - sentite bene perchè è pazzesco - considerato che mi verranno rispediti indietro gratuitamente direttamente da loro, sono contenti che la situazione si sia risolta, saluti e arrivederci. 
Neanche uno straccio di scuse!
Se la situazione si è risolta non è certo per merito loro o per un loro intervento.
No, ma dico, io il rapporto contrattuale l'ho concluso con il negozio, non con il produttore delle creme! 
Se non ci ho perso dei soldi (oltretutto taaaaaanti soldi) è stato solo perchè 1) sono stata caparbia nel non fidarmi delle loro parole ed ho scritto direttamente alla fonte dei prodotti; 2) perchè il produttore è stato veramente gentile e disponibile, un angelo, nell'offrirsi di rispedirmi indietro il tutto, SENZA ESSERE TENUTO  a farlo, perchè io non ho comprato direttamente da lui, ma da un negozio rivendtore.
Risultato? Il negozio si è tolto dalle scatole prodotti avariati a costo zero, il produttore mi ha mandato dei prodotti omaggio ed io mi ritrovo con dei prodotti andati a male da smaltire.
Guardate, grazie al cielo non ci ho perso dei soldi e non mi va che si pensi che voglia lucrare su questa vicenda, ma certamente questi difficilmente mi vedranno più. Era il mio primo ordine, oltretutto bello sostanzioso e se questa è la loro assistenza clienti, non invidio i poveretti che compreranno da loro.
Non vi nascondo che questa esperienza mi ha smorzato l'entusiasmo per i prodotti che non posso vedere prima di acquistare e per gli shop on line.

Vabeh, disavventura 2.0 archiviata, a presto con gli swatches della duochrome. Un bacio a tutte :-)

Victor Philippe - Idrapelle

Vi parlo di questi bagnoschiuma di Victor Philippe, presi al Naturasì.
Come sempre cerchiamo di provare prodotti nuovi, a meno che il precedente non ci sia piaciuto particolarmente. Quando lo sguardo si è posato su questi di Victor Philippe il merito è stato per l'aroma di cocco di cui il mio ragazzo va matto.
Così il bagno doccia al latte di cocco è stato il primo che abbiamo provato, in seguito abbiamo comprato anche l'altro all'olio di jojoba e melograno.
Sono bagnoschiuma piuttosto liquidi nella confezione, io li ho utilizzati mettendone un pochino su una spugna, altrimenti il prodotto tende a scivolare via.
Si genera una schiuma soffice e delicata che lava bene, ma senza aggredire, facile da risciacquare via. Lenitivo ed idratante, lascia la pelle pulita, profumata e veramente morbida, quasi non sento il bisogno di spalmare la crema idratante dopo la doccia.
A me sono piaciuti molto, in particolare quello al melograno, le profumazioni sono molto buone, delicate e non invasive. 
Dentro le confezioni c'erano dei campioni omaggio dei burri corpo della stessa linea (che cosa carina!) ma questi devo ancora provarli.
Costano sui 7 euro ciascuno
Victor Philippe - Idrapelle - Bagno doccia latte di cocco  
INCI:
AQUA (solvente), LAURAMIDOPROPYL BETAINE (antistatico / tensioattivo), SODIUM OLIVAMPHOACETATE (antistatico / tensioattivo), SODIUM LAUROYL SARCOSINATE (antistatico / tensioattivo / viscosizzante), GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente), ALOE BARBADENSIS GEL (emolliente), BENZYL ALCOHOL (Allergene del profumo / conservante / solvente), SODIUM BENZOATE (preservante), POTASSIUM SORBATE (conservante), COCOS NUCIFERA FRUIT EXTRACT (emolliente / condizionante capelli / condizionante cutaneo), LACTIC ACID (agente tampone / umettante), PARFUM, COUMARIN (Allergene del profumo) 

Victor Philippe - Idrapelle - Bagno doccia olio di jojoba e melagrana
INCI:
AQUA (solvente), LAURAMIDOPROPYL BETAINE (antistatico / tensioattivo), SODIUM OLIVAMPHOACETATE (antistatico / tensioattivo), SODIUM LAUROYL SARCOSINATE (antistatico / tensioattivo / viscosizzante), GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente), ALOE BARBADENSIS GEL (emolliente), BENZYL ALCOHOL (Allergene del profumo / conservante / solvente), SODIUM BENZOATE (preservante), POTASSIUM SORBATE (conservante), PUNICA GRANATUM (POMEGRANATE) EXTRACT (vegetale), SIMMONDSIA CHINENSIS OIL (emolliente), LACTIC ACID (agente tampone / umettante), PARFUM, ALPHA ISOMETHYL IONONE (Allergene del profumo), BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL (Allergene del profumo), HEXYL CINNAMAL (Allergene del profumo), HYDROXYCITRONELLAL (Allergene del profumo), LINALOOL (Allergene del profumo)

mercoledì 26 settembre 2012

Disavventure cosmetiche.


Ciao ragazze,
approfittando della promozione per il compleanno di Neve Cosmetics, ho deciso di prendere qualche cosa.
Beh, forse dire 'qualche cosa' è un pochino riduttivo: ho preso la Chiarissimi, la Scurissimi, la Elegantissimi e il loro kabuki classico.
Ho ordinato all'inizio della settimana scorsa e il pacco è arrivato con il corriere venerdì.
Contenta per l'arrivo, quando l'ho scartato, devo ammetere che non stavo più nella pelle: sembravo Alice nel paese delle meraviglie. Era tutto imballato con cura, ho tirato tutto fuori ed ho cominciato a scartare: prima la loro bustina classica trasparente con dentro un sample di english rose che avevo chiesto io (adorabile), cartoline varie ed una scatolina supplementare per il kabuki, poi il kabuki appunto (morbidissimo, sembra velluto). A questo punto ho cominciato ad aprire le palette, prima la chiarissimi, poi la scurissimi. Arrivata alla elengantissimi mi prende un colpo quando vedo che la cialda del nero si è rotta! Si è sbriciolata e ha sporcato tutte le altre cialde. Che disdetta.
Fotografo il tutto e scrivo subito al servizio clienti di Neve, ma so che è venerdì e dovrò attendere una risposta non prima di lunedì.
Invece mi rispondono di sabato con una mail precisa, concisa, efficace. In due parole si scusano dell'accaduto e RISOLVONO il problema. Mi dicono che mi rispediranno una nuova palette a loro spese, mi danno semplici istruzioni come ri-impacchettare la palette rotta, e scrivere sul pacco l'indirizzo e consegnarlo al corriere che porterà la palette nuova.
Lunedì il pacco viene spedito, martedì arriva. Il corriere prende in consegna il mio pacco. Tutto risolto. Per scusarsi mi mandano anche un ombretto in full size. Devo ancora decidere se mandarmi fondente insieme alle elegantissimi sia una scelta geniale o bizzarra :-P 
Laciatemi dire che leggo spesso polemiche su Neve Cosmetics, per la sua politica commerciale, perchè fa offerte che non sono mai vere offerte, perchè manda prodotti gratis alle youtubers, per le spese di spedizione etc...
Io avevo qualche loro ombretto e la duocrome, ma mai avevo comprato direttamente da loro. D'ora in poi però, se mai dovrò comprare prodotti Neve li acquisterò direttamente dalla casa madre a costo delle spese, non mi importa: io, come cliente, mi sono sentita TUTELATA e GARANTITA, non hanno accampato scuse, non hanno preso tempo, non hanno preteso che mandassi prove strane, non mi hanno accusato di mentire: hanno visto le fotografie che ho scattato e mi hanno rimandato indietro la palette, mandandomi peraltro un ombretto non dovuto.
Questa si chiama serietà.
Capita a tutti, prima o poi, un problema: ma lo spessore dell'azienda si vede da questo, da come lo risolvono. Senza sbattimenti a carico del cliente.
A presto con gli swatches (ne ho da fare circa un migliaio con quel che ho preso!) e con altre recensioni.

sabato 22 settembre 2012

Ehm.. Sorpresa :-)




Ho ceduto anche io, ma i colori di questa palette mi incuriosivano troppo :-)
Sono molto contenta, anche se, come vi dicevo nel post precedente, in questo momento sono parecchio scornata.
Ho fatto due ordini da due negozi diversi in questo periodo ma non mi va di parlarne nel dettaglio perchè devo ancora risolvere dei problemi. 
Nella sfortuna, la cosa positiva è che i gestori di uno di questi store sembrano veramente persone gentili e disponibili, che cercano di adoperarsi per risolvere i problemi. Purtroppo però per ora mi tocca attendere.
L'altro negozio, invece, ha fama di essere molto serio, io è la prima volta che faccio un ordine direttamente da loro, ma sfortuna su sfortuna, il mio pacco è arrivato il venerdì, l'ho rititato nel pomeriggio e riscontrato il problema ho scritto subito, ma chiaramente devo aspettare lunedì per vedere se la cosa si risolve.
Tornando alla palette, devo dire che è veramente particolare, non avrei mai pensato di comprarne una simile... dato che, ormai avrete notato se leggete questo blog, io sono più per colori nude.
Non so cos'è scattato ma boh, mi ha conquistata :-) I colori sono veramente belli, ve li swatcherò di sicuro anche se è veramente difficile rendere per macchina fotografica i riflessi. 
Vi aggiorno settimana prossima sull'esito dei miei ordini, sperando in buone notizie :-)

venerdì 21 settembre 2012

Uffffffffffff

Dio ragazze quanto sono scornata! Ero contentissima per aver fatto due ordini di cui vi parlerò prossimamente. Avrei tanto volto farvi vedere il tutto, ma purtroppo su entrambi gli ordini ho avuto dei problemi coi prodotti. In questo periodo non me ne va dritta una, anche su una cosa stupida come ricevere un pacco. Ma che barba!

lunedì 17 settembre 2012

Preziosi EcoBio Haul

Vi faccio vedere i miei piccoli acquisti.
Ho fatto un ordine da Preziosi EcoBio. E' qualche mese che conosco questo negozio on line. Mi ha incuriosito un po' perchè il sito è proprio carino :-D e di facile consultazione, un po' perchè, pur non avendo un vastissimo assortimento, per i prodotti che stavo cercando ha prezzi veramente onesti.
Per di più le spese di spedizione sono di soli 4,50 euro e per importi superiori a 25 euro sono completamente gratuite. Gli store on line che hanno un limite così basso per le spese gratuite si contano sulle dita di una mano. Devo dire che questa cosa ha pesato veramente tanto nella scelta di comprare da loro: perchè gli altri negozi devono obbligarmi a comprare più del necessario, a riempire il carrello anche con cose che realmente non mi servono o comunque non mi servono in quel momento? Lo so che è lo scotto di comprare on line, ma una politica commerciale onesta, anche da questo punto di vista si può fare e questo negozio lo dimostra. 
Quando poi ho visto la presentazione del negozio su youtube fatta da Arianna (la titolare) non ho avuto più dubbi ed ho ordinato :-) 
Io ho completato l'ordine giovedì notte tramite paypal e già venerdì mattina il pacco è partito. In una mail ho ricevuto le istruzioni per verificare la tracciabilità del pacchetto e stamattina è arrivato.
Negozio veramente consigliatissimo. Oltretutto non ha solo cosmetici, ma anche prodotti per le bestiole di casa e per la casa.
Ma andiamo a vedere cosa ho preso.




- Shampo all'arnica e lavanda per capelli secchi di Tea Natura
 E' la prima volta che provo uno shampo di Tea Natura, l'inci è bello come il sole e le recensioni sono tutte superpositive, proviamo!
- Balsamo ammorbidente lino ed aloe di Tea Natura
Avevo preso il balsamo nella vecchia formulazione con salvia e madarino mi pare, e mi era piaciuto tantissimo, speriamo che questo sia altrettanto buono :-)
- Correttore minerale nella tonalità Blondie di Lily Lolo in full size. I rossori sul mio viso credo si siano un pochino attenuati (dopo l'estate però ho un sacco di lentiggini) e il correttore minerale verde blush away non è più necessario se non in piccoli punti, così ho preso questo perchè comunque ho bisogno di uniformare un pochino il colorito e la grana della pelle del viso.
- sapone vegetale canapa e pezzetti di canapa levigante di Verdesativa
- sapone vegetale canapa e uva rossa per pelli secche di Verdesativa.
E' tanto che volevo provare i saponi di verdesativa.
Per tutto questo ho speso circa 26 euro.
Arianna ha inserito nel pacchetto, oltre ad una piccola trousse in cotone, anche questo campioncini:
Ci sono samples di creme per il viso di verdesativa, voi le avete mai provate?

giovedì 13 settembre 2012

I provenzali bio - Shampoo all'olio di sapote.

Eccovi recensito l'ultimo prodotto della linea all'olio di sapote dei Provenzali bio.
Come sapete ho molto apprezzato questa linea, in particolare la maschera (che per alcune di voi è un incubo unto) e l'olio (il mio amore per gli impacchi oleosi sui capelli ormai è risaputo :-D e poi questo è pure profumatissimo :-P). Anche il balsamo mi ha soddisfatta tenendo a bada il crespo.
L'unico prodotto no è proprio lo shampo:

Inizio col dirvi che in principio l'ho adorato: in quel periodo stavo usando lo shampo ristrutturante verdesativa che essendo molto delicato non toglieva assolutamente gli impacchi preshampoo (specialmente quelli oleosi).
Quando ho provato questo prodotto, ho visto che alla prima passata i capelli erano belli, puliti, profumati. Fantastico ho pensato, il prodotto per me.
Questa bella sensazione è durata per un po', poi è arrivata l'estate, il caldo ed ho smesso di fare impacchi così tanto ricchi sui capelli. Allo stesso tempo però, avevo comunque la necessità di lavarli spessissimo perchè tra il caldo, il sudore, le ore passate sotto il sole, tra i mezzi pubblici, sbalzi di temperatura etc... la sera arrivavo a casa conciata da buttare via.
Lavandoli con questo shampo, senza impacco prima e senza maschera all'olio di sapote dopo, mi sono accorta che il prodotto è troppo aggressivo. Mi ha seccato terribilmente i capelli. 
Il perchè l'ho capito solo dopo leggendo il forum di Lola: i tensioattivi sono effettivamente aggressivi. 
Mi sono ritrovata con capelli bruttissimi, crespi e opachi facendo oltretutto una sola passata: se avessi seguito i consigli dell'etichetta non oso immaginare in quale stato verserebbero i miei capelli O_o'
E' un po' la storia del cane che si morde la coda: faccio l'impacco oleoso perchè ho i capelli secchi e mi serva qualcosa che li nutra, ma poi lavo via il tutto con un detergente aggressivo ed alla fine mi ritrovo la chioma più secca di prima, vanificando l'effetto della maschera. 
Ora uso questo shampo (che sta per finire) sono ogni tanto e molto diluito. Peccato perchè per il resto sembra un prodotto discreto: profumo che lo mangerei :-P, consistenza 'gellosa' che fa tanta schiuma, piacevole da utilizzare.
Ecco l'inci:
AQUA (solvente), AMMONIUM LAURYL SULFATE (tensioattivo), MAGNESIUM LAURYL SULFATE (Tensioattivo), COCAMIDOPROPYL BETAINE (tensioattivo), MALVA SYLVESTRIS LEAF WATER (condizionante cutaneo), SODIUM COCOYL GLUTAMATE (tensioattivo), GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente), ARCTIUM LAPPA ROOT EXTRACT* (vegetale), THYMUS VULGARIS EXTRACT (vegetale), ARNICA MONTANA EXTRACT* (vegetale) POUTERIA SAPOTA OIL* (vegetale), PARFUM, POLIGLYCERYL-3-POLIRICINOLEATE (emulsionante / additivo reologico), CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante), SODIUM BENZOATE (preservante), BENZYL ALCOHOL (conservante / solvente), SODIUM DEHYDROACETATE (preservante), D-LIMONENE (Allergene del profumo / coprente)

*Materie prime di origine naturale
Pagato circa 7 euro x 250 ml di prodotto, da acqua e sapone.

mercoledì 12 settembre 2012

Fra prodotti non piaciuti e prodotti riciclati...

Dopo i favoriti dell'estate passo mostrarvi i prodotti che non mi sono piaciuti. Alcuni li boccio, per altri ho trovato comunque un utilizzo alternativo.
Patiamo subito con il tonico purificante rinfrescante Viviverde coop.
L'ho acquistato perchè mi serviva, indovinate un po'... un tonico! E dico subito che, secondo me, questo prodotto non è adatto all'utilizzo che si prefigge. Vi spiego il perchè e a dire la verità ve ne avevo già parlato qui: nell'inci sono presenti tensioattivi. Ma perchè? a cosa servono delle sostanze lavanti in un prodotto non a risciacquo? Boh! Quando lo si applica fa una leggerissima schiumetta, si sente appena, ma c'è. Alla fine come tonico, per me, è inutilizzabile, mi sento la faccia impiastricciata e devo rilavarla.
Nonostante questo non lo boccio del tutto: l'ho riciclato come struccante e devo dire che funziona abbastanza bene anche con fondotinta siliconici, ombretti in crema, matite occhi etc... Certo, ho comprato un tonico e mi ritrovo con un altro prodotto e dovrò ricomprarmi un altro tonico... ma vabeh... visto il costo contenuto (poco più di tre euro) posso passarci sopra.
Prodotto bocciatissimo per la mia pelle è stato il latte solare di equilibra all'aloe 50+.
Io non so come sia stato possobile, forse ho beccato una confezione manomessa o che aveva subito sbalzi termici... non lo so... ma fatto sta che con questa crema, malgrado la limitata esposizione solare (non più di un paio d'ore nelle ore centrali della mattinata, non della giornata!) mi sono scottata.
Prima di comprarlo avevo cercato delle recensioni d'uso e ne avevo trovate di molto positive, così mi sono decisa a prenderlo: si parlava di una crema non untuosa, facile da spalmare, addirittura sul viso, di rapido assorbimento. Tutte cose vere, da splamare è piacevole, non ti fa ammattire con la scia bianca, però non mi ha ben protetto... Io non sono un'esperta, ma ad inci non mi pare nemmeno disastroso, per essere un solare... In ogni caso, più che le recensioni on line cercherò di studiarmi la discussione dedicata ai filtri solari e alla loro fotostabilità sul forum di Lola, come già avevo detto qui  a proposito del solare per il viso.
Questo è l'inci:
Aqua, Aloe Bardadensis Gel, Ethylhexymethoxycinnamate (filro uv), c12-15 alkyl benzoate (emolliente), Cetearyl alcohol, Glyceryl stearate, Butyl methoxydibenzoylmethane (filtro uv), Butyrospermum parkii butter, Dicaprylyl ether, Prunus amygdalus dulcis oil, Titanium Dioxide, Tea palmytoil, hydrolized wheat protein, Tricontanyl pvp, Dimethicone, Glycerin, Polysorbate-80, Peg-12, Phenoxyethanol, Tocopheryl acetate,
Caprylic/capric Triglyceride,
Isopropyl myristate, Hydrogenated lanolin, Aluminia, Methylparaben, Propylene glycol, Ethylparaben, Cetyl acetate, Silica, Bisabolol, Glycine soja oil, Sodium polyacrylate, Acetylated lanolin alcohol, Daucus carota extrat, Betacarotene, Bht, Propyl gallate, Tocopherol.
L'altro prodotto bocciato è un idrolato di lavanda. per la precisione questo è di perle de provence.
L'avevo presa prima da Dadalindo una vita fa ed ho pensato di ricomprarla successivamente anche se non è che mi avesse convinto granchè... O_o'
E' adatta per tutti i tipi di pelle, specie quella irritata o con couperose, quindi armata di buone intenzioni e adorando la lavanda (annusando il primo spruzzo ho esordito con un 'è buonissimo'!! guardate qui!!!) ho pensato che quest'acqua floreale potesse essermi utile per usi vari (primo fra tutto il viso).
Dopo una prima entuasistica reazione, l'entusiasmo, appunto, è andato scemando, fino all'inutilizzo completo. Dopo un po' mi sembrava che l'odore fosse veramente troppo troppo pungente e  troppo persistente, tanto da farmi desistere al solo pensiero di utilizzarlo. Non fa per me. L'inci è semplicissimo, composto solo da Lavandula angustifolia distillate... Ma può essere che nel tempo, il contenuto di questa mia confezione sia andato a male? Perchè la prima volta benchè non contentissima, convinta dalle proprietà della lavanda l'ho pure ricomprata...  non mi ci fate pensare, ben 7 euro per 200 ml, buttati via!

lunedì 10 settembre 2012

Favoriti dell'estate per i capelli

L'ultimo capitolo dei preferiti dell'estate è dedicato ai capelli. Queste, al contrario dei prodotti viso e corpo, sono praticamente tre novità che fin ora non vi avevo ancora recensito.
Partiamo dal mio preferito in assoluto che è lo shampo riparatore al latte di rosa della Lavera. Non è completamente ecobio, ma coniuga perfettamente lo spirito dei prodotti 'naturali' con le necessità di utilizzo: è molto delicato ma lava bene e deterge senza aggredire, fa schiuma, è piacevole da utilizzare e districa i capelli più di un classico shampo ecobio: dopo probabilmente userete comunque il balsamo, ma non vi ritroverete con un cespuglio di rovi al posto dei capelli. Contiene oli pregiati utili, appunto, a ristrutturare i capelli.
Costa dai 7 ai 10 euro per 200 ml di prodotto (lo so è costosetto...) dipende da dove lo acquistate. Probabilmente sugli shop on line tedeschi si riesce a spuntare un prezzo migliore. Io l'ho preso al Naturasì.
Pensate che durante le vacanze, nei vari trasbordi che ho fatto, mi si è rovesciata la confezione nel beauty case: a parte il disastro mi veniva da piangere a pensare a quanti euro ho dovuto lavare via O_o'
La cosa che più mi è piaciuta è che NON contiene alcohol nelle prime posizioni:
Water (Aqua), Sodium Coco Sulphate, Lauryl Glucoside, Cocamidopropyl Betaine, Lauroyl Sarcosine, Coco Glucoside, Glycerin, Rosa Damascena Flower Water*, Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil*, Macadamia Ternifolia Oil*, Persea Gratissima (Avocado) Oil*, Squalene, Panthenol, Panthenyl Ethyl Ether, Hydrolyzed Wheat Protein, Biotin, Hydroxypropyl Guar Hydroxypropytrimonium Chloride, Hydrogenated Lecithin, Glycol Distrearate, Alcohol*, Fragrance (Parfum)**, Linalool**, Limonene**, Geraniol**, Citronellol
* ingredients from certified organic agriculture
** natural essential oils
La novità più carina riguarda invece la maschera balsamica ristrutturante di Biofficina toscana.
L'ho comprata perchè in estate l'ultima cosa che mi poteva saltare per la testa era fare impacchi oleosi sui capelli. Invece questo prodottino è una cremina meravigliosa, balsamica e freschissima sui capelli: una vera goduria col caldo! Ha tanti attivi di pregio (ortica, edera, ippocastano) in olio di oliva, che aiutano a districare, lucidano e nutrono i capelli. Veramente ottima: nutre ma non appesantisce minimamente la chioma :-D Al tatto si sentono come dei microgranuli di cui non ho ben capito la funzione...
L'unico difetto è nella confezione: troppo rigida per una crema densa. 
Con maschera e shampo non utilizzavo il balsamo perchè i capelli erano sufficientemente districati e morbidi. Aiuta anche a combattere il crespo: risultato capelli puliti, vaporosi e lucidissimi :-D 
Ha un costo di circa 9,20 euro per 200 ml di prodotto (è un po' costosetta anche questa, ma secondo me li vale tutti).
Ecco l'inci (che è stato rofurmulato ultimamente): 
AQUA (solvente) BEHENAMIDOPROPYL DIMETHYLAMINE (antistatico / emulsionante)
CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante), MYRISTYL ALCOHOL (emolliente / stabilizzante emulsioni / viscosizzante), OLEA EUROPAEA OIL (emolliente / solvente / vegetale) SALVIA OFFICINALIS EXTRACT* (vegetale), AESCULUS HIPPOCASTANUM EXTRACT (vegetale) HEDERA HELIX EXTRACT* (vegetale) THYMUS VULGARIS EXTRACT* (vegetale) URTICA DIOICA EXTRACT* (vegetale) GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente) XANTHAN GUM (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante), SORBITOL (umettante) MENTHA PIPERITA OIL (vegetale) SALVIA OFFICINALIS OIL (vegetale), LACTIC ACID, BENZYL ALCOHOL (conservante / solvente) SODIUM BENZOATE (preservante) SODIUM DEHYDROACETATE (preservante) LINALOOL (Allergene del profumo) LIMONENE (Allergene del profumo), rgene del profumo), LINALYL ACETATE (coprente) 
L'ultimo prodotto di cui vi parlo, l'ho proprio terminato. Si tratta del balsamo all'olio di sapote dei Provenzali bio. Mi è piaciuto molto perchè mi ha aiutato parecchio a tenere a bada il crespo dei miei capelli. L'ho usato, come vi dicevo anche prima, in alternativa alla maschera, quando andavo particolarmente di fretta e devo dire che ha funzionato: capelli puliti ma senza effetto cespuglio :-D
E' una crema molto ricca, densa (c'è parecchio karitè) e profumosissima: si comporta come molti balsami ecobio ovvero invece che fare strato sui capelli durante l'applicazione, sembra piuttosto che i capelli se lo bevano. Ad ogni modo i miei capelli risultano districati a sufficienza. L'unica nota stonata è che durante l'ultima applicazione il balsamo si è separato perdendo tutta la parte liquida: forse avrà subito sbalzi di temperatura.
Non adatto a capelli non crespi che con l'uso di questa balsamo potrebbero poi risultare appesantiti.
Eccovi l'inci:
AQUA (solvente), CETEARYL ALCOHOL** (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante), BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER* (condizionante cutaneo / additivo reologico) MALVA SYLVESTRIS LEAF WATER* (condizionante cutaneo) DIPALMITOYLETHYL HYDROXYETHYLMONIUM METHOSULFATE** (antistatico) POUTERIA SAPOTA OIL* (vegetale) GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente), TIMUS VULGARIS EXTRACT* (vegetale), ARNICA MONTANA FLOWER EXTRACT* (vegetale) ARCTIUM LAPPA EXTRACT* (vegetale), HYDROLYZED WHEAT PROTEINS** (antistatico)
PARFUM** BENZYL ALCOHOL (conservante / solvente), SODIUM BENZOATE (preservante) SODIUM DEHYDROACETATE (preservante) D-LIMONENE (Allergene del profumo / coprente)
*Materie Prime Biologiche Certificate
**Materie Prime di Origine Naturale

Favoriti dell'estate per le unghie

Ecco di questa 'categoria' dei favoriti dell'estate non occorre dire nulla, basta guardare gli swatches! Sono tutti colori meravigliosi. Io mi sono pazzamente innamorata del blu glossy che contrariamente alle mie aspettative mi sta bene! Pensate che lo ha scelto il mio ragazzo :-O
Sono tutti colori pieni, decisi, coprentissimi alla prima passata (gli swatches che vedete sono stati fatti con una sola pennellata) e che durano a lungo senza scheggiarsi o rovinarsi: la qualità di questi smalti pupa è pazzesca.
Li ho pure presi scontati, che volere di più? ;-)

 209, 036, 033, 032, 715
 Luce diffusa
Luce solare diretta: come vedete gli olografici sprigionano mille riflessi, sembra di avere l'arcobaleno sulla punta delle mani

domenica 2 settembre 2012

Favoriti dell'estate per il viso

Ecco i miei favoriti dell'estate per il viso, sia per quel che riguarda la detersione che il make up. Come vedete sono pochissime cose, tutte o quasi già viste.
Vi mostro i prodotti che mi sono piaciuti particolarmente, non tutto quel che ha fatto parte della routine viso, non c'è per esempio la crema viso idratante perchè ho usato il fondo del vasetto della mia crema viso 'invernale' mescolata al gel all'aloe vera di bioearth: mi scoccia terribilmente sprecare i prodotti o buttarli via, quindi, se possibile, cerco sempre il modo per riciclarli al meglio in modo che possano essere usati ancora con soddisfazione.
La prima posizione va senza dubbio al detergente rinfrescante viso viviverde coop. Ve ne avevo parlato brevemente qui, ora dopo un utilizzo quotidiano vi dico le mie impressioni. E' un gel trasparente davvero molto molto fresco, assolutamente non aggressivo, non secca la pelle, che anzi dopo essere stata detersa con questo prodotto non tira affatto, ma appare più distesa: quasi non c'è bisogno della crema idratante! Da immediatamente una bella sensazione di pelle pulita, fresca ed idratata. E' un prodotto estremamente delicato e dal bell'inci verde che questa estate torrida è stato un alleato fondamentale per il mio viso, per di più ha un costo contenuto. Insomma consigliatissimo.
Immediatamente dopo arriva la crema solare per il viso bioderma photoderm 50+. Anche di questa crema vi avevo già accennato qualcosa qui.
L'unica cosa che mi ha urtato non poco i nervi è stato trovare un inci diverso rispetto a quelli che si trovano recensiti sul web (sul forum di lola per esempio) perchè ci ha messo una vita a sceliere questo solare e poi alla fine mi sono ritrovata fra le mani una cosa diversa da quella che pensavo: ho letteralmente buttato nel cesino settimane di ricerche!
Come avevo scritto è una cremina bianca e facilmente spalmabile che si assorbe subito. Ha un odore 'plasticoso' che per fortuna svanisce subito. la casa cosmetica la presenta così e posso confermare che protegge efficacemente viso e decolleté dai raggi del sole e limita la pigmentazione (limita quindi la formazione di macchie scure). Non mi sono scottata, questo è l'importante. Mi sono poi sempre ricordata di rimuovere i filtri, detergendo la cute, al calare del sole.
L'inci è abbastanza rosso e inquietante :-D, ma si sa che con le creme solari è così, sono un male necessario:
 Acqua (solvente), dicaprylyl carbonate (emolliente), octotrilene (filtro U.V.), methylene bis-benzotriazolyl tetramethylbutyl-phenol (filtro uv)*, methoxybenzoylmethane, bis-ethylhexyloxyphenol methoxphenyl triazine (filtro U.V.)** cyclomethicone (antistatico / emolliente / umettante / solvente / viscosizzante) dipropylene glicol, c20-22 alkyl phosphate (emulsionante tensioattivo), glyceryl stearate (emolliente, emulsionante), peg-100 stearate (tensioattivo), ectoin***, mannitol (umettante), xylitol (umettante), rhamnose, fructooligosaccarides, laminaria ochroleuca extract, glycyrretinic acid, glycyrrhiza glabra (liquirizia) root extract, c20-22 alcohols, decyl glucoside (tensioattivo), pentylene glicol, xantan gum, hydroxyethyl acrilate/sodium acryloydimethyltaurate copolymer, sodium hydroxyde, propilene glicol, citric acid (agente tampone), caprylic/capryc trigliceride (emolliente /emulsionante), disodium edta (sequetstrante /viscosizzante), chlorphenesin (conservante), phenoxyethanol (conservante).

* ** *** ho cercato informazioni su queste sostanze (con anche molte altre in realtà, ma queste mi sembra valga la pena dargli un'occhiata approfondita) ed ho trovato queste pagine: qui, qui e qui.

Io vi consiglio vivamente di dare una lettura approfondita a questo topic del forum di Lola  sulla stabilità dei filtri solari.

Al terzo posto vanno il lip gloss nude e il blush adorable di essence. Di emntrambi ho già parlato qui e qui. Il gloss pur non avendo una durata eccelsa, è un color nude bellissimo. E' anche abbastanza confortevole da portare nonostante la nota appiccicosita dei gloss. Il blush è un delicato rosa salmonato, con le lentiggini sta benissimo.
Indispensabile per l'applicazione è stato il pennello da blush essence.  Piccolo, comodo, maneggevole, morbidissimo: è il mio pennello preferito, posso sbatterlo nella borsa perchè ha la sua custodia, non occupa spazio ed è una carezza sul viso!
Ultimo ma non ultimo è stato l'ombretto cremoso steel the show di essence di cui vi avevo mostrato lo swatches qui. Il colore è uno dei miei preferiti, si stende anche con le dita senza problemi, illumina gli occhi e dura un'inifinità (non esagero, è così!) senza entrare nelle pieghe: cosa chiedere di più ad n ombretto?
Questa estate ammetto di non aver usato fondotinta, correttore e cipria, non ne ho sentito la mancanza :-D




De Ornatu Mulierum Giveaway


De Ornatu Mulierum ha organizzato questa festa di compleanno per blogger, io partecipo :-)
Voi potete cliccare sul link e partecipare a vostra volta.
Scande il 23 settembre.

sabato 1 settembre 2012

Norcia e Castelluccio

Qui vedete il Pian Perduto (Castelluccio di Norcia). Vedete l'ombra della montagna retrostante che dà sul piano. Questo è il panorama che vedevo dalla finestra del mio b&b, molto meglio rispetto a quello che ho di solito da casa mia! sigh :-(
Gli altopiani di Castelluccio sono tre, si trovano a 1.350 m.s.l.m. e sono: il pian grande, il piano piccolo (che è nascosto dietro il fianco di una montagna, quindi per fotografarlo bisogna scarpinare) e, dall'altra parte rispetto al centro del paese, verso visso per intenderci, il piano perduto.
Mi ha incuriosito quest'ultimo nome così sono andata a cercarne la genesi ed ho scoperto che per 'perduto' si intende proprio 'perso': dovete sapere che nel 1522 ci fu una battaglia che vide contrapposte Visso contro Norcia. In quell'occasione Visso vinse e conquistò il piano che fu così perso - perduto appunto - da Norcia. Da allora il piano di chiama così (quindi da un sacco di tempo :-))

Questa invece è la Basilica di San Benedetto. Nella cripta di questa Chiesa, caso strano e penso unico, invece che esserci, come di solito i resti, le reliquie o la tomba di qualcuno, si trova il luogo natale del più conosciuto e famoso San Benedetto patrono d'Europa, e... della sorella gemella Santa Scolastica, nati proprio qui nel 480.
Norcia è proprio una città carina, vi consiglio, se siete nei dintorni, di farci un giro ma assolutamente non d'estate. Siamo quasi morti per il caldo, non scherzo: c'era letteralmente da star male.
Per questa sera vi saluto con queste immagini: fatemi sapere se vi piacciono questo tipo di post, un po' reportage fotografico (adoro fare fotografie) un po' storia (che mi appassiona tantissimo, questa estate dopo essere stata nella piazza dedicata a San Benedetto, ho cercato la sua biografia e quella della sorella :-D)

Lago di Cingoli

Vi faccio vedere un pezzettino di Marche: questo è il lago di Cingoli (la terrazza delle Marche). E' un lago artificiale creatosi in seguito alla costruzione di una diga sul fiume Musone. E' un luogo molto suggestivo, ricco di fauna acquatica ed uccelli migratori. Fa una certa impressione 'scavalcare' la diga e ritrovarsi davanti questa massa d'acqua incuneata fra le colline.
La foto è stata scattata dalla località Castreccioni, di cui di mostro anche la facciata della chiesetta:

Mi sono divertita quel giorno, a parte il mal d'auto che ho sofferto all'inizio per salire a Cingoli (infatto non credo di aver scattato neppure una fotografia dalla Terrazza delle Marche, ma avevo la nausea e faceva un caldo pazzesco! Pazienza prenderò in prestito qualche foto del mio fidanzato :-D)