venerdì 30 novembre 2012

Prodotti finiti

Vi mostro i prodotti che ho finito in questo periodo, alcuni da ricomprare, altri no.

Cominciamo a sinistra verso destra:
- Nivea Natural oil: è un doccia schiuma che ho cominciato ad usare una estate di qualche anno fa. Se decidete di  comprarlo non guardate l'inci, siete avvertite, è a rischio svenimento! Usato alla lunga, anche se sembra davvero lasciare uno strato oleoso (in senso buono) sulla pelle, in realtà tende a seccarla (incredibile dictu per un... olio!). Costa pure parecchio per essere un prodotto da supermercato. Perché allora continuo a ricomprarlo? Lo compro solo d'estate e solo per due utilizzi: per lavare via le creme solari e con questo ho la certezza che venga via tutto, e... per depilarmi quando sono di corsa XD Non riuscireste a tagliarvi con una lametta nemmeno se ci provaste di proposito! Solo che, tornata dalle vacanze me lo dimentico ed uso i miei soliti docciaschiuma esselunga o naturasì (ed ecco perché l'ho finito solo ora, era un rimasuglio dell'estate).
Ecco l'inci:
GLYCINE SOJA, MIPA - LAURETH SULFATE, RICINUS COMMUNIS, LAURETH-4 COCAMIDE DEA POLOXAMER 101 PARFUM TRITICUM VULGARE CITRIC ACID AQUA  PANTHENOL  BHT PROPYL GALLATE LINALOOL BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL LIMONENE CITRONELLOL GERANIOL HYDROXYISOHEXYL 3-CYCLOHEXENE CARBOXALDEHYDE  COUMARIN ALPHA-ISOMETHYL IONONE EUGENOL HEXYL CINNAMAL
- Karitesana Kortex: di questo burro di karitè particolare vi ho già parlato qui e devo dire che mi spiace parecchio di averlo finito. Se lo ritrovassi lo ricomprerei al volo nonostante il prezzo (costa parecchio). L'ho centellinato fino alla fine e lo usavo solo in circostanze che richiedevano parecchia cura: ad esempio in questo periodo ho sempre le labbra screpolate e dato che non sono riuscita a trovare il mio solito burrocacao dei provenzali bio, mi sono accontentata e ne ho preso un altro di equilibra. Le mie labbra erano un completo disastro. Ma con due giorni di trattamento con questo burro di karitè puro sono ritornate morbide morbide. L'ho applicato due sere consecutive sulle labbra in quantità prima di andare a dormire, il mattino erano come rigenerate!

. Acqua tonica di omnia botanica: anche di questa vi avevo parlato tempo fa qui. Prima la compravo abbastanza spesso dato che si trovava all'esselunga. Ora non c'è più quindi ho finito il mio ultimo flacone e a meno di non trovarla per caso non penso che l'acquisterò on line. All'inizio ho avuto dei problemi con questo tonico (la prima volta mi è andato a fuoco il viso, ho dovuto lavarlo via e mettere una crema grassoccia per lenire), ma poi abbiamo fatto pace XD Mi è tornato utile in tante occasioni e, oltre che per il viso, l'ho utilizzato anche per il corpo nebulizzandolo prima di massaggiare gli oli (tipo quello di oleandra che sulla pelle umida si stende e funziona meglio).

- olio all'amla di khadì: amore amore amore per quest'olio! Rifinisce nel carrello al prossimo acquisto, non ci devo pensare su neppure un secondo. Ve ne avevo già parlato qui  e confermo e sottoscrivo tutto nuovamente. E' un olio color marrone scuro, secondo me con l'uso constate tende a scurire anche i capelli anche se magari di poco. Io ho i capelli castano scuro e dopo un po' di tempo in cui ho utilizzato quest'olio tutti mi hanno chiesto se per caso avessi fatto il colore, perché i miei capelli sembravano ancora più scuri. Niente di che, sia chiaro, però è una cosa che ho notato e mi sembra giusto riportarvela. L'odore è al limite dello sgradevole, non immaginatevi che profumi di agrume (dato che è ricco di vitamina c) perché non è così, ed pure persistente: dopo lo shampo lo sentirete ancora per un po'. Nonostante questo io lo adoro. Lo applico spesso (alterno periodi di pausa a periodi in cui lo uso anche due o tre volte alla settimana), sui capelli umidi, sul cuoio capelluto e sulle lunghezze e massaggio per un po' poi metto una di quelle cuffiette usa e getta (e dopo la butterete via) e lo tengo in posa da pochi minuti (se sono di fretta) a qualche ora (la sera magari) o se ho tempo anche per tutta notte (occorre parecchia cura però bisogna sigillare bene l'impacco altrimenti macchierà tutto!). Poi lavo via tutto con uno shampo bio e non ho bisogno del balsamo.
I capelli diventano docili, morbidi morbidi, lucidissimi (sul serio, lucidissimi!) e senza crespo. Aiuta comunque a farli sembrare più sani e robusti. Non sto gridando al miracolo, ma quest'olio effettivamente apporta dei benefici (io poi, ho pure l'alopecia, non pretendo che un olietto mi guarisca, che faccia ricrescere i capelli o che ne interrompa la caduta, ma mi accontento che i capelli che ho abbiano un aspetto sano). Questo è solo degli utilizzi che ne faccio perché ho saltato tutta la parte in cui l'utilizzo è in combinazione con la polvere di amla di cui vi parlerò. Se di quest'olio sono entusiasta della polvere di amla sono innamorata persa XD 
Eccovi l'inci:
HELIANTHUS ANNUUS SEED OIL (emolliente / coprente / condizionante cutaneo) EMBLICA OFFICINALIS (AMLA) (vegetale)  PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL (condizionante cutaneo) ECLIPTA ALBA (BHRINGARAJ) (vegetale) BACOPA MONNIERA (BRAHMI) (vegetale) CYPERUS ROTUNDUS (vegetale) SYMPLOCOS RACEMOSA (LODHRA) (vegetale) OCIMUM SANCTUM (TULSI) (vegetale) AZADIRACHTA INDICA (NEEM) (vegetale) SESAMUM INDICUM OIL (Emolliente / vegetale)  TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante) VINCA ROSEA (vegetale) CINNAMOMUM CAMPHORA (vegetale) TERMINALIA CHEBULA (vegetale) LAWSONIA INERMIS

- Balsamo rivitalizzante Verdesativa: anche di questo ve ne avevo già parlato qui. L'avevo accantonato e l'ho ritirato fuori solo per finirlo definitivamente. Sicuramente non lo comprerò più per un passaggio all'eco bio, diciamo pure più "completo". Per districare, districa piuttosto bene. Ne basta poco. Però mi chiedo ancora perché dovrei comprare un balsamo con cetrimonium chloride a quasi 10 euro, quando lo posso comprare al supermercato per n terzo del prezzo. O_o'

venerdì 23 novembre 2012

Garnier ECOCERT!

Guardate cosa ho trovato questa sera mentre facevo la spesa all'esselunga: Garnier BioActive, crema intensiva idratante 24h , per pelli secche e sensibili. La cosa per me stupefacente è che ECOCERT!


Si saranno impegnati a formulare una crema senza parabeni, siliconi, petrolati e conservanti brutti? Ebbene sì! Potete giudicare da voi, questo è l'inci:


Non l'ho ancora provata, ma sono comunque felice di aver trovato un prodotto di questo tipo al supermercato. La cosa bella è che al momento è scontata del 50% da 6,47 euro (che già di partenza per una crema bio non sono tanti, soprattutto considerato che ci sono ben 50 ml di prodotto) l'ho pagata  3,23 euro. Mi sento molto soddisfatta XD
La cosa meno bella è che hanno dovuto mettere l'aloe vera sulla confezione quando in realtà è infondo all'inci, ma perchè? U.U'
Non appena l'avrò usata per un tempo sufficiente scriverò un post di review, e voi, l'avete vista, acquistata provata? Personalmente è la prima volta che la vedo. 
Della stessa linea c'è anche il latte detergente viso e occhi, uno struccante per occhi, ed una crema antirughe.

giovedì 22 novembre 2012

Ancora colori a confronto: dalla chiarissimi e dalla duochrome

Altre macchioline di colore: polline dalla duochrome, unicorno e snob dalla chiarissimi. Stavolta forse i rilessi si vedono meglio (si come no XD)
Unicorno (l'ultimo in basso) è un duocrhome con riflessi verde mela, ma io proprio non riesco a vederci un rosa antico nel colore principale se non con molta fantasia (in realtà lo è ma secondo me tende più al pescato)
Polline, un bel giallo dorato (il primo in alto) ha un chiaro duochrome sul verde lime molto molto inteso.
I riflessi di questi due ombretti si somigliano molto ma quelli di polline sono più intensi, quasi metallizzati.
Snob è il colore centrale ed è della chiarissimi. E' un oro per così dire "freddo" Dà un sacco di luce grazie ai riflessi brillantissimi. Si fa notare alla grande.
Le cialde non sono poi così polverose, i colori sono scriventi, persistenti ed i riflessi si vedono bene. In generale valgono le considerazioni già dette in precedenza. A me 'ste cialdone piacciono XD




A

mercoledì 21 novembre 2012

TAG: Tanto non lo comprerò mai... o forse sì?


Ecco il mio tag sui prodotti di cui tanto si parla, nella versione rivista da Misato e Lidalgirl.
Hai mai acquistato…
Il sapone di Aleppo?
Sì, quello di Nour, con concentrazione al 20% (o al 30?! Non ricordo più). Mi ci ero trovata piuttosto bene all'inizio, poi però con l'uso si era rivelato "troppo" per la mia pelle (specialmente quella del viso), così finito il panetto non l'ho più ricomprato. Però ho utilizzato con soddisfazione il dermolatte e soprattutto il detergente intimo di Nour contenenti olio di alloro. 

Il Cleanse&Polish Liz Earle?
No.

L’Elicina?
No, non mi interessa. E poi l'inci non mi era sembrato granché.

Lo struccante bifasico “Fior di Magnolia”?
No. A parte che è facile farselo da sole, ma in ogni caso ho ancora quello di Alverde da finire (anche se è proprio agli sgoccioli!)

Gli ombretti Neve make up?
Sì, tanti. Ho ben quattro palette di Neve Cosmetics e qualche ombretto in polvere libera. Le polveri libere, è da riconoscere, sono meno pratiche da utilizzare, però per alcuni colori si può fare uno sforzo in più: i riflessi di lavander fields per esempio sono veramente troppo belli per non star lì a spennellare un pochino!

Una BBCream?
No, già mescolo di mio fondotinta minerale e crema idratante.

Il Primer Potion Urban Decay?
No. Ho tutti primer economici! 

Almeno una delle due Naked Palette di Urban Decay?
No, troppo costose.

le 24/7 di Urban Decay?
No.

una palette di Urban Decay che non sia la Naked?
No.

La Too Faced Shadow Insurance?
No. 

L’olio indiano Forsan?
Si! Credo stazioni nell'armadietto del mio bagno dagli anni '80! Chiaramente nessuno lo utilizza XD

Un prodotto Elf?
Sì, smalti che ormai si sono pure seccati. Peccato uno era un bel lilla e uno un rosso scuro. Non li ricomprerò.

L’henné o una qualsiasi erbetta lavante?
Sì, ho provato sia l'henné de shiraz che l'amla di khadì e mi ci sono trovata benissimo. Prima o poi ne parlerò in un post dedicato. L'amla è la più bella scoperta per capelli che abbia mai fatto.

Gli Shampoo della linea gabbiano dell’Esselunga?
Sì, quello per capelli secchi è uno dei miei preferiti (peccato che all'esselunga vicino a casa mia l'abbiano tolto dalla circolazione!). Quello per capelli delicati, invece, l'ho provato ma non mi ha entusiasmato. Mi lascia i capelli crespissimi.

La linea skincare ViviVerde di Coop?
Sì, e mi rammarico del fatto che vicino casa io non abbia una coop! Il detergente per il viso è veramente veramente ottimo. Il tonico si può lasciare sullo scaffale però XD

Un qualsiasi prodotto Fitocose?
Sì, ne ho provati parecchi. Tutti ottimi prodotti. A partire dallo jalus plus, per passare alle creme per il viso (specialmente la jalus e quella alle ceramidi) ed ai vari gel. Ultimamente sto usando il no pori gel e il gel al rusco e mi ci sto trovando piuttosto bene. Ne parlerò in un post. L'unica cosa fastidiosa sono i tempi per le spedizioni (anche se quando mi è successo quel pasticcio con il venditore che mi mandato i prodotti scaduti, sono stati iperveloci nel rimediare! Grazie Pietro!!)

Una collezione o qualche pezzo di una collezione Essence?
Sì, io non posso resistere ai piccoli sfizi che ci si può togliere con poca spesa. 

I prodotti Essence?
Si, a dire la verità copro pure più spesso di quel che dovrei. L'ultimo acquisto sono le goccine asciugasmalto. So che probabilmente la qualità dei prodotti in genere non è il massimo, però, considerato che al momento non posso spendere grandi cifre in cosmetici, essence è un ottimo compromesso.

qualche prodotto Catrice?
Sì, un paio di matite per occhi ed un rossetto. Tutto di ottima qualità.

I long lasting stick eyeshadow di Kiko?
No.

Il rossetto Russian Red di MAC?
No. Non sono ancora giunta nella fase dei rossi XD

il rossetto Creme d’Nude di MAC?
No, ma vorrei provarlo. Vi sembrerà strano ma adoro i cancella labbra, adoro l'effetto "annegata nel Tamigi" con un trucco occhi nerissimo.

il Fluidline Blacktrack di MAC?
No. Io non ho nessun problema con la MAC, ma il mio portafoglio sì!

Il 217 di MAC o un altro pennello, magari famoso?
No. Troppo costoso,

un paint pot di MAC?
No, ma credo che prima o poi me ne farò uno seguendo la ricetta di Carlita, il "carlita pot" appunto XD. 

Le Palette Zoeva (o cinesissime) da 120 colori, 88 colori e compagnia bella?
No, non ne possiedo.

Un prodotto I Provenzali?
Sì. soprattutto saponi. Non posso più rinunciare all'impacco all'olio di sapote della linea bio, di cui ho già parlato diffusamente.

Uno smalto color fango?
Sì, ne ho parecchi, tutti di sottomarche infime XD

Gel d’Aloe?
Sì, è l'unico prodotto che ricompro con regolarità appena finisco la confezione. Lo uso sia sui capelli che per la pelle. Anzi non so se avete notato, ma quello di equilibra è anche meno caro rispetto all'anno scorso.

Un prodotto Lavera?
Sì, con lo shampo al latte di rosa mi sono trovata bene.

Uno smalto OPI?
No, troppo costosi.

I Lip Tar OCC?
No, ma ammetto che mi hanno sempre incuriosita. Anche se credo che riprodurli non sia impossibile.

Le ciglia finte?
No, ho già le ciglia lunghe di mio.

La cipria HD di Make up forever?
Qual è? quella 100% silica venduta ad un prezzo spropositato? No, passo.

Le Palette Sleek?
No, purtroppo ho già più ombretti di quelli che mai indosserò. Ma mi dispiace non averne neppure una.

Le Palette Inglot?
No.

Qualche prodotto Madina?
Ho un rossetto, una matita labbra ed una cialda di blush che ancora devo provare.

Pennelli Sigma?
No.

Pennelli Zoeva?
No. Freulein 38 ed essence.

Blush Coralista di Benefit?
No.

Blush Orgasm di NARS?
No, ma forse prenderò starfish di Neve di cui - dicono - sia un dupe. 

Lemon Aid di Benefit?
No.

Smalti Eyeko?
No, ma ho altri prodotti di questa marca.

Qualche prodotto LUSH?
No. Preferisco il bio.

La beauty Blender?
No. Ma effettivamente non uso fondotinta liquidi.

gli Illusion d’Ombre di Chanel?
No. Costosi.

gli smalti Chanel?
No. Costosissimi.

un primer viso per i pori?
No. Uso il no pori gel di fitocose però XD

gli Aqua Cream di MUFE?
No.

un fondotinta minerale?
Sì, uso esclusivamente fondotinta minerale. Lily Lolo in porcelain.

una palette di colori naturali (davvero, no shimmer!)?
Parecchie. Una palettina di essence (che adoro, la over the taupe), una di clinique che in realtà mi è stata regalata decenni fa (infatti non scrive più), una di bottega verde e la elegantissimi di Neve. La adoro. Punto.

la Duochrome di Neve Cosmetics?
Adoro questo genere di ombretti, Ho ceduto, ce l'ho.

l’Erase paste di Benefit?
No, credo siano tutti troppo scuri o aranciati per me.

uno smalto Shaka?
No, ma ultimamente hanno messo qualcosa di questa marca all'oviesse sotto casa. So che prima o poi cederò XD

I pennelli Real techniques
No, anche se mi piacerebbe provarli.

qualcosa di TheBalm?
No, ma la nude'tude mi tenta sempre (sono malata, lo so!)

la Primed and Poreless Too Faced?
No. Non amo i prodotti siliconosi sulla pelle.

il mascara They’re real! di Benefit?
No.

il mascara Pupa Vamp!
No. 

il mascara I love extreme di Essence?
Sì, mi fa delle ciglia pazzesche! Luuuuuuuunghissssiiimeeeeeeeeeeeeee.

i rossetti “Kate” di Rimmel?
No, ma visto che l'inci non è male, potrei considerarne l'acquisto.

una beauty box qualsiasi?
No. Mi aveva incuriosito solo l'eventualità che ne esistesse una 'bio', ma non mi sono mai abbonata. Non sapere in cosa andranno spesi i propri soldi è un grande limite. Però qualche volta le novità possono sorprenderci.

una Z palette o almeno una palette per compattare e depottare?
No. 

Santo cielo, questo è un tag senza fine!
Ora tocca a Voi!

L'evoluzione dei rossetti: dai nude a piccoli tocchi di colore.

Provocata (si fa per dire XD) da un commento di Misato sotto il post sull'evoluzione dei rossetti dai trasparenti ai nude, che mi chiedeva come procedesse l'evoluzione appunto, vi faccio vedere a che punto del percorso sono arrivata. Mi sto abituando a vedermi con le labbra un pochino più colorate e - oltre ad essere più pratico rispetto a truccare gli occhi (anche se occorre parecchia più precisione) - la cosa non mi dispiace affatto. Ci sono colori che fino a pochi mesi (settimane?) fa non avrei mai neppure preso in considerazione.
Per fare queste prove chiaramente non  mi andava di spendere chissà quali cifre, quindi un po' li ho comprati in saldo e qualcuno l'ho preso, per così dire "in prestito" da mia madre XD
Eccovi qui la progressione:
Ve li elenco prima tutti, poi vi parlo delle mie impressioni:
1) Essence stay with me n. 01 my favorite milkshake;
2) L'oréal glam shine n. 106;
3) Essence cristalliced n. 01 + Kiko pencil lip gloss n. 16 (questi li uso insieme);
4) Kiko creamy lipstick n. 389;
5) Kiko shiny lip stick n. 168;
6) Madina pink addiction lipstick;
7) Madina lippencil n. 23;
8) Essence lip pencil n. 9 nude coral.
 Un particolare dei tre rossetti 4, 5 e 6
Ed il matitone gloss della Kiko
Eccovi gli swatches (sono proprio nell'ordine in cui li ho numerati):



Come vedete ci sono ancora dei nudi con appena un pochino di colore rispetto ai primi. Stavolta ho inserito anche qualche gloss.
Il primo è un pesca che conoscere tutte è di essence, stay with me n. 02 my favorite milkshake. Costa poco, dura meno, ma obiettivamente mi piace e posso ritoccarlo senza troppi problemi (senza starci troppo attenta col pericolo di sembrare un pagliaccio) nel corso della giornata;
Il secondo è un altro gloss ipeglitterato di un rosa corallo più intenso. E' della linea glamshime di L'oréal, il n. 106. Non fatevi ingannare dalle 6h scritte sulla confezione, dura meno di quello essence e costa sui 10 euro (fatevi due conti...). Il colore è effettivamente molto carino, dà molta luce al viso.
La terza è una combinazione di due prodotti che insieme tirano fuori il meglio di loro. E' quella che sto utilizzando di più al momento. Si tratta del matitone-gloss di Kiko, insieme al cristalliced di essence. La matita è rosa e glitterata ed il gloss semitrasparente con riflessi lilla di essence gli dona quella marcia in più. Insieme durano anche più che un gloss (mezza giornata, senza mangiare, senza problemi).
Il quarto è il colore shock di questa parte di percorso: è il creamy di Kiko di un color che non è ancora del tutto rosso (c'è ancora del rosa dentro) sul mattone. Non è del tutto matte, non ha glitter, brillantini ed è leggerissimamente satinato. Ecco questo per me già diventa un colore impegnativo da portare, anche se mi piace moltissimo. Non vi dico nulla sulla durata perché francamente non l'ho testato abbastanza per esprimere un parere.
Dopo questo breve excursus nel colore intenso, mi dovevo rifugiare in tonalità più "familiari" e così ecco apparire un simili-nude, appena più scuro per essere considerato un nudo vero e proprio, satinato: lo shiny lip di Kiko e per finire (questo è stato un regalo) un bel rosa barbie quasi glossato di Madina. Il rosa sulle labbra dona veramente tanta luce al viso. Con un blush adatto fa effetto "salute" senza per questo essere un colore "invadente", adatto ad essere portato sin dalla mattina. Mi piace!
Le due matite sono rosa (quella di Madina) ed una color arancio-corallo (di Essence).
Spero che questa parte di percorso vi piaccia. Alla prossima :-)


mercoledì 7 novembre 2012

Colori a confronto.

Ancora swatches, ancora palettes di Neve cosmetics.
Ho pensato che, considerato che  ormai dappertutto potete vedere gli swatches di tutte le palettes di Neve, forse sarebbe stato meglio provare a swatchare i colori fra loro simili, o della stessa famiglia, o anche solo lontanamente parenti :-D anche se dal finish diverso. Senza dimenticare che niente come il finish cambia il colore di un ombretto.
Potete vedere dall'alto in basso:
Peaches & cream dalla palette chiarissimi: rosa pesca satinato
Mezza estate dalla palette duochrome: giallo ocra con riflessi rosa
Bon bon dalla palette elegantissimi: color albicocca chiaro opaco.

Devo dire che mezza estate è uno dei miei colori favoriti della duocrhome. Non dico che ho comprato la peltte per vedere che colore fosse ma quasi :-P Pur essendo di base, più che un ocra, proprio un colore pescato-aranciato intenso e acceso direi, ha dei riflessi rosa che purtroppo non sono riuscita a rendere in fotografia, anche se sullo swatche erano evidentissimi. Il colore è molto pigmentato e non polveroso, lo vedete applicato asciutto e senza base (come tutti del resto). Basta sfiorare la cialda per prelevare il prodotto che risulta molto scrivente. Davvero un bellissimo colore. E' il più intenso dei tre ed è di qualche tono più scuro rispetto a peaches & cream, che è un arancione pesca solo un poco tendente al rosa, dall'effetto satinato frizzantino e superchic. Lo trovo adattissimo ad un trucco discreto ma curato e secondo me con misura può essere usato come blush. Sulle labbra è splendido, mi è subito piaciuto moltissimo (mi risprometto di farvi vedere come rende mescolato ad un gloss trasparente). Anche questa cialda è superpigmentata, scrivente senza essere granchè polverosa.
Bon bon è davvero sinonimo di sobrietà ed eleganza, d'altra parte è inserito nella elegantissimi, appunto. E' completamente opaco, il che lo rende particolarmente versatile per ogni utilizzo che se voglia fare. Al solito pigmetazione e scrivenza sono ottime.
Per quel che riguarda la durata di questi ombretti, io di solito metto sempre una base (dal quella alverde a quella essence) e gli ombretti durano tranquillamente senza entrare nelle pieghe. Ammetto di non averli sottoposti a prove estreme, tipo star fuori tutta notte o star fuori tutto il giorno dalla mattina presto (ma solo perché la mattina presto non ho mai voglia di truccarmi e la sera in genere non esco spesso :-P)







martedì 6 novembre 2012

Chi si becca la Becca??

Altro concorsino superstuzzicante in rete: stavolta l'idea è di Hermosa che, per il compleanno dell'apostrofo rosa, mette in palio questa meraviglia
Se volete sapere come partecipare cliccate qui e seguite le istruzioni. Sono benvenute anche le nuove arrivate :-)

domenica 4 novembre 2012

Ricordi dell'estate



Una fresca serata estiva. Il sole non è ancora tramontato, c'è ancora tanta luce, persone che cercano di afferrare fra le mani un po' di cielo, l'ocra dell'erba bruciata dal sole, le nuvole nel cielo che creano bellissimi disegni fatti di luce ed ombre sulla terra. Castelluccio di Norcia.

venerdì 2 novembre 2012

Marroni a confronto, Neve Cosmetics

Come detto ho una montagna di swatches da farvi vedere. Non avendo tempo devo approfittare di ogni secondo ed ecco che così posso cominciare a farvi vedere qualcosa (per fortuna ogni tanto c'è un momento libero, ma fra poco si ricomincia a correre!)
Questi sono quattro marroni. Io adoro i marroncini, non si era capito XD Li trovo eleganti e discreti, in una parola sobri, adatti ad essere portati sempre. Lo so che a qualcuna potrebbero sembrare colori noiosi e senza fantasia, ma che volete farci, io li trovo versatili (insomma anche l'età avanza e vuole sobrietà specialmente nelle occasioni più formali).
Si fa presto a dire marrone però :-P Nel senso che sono tutti diversi, con sottotoni e finish diversi. 
Questi primi che vi faccio vedere sono tutti di Neve Cosmetics
Dall'altro verso il basso abbiamo:
Muffin dalla palette scurissimi: color cioccolato dal finish lievemente satinato.
Fondente, ombretto minerale: color cacao intenso dalla finitura matte
Espresso dalla palette elegantissimi: marrone scuro, freddo e opaco. Molto scrivente.
Zen, ombretto minerale dalla Kawaii Japan Collection: marrone-grigio molto scuro dalla finitura matte.
Come potete vedere fondente vira violentemente verso il rossiccio, quasi come il colore del legno di ciliegio. Accostandolo al cacao in polvere difficilmente lo distinguereste. 
Muffin invece trovo sia un pochino più chiaro di un color cioccolato e forse di una tonalità più calda. E' l'unico ad avere un finish diverso, è leggermente satinato, ma comunque assolutissimamente non shimmer o brillantinoso, è solo più luminoso rispetto ai matte. Nonostante sia inserito nella palette degli scurissimi è il più chiaro di tutti. 
Espresso e zen invece sono molto simili, freddi, freddissimi ed opachi, anche se zen è più scuro ed intenso. 
Quest'ultimo lo adoro proprio, è il mio preferito, sfumato nella piega a dare definizione ad un taupe qualsiasi.
Le cialde delle palette sono piuttosto polverose, ma niente di drammatico, la scrivenza è molto buona, anche se gli ombretti minerali scrivono di più.
I colori sono stati applicati tutti asciutti e senza base, per farvi rendere conto della resa reale, ma possono essere applicati anche bagnati se volete un effetto più deciso.
La durata, anche senza base è piuttosto buona, certo che con una base dureranno certamente di più. Sfumabilità ottima di tutti e quattro.
Eccovi le immagini a destra più sature a sinistra meno.

Testando testando .... Verdesativa - Biocream piedi e gambe defaticante

Io spesso, come avrete notato, cerco questo tipi di prodotti: defaticanti per le gambe, che aiutino  la micro-circolazione e che diano una sensazione di freschezza.

Vi avevo già parlato di quella di bioearth e perfino della crema anticellulite di oleandra che contiene attivi specifici che aiutano la circolazione qui e qui.
Ho trovato altre creme e pomate specifiche, come la pomata all'ippocastano di victor philippe e la crema sollievo gambe di omnia botanica (di cui non vi ho ancora parlato).
Considerato che vi avevo anticipato che vi avrei recensito altre creme simili, eccomi qui e comincio con verdesativa, la biocream piedi e gambe defaticante.
Le indicazioni della casa cosmetica sono abbastanza chiare: questo prodotto è finalizzato ad incrementare la micro-circolazione di piedi e gambe. Dovrebbe combattere l'affaticamento, donando una sensazione di sollievo.
Ad una prima occhiata questa crema appare di color giallino, molto molto fluida (quasi liquida a dire la verità). Se se ne prende una discreta quantità forma un pochino di scia bianca che comunque scompare subito dopo un breve massaggio. E' molto leggera e non lascia la pelle unta. La cosa che colpisce non appena si apre la confezione è l'odore mentolato quasi balsamico: a me - devo dire - non è che sia piaciuto particolarmente, ma non lo trovo sgradevole; ha solo una nota particolare che non riesce proprio a piacermi (mero parere personale, ho letto su altri blog che l'odore è stato apprezzato).
Nota particolarmente positiva di questo prodotto è che oltre alla classica sensazione di freschezza - l'effetto freddo - idrata a fondo la pelle che poi risulta veramente morbida e liscia (perfino le mie mani, dopo aver applicato questa crema, risultavano belle idratate). Infatti se date un'occhiata all'inci vedrete in alto l'olio di mandorle dolci, inoltre contiene anche burro di karitè.
Se effettivamente incrementi il micro-circolo non lo so, ho solo usato qualche samples accumulato nel tempo, non possiedo la full size. 
Io ho sentito chiaramente la sensazione di fresco data dalla presenza della menta che forse è più piacevole nel periodo estivo che non ora.  
Prodotto interessante, sicuramente da rimeditare, rimandato alla prossima primavera.
Vi ricordo che Verdesativa dà l'opportunità di ricevere dei samples in omaggio, mandando una busta con il vostro indirizzo, preaffrancata con 3 euro in francobolli. Potete trovare tutte le info qui Opportunità ghiotta per chi desidera provare i prodotti prima di comprare una full size. Grazie Verdesativa :-)
Infine eccovi l'inci:
AQUA (solvente) GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente) PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL (vegetale / emolliente) MENTHA PIPERITA OIL (vegetale) CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante) STEARYL ALCOHOL (emolliente / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante) SODIUM STEAROYL LACTYLATE (emulsionante) MENTHA VIRDIS OIL (vegetale) MENTHOL (Denaturante) BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (Vegetale/emolliente) GARDENIA TAHITENSIS FLOWER EXTRACT (vegetale) CITRUS AURANTIUM BERGAMIA OIL (vegetale) CANNABIS SATIVA SEED OIL (olio vegetale) RETINYL PALMITATE (additivo) MELALEUCA ALTERNIFOLIA OIL (antibatterico) HYPERICUM PERFORATUM EXTRACT (vegetale) AESCULUS HIPPOCASTANUM EXTRACT (vegetale) JUNIPERUS COMMUNIS OIL (vegetaleMELISSA OFFICINALIS EXTRACT (vegetale) ROSMARINUS OFFICINALIS EXTRACT (vegetale) TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante) D-LIMONENE (Allergene del profumo) TOCOPHEROL (antiossidante) ASCORBIC ACID (antiossidante / agente tampone) DEHYDROACETIC ACID (conservante) LINALOOL (Allergene del profumo) AMYL CINNAMAL (Allergene del profumo)POTASSIUM SORBATE (conservante) SODIUM BENZOATE (preservante) BENZYL SALICYLATE (Allergene del profumo) BENZOIC ACID (conservante) HYDROXYCITRONELLAL (Allergene del profumo **) TOCOPHERYL SUCCINATE (antiossidante) CITRAL (Allergene del profumo).

Gli arcobaleni di Neve Cosmetics

Duochrome - Neve Cosmetics
 Scurissimi - Neve Csometics
 Chiarissimi - Neve Cosmetics
Elegantissimi - Neve Cosmetics

Sono talmente conosciute che ovunque sul web si trovano swatches e review. Io ho approfittato dell'offerta che c'è stata per il compleanno di Neve per acquistare la Chiarissimi, la Scurissimi e la Elegantissimi (o Pallosissimi, come ribattezzata da Misato-san per via dei colori neutri XD) scontate, insieme al kabuki, a sua volta scontato. La Duochrome l'ho acquistata, anche essa scontata, dallo shop innominabile (per fortuna almeno lei è arrivata integra!). Devo ancora provarle e sperimentare come si deve, ma è inutile dirlo, mi piacciono da morire. Praticamente non guardo più ombretti in giro (bugia! :-P), rettifico, non compro più ombretti (anzi dovrò dar corso anche io ad una beauty adoption) perché anche in combinazione fra palette diverse si possono fare infiniti trucchi, da quelli nude, a quelli da giorno un pochino briosi, a quelli da sera, più carichi che mai.
Un trucco che vorrei provare prossimamente, mescolando la duochrome e la elegantissimi, è questo qui:
Lo trovo veramente carino ed ha utilizzato un colore che per me è difficilissimo (fireworks) perché veramente molto acceso (difficilmente lo avrei scelto per un trucco da giorno, ma come insegnano Takiko, Misato e le altre questo non deve essere per forza neutro, poco vistoso ed il più naturale possibile! E allora via al colore, considerato che al momento ne ho una discreta scelta. XD
Anche se si trovano in giro, prima o poi pubblicherò anche gli swatches di tutto (anche sulla pagina facebook), devo trovare il tempo ed una luce decente.

Come già detto in passato, se mai dovrò acquistare altro di Neve, penso lo acquisterò direttamente dal loro sito, hanno il limite per le spese gratuite piuttosto alto (69 euro) però il pacco arriva alla svelta e il servizio clienti è davvero impeccabile.
Venendo alle palette in sé ho notato subito che i colori sono molto pigmentati (chi più chi meno, insomma, la scurissimi è parecchio pigmentata, qualche ombretto della chiarissimi lo è meno). Io li applico comunque utilizzando una (bio)base perché alcuni tendono a svolazzare parecchio (qualche cialda della duochrome e qualche cialda della chiarissimi in particolare).
La cosa che i piace di più è che siano colori multiuso (alcuni lipsafe) e che non contengano paraffina e petrolati, silicone, parabeni e schifezze varie (anche se tenere un ombretto siliconico qualche ora non ha mai ucciso nessuno :-D). Si possono usare wet&dry (e bagnati raggiungono una intensità pazzesca).
So che queste informazioni si trovano ovunque ed infatti cercherò di proporvi dei piccoli post più specifici da qui in avanti. Al momento è tutto, a presto.

Trattamenti per capelli del momento.


L'acqua floreale di rosmarino vanta virtù riequilibranti, purificanti, astringenti e tonificanti per questo è consigliata in caso di pelle grassa o acneica. Io l'ho presa però principalmente per un altro motivo: considerato che migliora la micro-circolazione è indicata nei trattamenti contro la caduta dei capelli.
Al momento la sto picchiettando sul cuoi capelluto prima di lavare i capelli, la mescolo poi allo shampo all'arnica e lavanda di tea natura per diluirlo. La uso, infine, in tutte le maschere e in tutti gli impacchi che faccio, henné compreso.
Ha un odore piuttosto pungente di rosmarino (toh!), e no, non fa miracoli, però mi dà modo di prendermi cura della mia pelle e dei miei capelli in modo naturale.
L'inci è brevissimo:
Rosmarinus officinalis water, linalool, linonene
La lozione dopo-shampo all'aceto di sidro, invece, è pronta all'uso (è una miscela di acqua, aceto di sidro al 30% in macerazione con un complesso di oli essenziali) e va vaporizzata sui capelli umidi dopo averli lavati con i prodotti abituali. E' un aceto (ed ha l'odore forte dell'aceto!), quindi rende i capelli lucidi e mi sembra che riesca anche a tenere a bada, seppur parzialmente, il crespo. Io sto attenta a non usarne troppo perché non vorrei che troppi prodotti acidi finiscano per fare l'effetto opposto e seccarmi i capelli, però lo trovo un buon prodotto dopo-shampo, da mettere prima della messa in piega. 
Inutile dire che è perfetto per essere usato anche per acidificare l'henné prima dell'applicazione, anche se per questo uso è un po' caro.
Oltre al prezzo, l'altra nota dolente è che l'odore è veramente persistente, e - per fortuna che fa più freddo - si sente. Non sempre ho voglia di uscire con questo odore sui capelli (anche se dopo un po' fortunatamente svanisce pian piano). Come trattamento non è male, ma penso farebbe lo stesso effetto del comune aceto di mele (che ha oltretutto un odore più gentile).
Ecco l'inci:
Aqua, acetum, Anthemis nobilis flower water, lavandula angustifolia flower water, rosmarinus officinalis flower oil, citrus limon peel oil, Limonene, Linalol



Entrambi i prodotti sono Centifolia la famosa marca bio francese ed entrambi sono il frutto dello sciagurato acquisto dallo shop on line italiano di cui ho scritto tempo addietro.
Ho pagato la lozione 10,00 euro e l'acqua floreale 11,00 euro, contro i prezzi sullo shop francese di 6,80 e 7,40 (ora è pure in offerta). 
Senza neppure considerare la mia disavventura, dunque, conviene comprare questi prodotti oltralpe se servono più cose (con la differenza dei ricarichi italiani si compensano le spese di spedizione, che comunque ci sono anche in Italia e il limite per averle gratis è piuttosto alto). 
Se devo essere sincera, esistono mille altre marche ecobio che producono idrolati meno costosi, la prossima volta, infatti, penso che mi rivolgerò altrove. Per quel che riguarda la lozione, invece, proverò a mescolare qualche goccia olio essenziale a scelta, nell'aceto di mele. Questi 21 euro, pur essendo i prodotti in sé anche validi, sono stati veramente mal spesi (e pensare che proprio il dopo-shampo all'aceto di sidro è stato il prodotto che maggiormente mi ha attratta).
Spero che queste informazioni vi siano utili, vilascio le indicazioni della casa cosmetica e vi auguro la buona notte (al momento è l'una!) 



giovedì 1 novembre 2012

Takiko: il kit (concorso 250 iscritti)

Scrivo più che volentieri questo post per il concorso che ha ideato Takiko di Soffice Lavanda per il raggiungimento dei 250 iscritti e le 50.000 (wow!) visualizzazioni.
Io la seguo spesso, la trovo veramente carina ed elegante e adoro i suoi trucchi (quello che ha creato ultimamente ispirato a marieantoinette è splendido! 
Questo è il premio messo in palio: il Kit Takiko :-)

Se volete sapere come partecipare non vi resta che cliccare sui link =)