sabato 23 marzo 2013

TAG: la mia NON wishlist!

Girovagando per vari blog , ne ho trovato uno interessante, aperto proprio da poco e di cui ho letto con grande attenzione il post iniziale, di presentazione per così dire. Mi sono sentita in sintonia e così ho cominciato a leggere anche tutti gli altri post.
Ve ne parlo per un motivo, l'autrice, Giù, ha ideato un Tag che mi ha divertito parecchio: ovvero 'la mia non wishlist' ovvero tutti quei prodotti, magari desiderati in un primo momento ma che poi non abbiamo acquistato perché magari non ci hanno convinte fino infondo.

Eccovi la mia:

Primo prodotto, incredibile dictu per molte blogger, amanti del make up etc... è la Naked basics di Urban Decay. Io amo follemente i colori naturali, i marroni, i tortora, i "nude": ho diecimila ombretti minerali su quei toni, ho pure la elegantissimi di Neve Cosmetics, quindi in un primo momento, quando ho visto questa, l'ho subito desiderata. Poi guardandola meglio... Boh! ha troppe basi chiare e nessun tono di marrone intermedio, nessun bronzato e gli scuri li trovo un po' banali. Anche se questa è l'unica delle palette di UD che considero "veramente " naked, penso che mai la comprerò, non mi esaltano neppure gli swatches. Credo che la palette di Neve sia più completa.
                                     
Il secondo prodotto è un blush ed è il coralista di Benefit. Ne parlano tutti ovunque, ma al momento dello swatch non mi ha conquistata e boh, non mi pare sia un colore così introvabile o particolare. Poi la confezione non mi ispira: è molto carina, ma secondo me nella borsa si apre. 

A qualcuno potrebbe venire in mente che fin ora è tutta roba stra costosa e che quindi io un po' non voglia e un po' non possa comprare. Il che è parzialmente vero, nel senso che devo pensare alle mie uscite, perché se spendo 40 euro per una palette, poi devo rinunciare a qualcos'altro. Ma penso che ognuna di noi debba fare questi calcoli :-)
E comunque il costo è solo uno dei fattori che influenza queste mie (non) scelte.
Ed a riprova di quanto sto dicendo metto in questo elenco tutte le varie palette di Kiko, i famosissimi quad che escono per ogni nuova collezione.
Ma santo cielo, Kiko conosce un solo finish per gli ombretti? Ogni volta che me le sono trovata davanti in negozio, queste palettine mi sono sembrate niente di che e per di più alcune neppure scriventissime, perché tutte impazziscano per loro, proprio non lo so.

il terzo prodotto non è di make up ma è una crema viso: l'elicina alla bava di lumaca. Non che abbia timore delle piccole bestiole sbavose che per di più mi stanno simpatiche, ma spendere 42 euro (!) per una crema che ha, al secondo posto nell'inci, la paraffina ANCHE NO!

riprendiamo il filone di make up citando l'high definition powder di MUFE: 10 grammi di silica a 30 euro. U__________U Ho detto tutto.




Altro cosmetico decorativo: 100% pure fondotinta con frutti. Tutte quelle che lo hanno provato lo adorano, ma non credo che mai metterò sul viso qualcosa di cui non si capisce la formulazione! Piuttosto ne provo uno con inci brutto ma dichiarato.

Ultima citazione per le varie box, compresa quella bio: spendere dei soldi per dei prodotti che non so se/quando userò, se saranno adatti a me, per poi magari trovarmi piena di roba che non riuscirò ad utilizzare... è più forte di me, non ce la faccio, va contro ogni mio proposito di acquisto il più possibile consapevole, non fa per me.

Vio avete una non wish list? Abbiamo magari qualche prodotto in comune?
NB: tutte le immagini sono state prese da google immagini.

Acquisti per la cura del viso: Alchimia Natura

Piccolo haul per completare la routine viso considerato che i prodotti fitocose sono ormai terminati.
Quando ho pensato a cosa avrei voluto comprare, dato che la primavera finalmente è arrivata, ho pensato subito al triple c serum, comprato da saicosatispalmi. Vi ricordate? Ve ne avevo parlato qui ed è tra i cosmetici migliori che abbia mai provato, dai risultati evidenti e visibili.
Purtroppo da Barbara, al momento del mio ordine, questo prodotto era esaurito, così mi sono rivolta  ad alchimia natura, che all'interno del proprio sito ha aperto una sezione shop (finalmente!).
Con mia grande sorpresa ho scoperto che proprio i prodotti che volevo erano in quel momento in offerta, e così non ho esitato, ho inoltrato l'ordine pagando tramite una ricarica postepay (in realtà volevo pagare attraverso carta di credito ma ho cliccato troppo in fretta...). Ma ecco i protagonisti di questo post:
Vitamina C serum gocce per il viso, prezzo da listino 26,90 euro per 30 ml di prodotto, io l'ho pagato 20 euro. Invece che la pipetta ha un comodissimo erogatore spray.
Vitamina C crema antiossidante, prezzo di listino 32 euro per 50 ml di prodotto, pagata 26 euro
Omaggio minitaglia da 15 ml del burrone molto generosa (il barattolino è stra-stra-colmo). L'omaggio è molto molto gradito, ma non è possibile sceglierlo.
Ai miei 46 euro di spesa totale ho potuto detrarre il 10% grazie ad un codice sconto trovato casualmente su un blog di cui non ricordo il nome (l'autrice mi perdonerà, ma credo sia agevole trovarlo in rete perché il blog è molto famoso... Basterà cercare con google :-))
Le spese di spedizione sullo shop sono gratuite per ordini di almeno 40 euro, così la mia spesa finale è stata di 41,40 euro.
Il pacco è arrivato dopo una settimana, in pessime condizioni, nel senso che si vedeva che era stato prima aperto e poi richiuso, ed una volta aperto ne ho avuto la conferma, non perché mancasse qualcosa ma perché la carta da imballaggio che serviva per ammortizzare eventuali bruschi spostamenti era appallottolata tutta da una parte con la crema e la boccetta di vetro chiuse nella plastica con le bolle dall'altra. La Minitaglia di prodotto non so come non si sia persa perché praticamente era nella parte del pacco che era stata aperta. Questo  imballo discutibile secondo me però, non è stata opera di alchimia natura, ma del corriere, infatti su un lato è stato apposto lo scotch di Bartolini e un adesivo con la scritta "controllo eseguito, 2 pezzi + omaggio". Vabeh meno male che è arrivato tutto e tutto intero!

Venendo alla vitamina c serum, vorrei segnalare delle differenze a livello di inci rispetto al triple c serum venduto su saicosatispalmi.
Vitamina C serum
Aqua, Ascorbic acid, Alcohol, Glycerin, Propolis Cera extract, L-glutathione, Sodium Hyaluronate, Rosa Canina extract, Citrus Limonum oil, Sodium bicarbonate, limonene, citral, linalool, geraniol.
Triple C serum
Aqua, Ascorbic acid, Alcohol, Glycerin, Vaccinium Myrtillus extract, Sodium Hyaluronate, Rosa Canina extract, Sodium bicarbonate

Il triple c serum ha l'estratto di mirtillo, mentre il vitamina C serum la l'estratto di propoli e l'L-glutatione, un antiossidante e disintossicante. Spero che quest'ultimo sia efficace quanto il fratello triple C :-)

A livello di prime impressioni, la crema mi ha molto colpito perché benché sia corposa, è molto asciutta e non untuosa ed ha un profumo di agrumato buonissimo :-)
Il Burrone sembra davvero burro montato, morbidissimo, facile da spalmare.

Al momento questi prodotti sono ancora in offerta, quindi se siete curiose di provarli è questo il momento!
Questo è il sito di Alchimia Natura e questo è il loro lo shop on line

Fra qualche mese vi farò una review completa di questi prodotti. E voi avete provato qualche prodotto di alchimia natura?




Edito per dire un'ultima cosa che ho tralasciato prima: l'assistenza telefonica che ho avuto da alchimia natura è da lodare. Lo status del mio ordine non era stato aggiornato, così a distanza di una settimana risultava ancora in attesa di pagamento. Ho telefonato per avere spiegazioni in merito e la signorina è stata gentilissima! Mi ha detto che l'ordine sarebbe arrivato quella stessa mattina della telefonata e che c'era stato solo un disguido nella modifica dei dati sul sito. :-)

martedì 19 marzo 2013

Tea natura - Balsamo ammorbidente lino ed aloe

Eccomi con una review, finalmente.
Questa sera vorrei parlarvi i un prodotto di cui ho sempre sentito parlare bene ma che a me, purtroppo, non è piaciuto poi tanto... La mia chioma non ha apprezzato come avrei sperato all'inizio, quando ho comprato questo prodotto.
Sto parlando del balsamo ammorbidente lino e aloe di Tea Natura.
Ma partiamo dal principio.
Come sapete prima di comprare qualsiasi cosa leggo gli inci e le review di ragazze che hanno utilizzato quel prodotto prima di me. In questo caso l'inci è ineccepibile e le recensioni tutte positive, avevo poi provato la versione precedente di questo balsamo, quella alla salvia e mandarino che mi era piaciuta moltissimo, quindi al momento dell'acquisto (ve ne avevo parlato qui) ero piuttosto tranquilla.
Solo che al momento di provarlo... non so... qualcosa non quadrava e non quadra tuttora.
Più che un balsamo cremoso è un fluido bianco, dal profumo non indimenticabile ma almeno non invadente. E' contenuto in una bottiglia di vetro con tappo in alluminio e se la confezione in sé è riciclabile, riutilizzabile, ecologica etc... devo dire che da portare sotto la doccia non è proprio l'ideale, anzi è proprio scomoda oltre che un pochino pericolosa (se scivola via dalle mani può essere un problema).
Ma vabeh su questo ci si può passare sopra facilmente riciclando la prima confezione di balsamo di plastica che trovate in giro per casa :-)
Quello che proprio non mi convince di questo balsamo è la consistenza fluida, tendente al liquido che letteralmente scivola via dai miei capelli: il problema in soldoni è che non li districa a sufficienza.
Io ho i capelli delicati, sottilissimi e crespi, quindi non essendo cremoso dovrebbe essere più semplice per me districare, invece non lo è. Devo fare più passate e per i nodi devo prestare ancora più attenzione. Non lo consiglierei per i capelli tendenti al secco perché secondo me non nutre abbastanza.
In più non ho riscontrato neppure un grande effetto ammorbidente.
Ok, il tempo di posa è quello che è, mica si può pretendere chissà cosa, ma quando applico anche solo il gel d'aloe sui capelli, come impacco pre-shampo, dopo averli lavati difficilmente li trovo crespi, cosa che accade quando utilizzo questo balsamo.
In conclusione credo che passerò a testare altri balsami ecobio. Questo è un prodotto in sé molto molto valido, con esterquat, lino ed aloe, ma non è adattissimo ai miei capelli.
Ecco l'inci:
 AQUA (solvente), DIOLEOYLETHYL HYDROXYETHYLMONIUM METHOSULFATE (antistatico / condizionante per capelli), CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante), STEARYL ALCOHOL (emolliente / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante), GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente), LINUM USITATISSIMUM SEED EXTRACT (vegetale / emolliente), OLEA EUROPAEA LEAF EXTRACT (profumante / condizionante cutaneo), TILIA CORDATA EXTRACT (vegetale), ALOE BARBADENSIS LEAF EXTRACT (emolliente), PRUNUS AMYGDALUS DULCIS SEED EXTRACT (condizionante cutaneo), CITRUS MEDICA LIMONUM PEEL OIL (coprente / condizionante cutaneo), CITRUS AURANTIUM AMARA LEAF OIL (profumante / coprente), JUNIPERUS COMMUNIS FRUIT OIL (vegetale), LAVANDULA HYBRIDA OIL (emolliente), GLUCONOLACTONE (additivo), SODIUM BENZOATE (preservante), D-LIMONENE (Allergene del profumo / coprente), LINALOOL (Allergene del profumo), CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante) 

sabato 9 marzo 2013

venerdì 1 marzo 2013

Prodotti Finiti

Quanto tempo che non posto qualcosa! E' che sono stata incasinatissima al lavoro, poi ci sono state le elezioni e sono stata precettata ai seggi per scrutinare, poi una bella settimana di influenza... ed eccomi qui. Sono in condizioni abbastanza pietose per fortuna la situazione va a migliorare (è la prima notte che dormo - da una settimana! - e la prima mattina sfebbrata :-D)
Dato che comincio a sentirmi meglio e sono a casa, comincio col postare qualcosa.

Innanzi tutto vi parlo dei prodotti che ho finito in questo periodo.

Comincio da un mio grande amore ovvero l'impacco all'olio di sapote dei provenzali di cui vi avevo già parlato e che ha suscitato tantissima curiosità.
L'avevo accantonato per un periodo, poi l'ho ripreso ed ora l'ho terminato.
Che dire, io adoro questo impacco. Non permette che i miei capelli si increspino come fanno di solito, rimangono definiti, vaporosi e lucidi. Io l'ho adorata anche se dai commenti ho letto che ha fatto impazzire molte di voi perché risultava troppo grasso sui capelli, impiastricciandoli. 
Effettivamente occorre ponderare gli acquisti su prodotti adatti alla nostra particolare tipologia di pelle/capelli, questo prodotto per me è ottimo, ma capisco che altri ci si possano trovare male: c'è tanto burro di karité dunque chi non ha bisogno di nutrire i capelli se li troverà unti.Se l'avete comprato, e non va bene per la vostra tipologia di capello però non buttatelo, riciclatelo! Come? Così :-)
Il profumo di questa maschera, come quello dell'olio di sapote, è molto dolce, a me piace da matti :-)
L'applicazione è piuttosto semplice perché pur essendo una bella crema corposa semi-solida si spalma piuttosto bene. Non ne occorre tantissimo, districa bene e profuma. Io che sono sempre alla ricerca di prodotti nuovi penso che la ricomprerò. L'inci è discreto e potete trovarlo nel link in alto.

Il secondo prodotto finito è un altro mio grande favorito: si tratta del detergente per il viso vivi verde coop di cui vi avevo già parlato qui. Anche questo accantonato per un periodo a favore di un detergente che oltre a lavare facesse un leggero scrub al viso, poi ripreso e terminato.
Il rapporto qualità prezzo di questo prodotto è elevatissimo: come vi avevo già detto è un ottimo detergente per il viso che non secca la pelle, non la stressa e non la aggredisce. Anzi, è veramente delicato, rinfrescante ed anche lenitivo. Ricordo che in estate, anche quando lavavo il viso più volte al giorno in cerca di refrigerio, la pelle non si è mai seccata o irritata. Ora, d'inverno, ho la pelle secchissima per via della temperatura, molto irritabile e reattiva, ma questo detergente non mi ha mai dato problemi. Mi spiace solo averlo finito proprio ora che - finita l'influenza - ho la pelle fra il naso e la bocca letteralmente distrutta. :-(
Se vi interessa l'inci potete vederlo qui

Il terzo prodotto terminato non è stato comprato né per l'inci né per la sua funzionalità, è solo una coccola: si tratta della pasta lavante ed idratante per il corpo China dell'erbolario, dal profumo celestiale. 
Non so se ricordate ma io impazzisco per questa profumazione dell'erbolario, la adoro letteralmente e credo sia una delle più buone che abbia mai provato. Non è troppo dolce, è speziata, orientale... è buonissima. 
A riprova di questo, di questa linea ho anche il talco liquido e il bagnosciuma.
L'inci è la vera ciliegina sulla torta, non è affatto malvagio, anzi è tutto sommato una discreta lista di ingredienti, per un prodotto che mi piace da matti:
AquaSodium lauroyl sarcosinateGlyceryl stearate, glycerin, stearic acid, cetearyl alcoholParfum, coco glucoside, cellulose gumsodium lauroyl glutamate, oryza sativa, persea gratissima, sesamum indicum, nigella sativa, prunus persica, rosmarinum officinalisglycine sojacinchona succirubra, morus nigra, rheum palmatum, xanthan gumpalmitic acid, sodium riceamphoacetate,  sodium chloride, limonene, eugenol, potassium sorbate, phenoxyethanol, Methylparaben, ethylparaben, propylparaben, butylparaben
Di questo prodotto posso dirvi che è effettivamente una 'pasta' nel senso che è una crema densa, corposa e morbisissima. Non fa moltissima schiuma, ma lava bene senza aggredire la pelle. Con l'acqua e questo prodotto nella spugna si sprigiona un profumo celestiale, che poi persiste sul corpo anche dopo essere usciti dalla doccia.
Non secca la pelle, che anzi risulta più morbida e profumata. E' ottimo anche per un uso frequente perché davvero non aggredisce la pelle. Ci sono sono un sacco di estratti di piantine e oli che vantano proprietà nutritive e tonificanti per la pelle. Insomma per me questo prodotto è super super promosso! 
Mi pare che costi sugli 8 euro per 150 ml di prodotto.
Vista la formulazione in crema, dura un po' (non tende a colare) e - considerato che credo che la profumazione sia pensata per un 'pubblico' maschile - può tranquillamente andar bene anche per fidanzati/mariti :-D

Il quarto prodotto di cui vi parlo è ancora una volta dell'erbolario e si tratta del deodorante fluido delicato cremasalvia. Mi era stato regalato un Natale di qualche anno fa e dopo averlo guardato per lungo tempo senza aprirlo mi sono decisa a testarlo nonostante l'inci.
L'ho provato saltuariamente e mai continuativamente nel tempo, sempre alternato a qualcos'altro e nell'ultimo periodo solo quando in emergenza, ovvero quando causa trasbordi tra casa mia e casa del mio ragazzo, mi ritrovavo senza il mio deodorante.
Questo perché questo prodotto contiene triclosan. Mi spiaceva buttarlo via, ma non mi fidavo assolutamente a farne un uso prolungato nel tempo. Alla fine per fortuna è finito.
Devo dire che se non fossi una persona che banda all'inci probabilmente ricomprerei questo deodorante perché è l'unico deodorante in crema che realmente funziona, anche in estate.
Profuma delicatamente di salvia e questo odore, anche dopo una giornata bollente, rimane sulla pelle. Devo dire che non mi ha neppure mai provocato irritazioni o arrossamenti, anzi mi è sembrato delicato.
E' una cremina leggera leggera niente affatto densa, anzi piuttosto fluida che si spalma facilmente e si asciuga rapidamente senza lasciare residui sui vestiti. Non ti lascia a piedi come i deodoranti di Lavera e boh se si sforzassero di migliorarne la formulazione, probabilmente davvero lo ricomprerei.
Eccovi l'inci, che non parte neppure male mai poi...

AQUA (solvente) DICAPRYLYL ETHER (additivo) GLYCERYL STEARATE (emolliente / emulsionante) CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante) GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente) STEARIC ACID (emulsionante / stabilizzante emulsioni) SODIUM LAUROYL GLUTAMATE (antistatico / tensioattivo) SALVIA OFFICINALIS (vegetale) 
HYDROLYZED JOJOBA ESTERS (filmogeno / condizionante per capelli / condizionante cutaneo) TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante) ETHYLEXYLGLYCERIN (Emolliente) TRICLOSAN (conservante) PARFUM ACRYLATES/C10-30 ALKYL ACRYLATE CROSSPOLYMER (filmante) AMYNOMETHYL PROPANOL (Neutralizzante, regolatore del pH) CITRONELLOL (Allergene del profumo) GERANIOL (Allergene del profumo) BENZYL SALICYLATE (Allergene del profumo) BENZYL BENZOATE (Allergene del profumo) AMYL CINNAMAL (Allergene del profumo) HYDROXYSOHEXYL 3 CYCLOHEXENE CARBOXALDEHYDE (Allergene del profumo) LIMONENE (Allergene del profumo) LINALOOL (Allergene del profumo) BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL (Allergene del profumo) COUMARIN (Allergene del profumo) EUGENOL (Allergene del profumo) IMIDAZOLIDINYL UREA (conservante) DISODIUM EDTA (sequestrante / viscosizzante) PHENOXYETHANOL (conservante) METHYLPARABEN (conservante) ETHYLPARABEN (conservante) PROPYLPARABEN (conservante) BUTYLPARABEN (conservante) 

L'unico (sigh!) prodotto di make up terminato è la puder camouflage di alverde, di cui vi avevo già parlato qui e di cui intendo riciclare assolutamente il packaging. E' dotata di comparto con specchietto e piumino da cipria, confezione graziosa e funzionale (anche se il sifter sembra sia stato fuso con la confezione per quanto è duro, ho dovuto toglierlo con un coltello da cucina!)
Questa polvere è finissima e bianca, contenente silica che riflette la luce e quindi ha un discreto potere illuminante, lascia la pelle liscissima. Non ha alcun potere coprente (quindi la dicitura camouflage mi ha sempre lasciato perplessa) ha è ottima per fissare il correttore per le occhiaie :-P
Nonostante sia indicato per gli occhi (rectius: per coprire le occhiaie) io l'ho sempre utilizzata come cipria con una certa soddisfazione. Purtroppo non credo sia più in produzione, non riesco neppure a reperire l'inci e finite ormai le confezioni che avevo preso, la cosa mi spiace molto, sia per l'ottimo rapporto qualità/prezzo (meno di 4 euro!) sia per le prestazioni della polvere che lascia davvero una bella pelle, luminosa ma mai lucida e liscia. Un vero peccato.

l'ultimo prodotto di cui vi parlo è a crema nutriente di antos cosmesi, di cui ho terminato un sample generoso che ha preso mia madre non so più dove.
E' una crema corposa (quasi burrosa oserei dire, considerato che ha proprio la consistenza del burro a temperatura ambiente usato per la pasticceria) e ricca. 
Per chi cerca una crema anti-età ed ha la pelle secca la consiglio perché è ricca di oli nutritivi e contiene ceramidi, grandi amiche della pelle e ginseng, un vero toccasana :-)
Io l'ho usata per il corpo e per le mani, perché per il viso, per le mie esigenze, è eccessivamente ricca.
Mi è piaciuta molto perché lascia una bella pelle, morbida e nutrita. 
Antos cosmesi è un'azienda da tenere d'occhio perché fa dei bellissimi prodotti, naturali con inci verdi ad un prezzo veramente conveniente. Non è la prima volta che provo qualcuno dei loro prodotti e ne ho sempre ricavato una prima impressione positiva. 
Sarei curiosa di provare i loro prodotti per capelli che hanno un costo più che onesto e inci verdi... peccato per la distribuzione, perché non si trovano dappertutto, ma solo su alcuni shop on line (il loro sito ma non credo ordinerei direttamente da loro per le spese di spedizione, il sito cosmeticiecobio, da cui ho già comprato trovandomi piuttosto bene, che tiene i loro prodotti ma anche fitocose o naturado e neve cosmetics e centroaloe un negozio on line che ho scoperto da poco, ma di cui non ho ancora letto abbastanza recensioni per prendermi il rischio di fare un ordine...).
Ad ogni modo l'inci di questa crema è proprio bellino:

INCI: aqua, cetearyl olivate-sorbitan olivate*, glyceryl stearate*, persea gratissima oil*, macadamia ternifolia oil*, triticum sativum oil*, caprylic-capric triglyceride*, chamomilla recutita extract**, panax ginseng extract**, hipericum perforatum extract**, ceramide3, phospholipids, biosaccharide gum1, cetearyl alcohol*, glyceryl caprilate*, stearic acid*, tocopherol*, parfum.
*materie prime certificate o approvate da Ecocert /** erbe officinali da coltivazioni bio

Voi quali prodotti avete terminato in questo periodo?