mercoledì 27 novembre 2013

Prodotti finiti di questo periodo.


E' da tanto che non riesco a scrivere un post sui prodotti finiti del periodo. A dir la verità vorrei provare a scriverne con più continuità,  se non mensile, almeno bimensile o trimestrale. Vedremo, i buoni propositi ci sono :-)
Il primo prodotto di cui vi parlo è l'esosan gel, l'ho preso al Conad ed è un igienizzante per le mani di quelli senz'acqua. L'ho preso un anno fa ed è durato tanto perché invece che tenerlo nella borsa l'ho utilizzato in casa in situazioni più o meno di emergenza (tipo a casa nuova quando non avevano ancora allacciato le utenze). E' a base d'alcol e non ho mai usato prodotti più disseccanti di questo gel, mai. Disinfetterà pure, ma secca talmente tanto da spaccarmi letteralmente le pelle delle mani. Grazie al cielo posso dirgli addio per sempre. L'ho usato ben oltre il pao senza che cambiasse aspetto (ma per via della tipologia di prodotto immagino) ed è costato intorno ai 3 euro.
Il secondo prodotto è lo struccante bifasico di alverde. Momento di silenzio e sconforto. E' finito l'ultimo flaconcino. Non so se organizzare al più presto un viaggio in terra anglofona solo per ricomprarlo. Ve ne avevo parlato qui e posso confermare che toglie anche il trucco più pesante (non so i waterproof, ma gli ombretti in crema vanno via senza problemi, così come i mascara naturali o tipo essence), non irrita minimamente e non brucia gli occhi. Con lui è senza dubbio un arrivederci, prima o poi ne rifarò scorta! Anche questo ha un costo modesto, rapporto qualità/prezzo ottimo.
Passiamo allo shampo volumizzante di Lavera alla spuma di arancio, ecco, ve ne avevo già parlato qui e non ho molto da aggiungere: un buon prodotto. Costo approssimativo di 9 euro, consigliato per chi si approccia all'ecobio. Promosso.
Veniamo alle adorabili mini-taglie di biofficina toscana: arrivano tre flaconcini da 50 ml di detergente delicato, balsamo concentrato attivo e shampo delicato in una graziosissima pochette di cotone. Varrebbe la pena prenderle anche solo per quest'ultima XD Con l'acquisto per una cifra vicina ai 12/13 euro potete testare questi prodotti senza essere obbligati a comprare una full in partenza. Questa è una cosa senz'altro apprezzabile. del detergente delicato avevo già parlato qui e credo finirà nel prossimo ordine. Dello shampoo delicato e del balsamo invece non mi sono fatta un'idea precisa. Ho fatto un buon numero di lavaggi perché comunque basta poco prodotto (e il balsamo è veramente cremosissimo ai limiti del compatto) ed avevo anche dei campioncini frutto di ordini passati da smaltire, ma non ho ben capito la reazione dei miei capelli: una volta lo shampoo mi è sembrato delicato ma non troppo efficace (nel senso che i capelli si sono sporcati alla svelta), la volta successiva il balsamo mi ha dato qualche problema a livello di districabilità (forse l'ho diluito troppo)... Insomma dovrò riprovarli per un periodo più lungo per farmi un'idea più precisa.
Nel frattempo ho terminato altri due balsami: l'ormai famoso splendor al cocco e il balsamo alla caffeina di Alverde. Non mi ricordavo di avere un ultimo flacone di questo prodotto nell'armadietto ed ho pensato che invece di comprare altre cose sarebbe stato il caso di finire questo...
Dello splendor non hon credo di aver mai parlato qui sul blog ma è un balsamo che uso da sempre: ha un inci accettabile senza gli odiati siliconi ad un costo superconveniente (poco più di un eurello!) e quando non trovo nulla di decente sugli scaffali del supermercato mi butto sempre su questo! Ha una consistenza piuttosto strana, piuttosto liquida, ma districa perfettamente i capelli. Lo trovo un po' leggerino per i miei capelli usato tal quale ma per maschere e impacchi lo trovo veramente ottimo. Lo uso anche per fare la sherazade con l'henné. Una review questo prodotto se la merita proprio (presto su questi schermi XD). Per me promosso. Sul balsamo alla caffeina di Alverde, non essendo più in produzione (o almeno sul sito del dm non c'è più), spendo solo due parole: non mi è piaciuto. Ha l'alcool in terza posizione nell'inci subito dopo l'acqua e l'olio (glycine soia oil). Alla lunga secca e rovina i capelli. L'avevo preso perché indicato contro la caduta dei capelli, ma vabeh, come sappiamo bene, questi effetti sono tutt'altro che miracolosi.
L'ultimo prodotto finito è la crema mani intensiva al burro di karité di Phitorelax. Il suo difetto è che l'ho trovata un po' untuosa, il pregio è che è nutriente. L'ho presa da acqua e sapone durante le vacanze perché sprovvista della mia crema mani (avere la pelle delle mani secca anche d'estate è pazzesco: spalmarsi di roba unticcia anche in agosto... posso solo io!) e nonostante qualche perplessità non mi ha deluso. Non è la migliore crema per le mani che abbia mai provato, ma per l'emergenza del momento si è comportata bene. Anche di questa vi farò una review prima o poi.

L'ultimissimo prodotto di cui vi parlo (l'olio di sapone dei provenzali di cui vi avevo parlato qui) non è un terminato, ma più un caduto sul campo: arrivato a metà flacone (ma ben oltre il pao indicato) ha pensato bene di irrancidirsi. Buttato via. Non lo ricomprerò: ci sono oli decisamente più funzionali


venerdì 22 novembre 2013

Giveaway

Giveaway dell'angolo della make up e della moda! Se volete saperne di più seguite il link, io partecipo e questi sono i premi:
Come resistere alla vintage romance? :-)

martedì 19 novembre 2013

Beauty Adoption: bottega verde.

Arriva qui sul blog per la prima volta questa iniziativa della beauty adoption. Personalmente ne ho sentito parlare per la prima volta dalla brava Misato che ne ha organizzate diverse e così ho deciso di darmi da fare anche io. 
In genere si tratta di dare una nuova casa a prodotti nuovi o semi-nuovi, usati poco e igienizzati, che per qualche ragione la proprietaria ha deciso debbano lasciare per sempre il suo beauty case.
Nel caso specifico invece si tratta di prodotti completamente nuovi, mai aperti di cui mi voglio disfare per inutilizzo. Semplicemente ho in casa dei prodotti omologhi di questi che devo finire. Come sapete non apro (quasi) mai due prodotti uguali contemporaneamente e dato che questo li ho in più ho pensato che a qualcuna potrebbe fare piacere riceverli. E' un modo di non mandare sprecati dei prodotti nuovi.
Ma bando alle chiacchere: cosa c'è in beauty adoption?


Sono tutti prodotti di Bottega Verde, per le 'talebane' (in senso buono eh!) dell'ecobio, quindi, non credo possano andare bene (ma vi metto gli inci cosicché li possiate controllare e scegliere se partecipare o meno).
Ad ogni modo sono:
1) tonico viso  con estratto di mandorle dolci da 250 ml 
aqua, glycerin, sodium hydroxymethilglycinate, xylityglucoside, prunus amygdalus dulcis extract, ppg26-buteth-26, anhydroxylitol, peg-40 hydrogenated castor oil, propylene glycol, disodium edta, parfum, xylitol, amyl cinnamal, hydroxyisohexyl 3-cyclohexene carboxaldehyde, butylphenyl methylpropional, cinnamyl alcohol, limonene, coumarin, citric acid.
2) crema mani  'argan del marocco' rigenerante e nutriente da 40 ml
aqua, Glycerin, Stearic Acid, Ethylhexyl Palmitate, Dimethicone, Cetyl Palmitate, Argania Spinosa Oil, Cetearyl Alcohol, Hydrogenated Plam Glycerides, Jasminum Officinale Flower Extract, Butyrospermum Parkii Butter*, Hydrogenated Vegetable Oil, Phenoxyethanol, Potassium Cetyl Phosphate, Sodium Cetearyl Sulfate, Parfum, Imidazolidinyl Urea, Butylene Glycol, Ethylparaben, Disodium Edta, Methylparaben, Caramel, Lecithin, Butylphenyl Methylpropional, Sodium Hydroxide, Bensyl Salicylate, Tocopherol, Coumarin, Limonene, Ascorbyl Palmitate, Linalool, Citric Acid, Benzyl Benzoate, CI 19140
3) crema corpo nutriente alla vaniglia nera da 50 ml
AQUA, ETHYLEXYL PALMITATE, CETEARYL ALCOHOL, PROPYLHEPTYL CAPRYLATE, GLYCERIN, ETHYLEXYL COCOATE, BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER, DIMETHICONE, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL, MEL PARFUM, DIPALMITOYLETHYL HYDROXETHYLMONIUM METHOSULFATE, VANILLA PLANIFOLIA EXTRACT, PHENOXYETHANOL, POLYQUATERNIUM-37, PROPYLENE GLYCOL, IMIDAZOLIDINYL UREA, CETEARETH-20, COCOS NUCIFERA OIL, METHYLPARABEN, DISODIUM EDTA, ETHYLPARABEN, LECITHIN, SODIUM HYDROXIDE,, LIMONENE, ALPHA-ISOMETHYL IONONE, CITRONELLOL, HYDORXYCITRONELLAL, COUMARIN, LINALOOL, TOCOPHEROL, CINNAMAL, ASCORBYL PALMITATE, EUGENOL, GERANIOL, CITRIC ACID, CINNAMYL ALCOHOL.
4) crema viso ialuron plus riposizionante effetto filler da 15 ml
aqua, ethylhexyl methoxycinnamate, cetearyl alcohol, propylheptyl caprylate, propylene glycol, glyceryl stearate, glycerin, dimethicone, cocoglycerides, potassium palmitoyl hydrolyzed rice protein, cyclopentasiloxane, oryzanol, titanium dioxide, hexyldecanol, hexyldecyl laurate, diethylhexyl carbonate, methylene bis-benzotriazolyl tetramethylbutylphenol, butyrospermum parkii butter*, sodium ialuronate, ceramide 3,ceramide 1, ceramide 6-ll,phytosphingosine, lilium candidum extract, nelumbo nucifera extract, persea gratissima oil unsaponifiables, phenoxyethanol, acetylated glycol stearate, ethylexyl palmitate, , parfum, dmdm hydantoin, polyglyceryl-6 polyhydroxystearate,magnesium aluminum silicate, cetyl hydroxyethylcellulose, xanthan gum, decyl glucoside, ethylparaben, disodium edta, methylparaben, PERSEA GRATISSIMAOIL,, dimethicone/vinyl dimethicone crosspolymer, butylphenyl methylpropional, sodium lauroyl lactylate, lecithin, limonene, silica dimethyl silylate, tocopherol, citric acid, butylene glycol ascorbyl palmitate, linalool, carbomer. * proveniente da coltivazione biologica.

L'adozione segue queste regole:

- occorre essere iscritti/e al blog,
- occorre avere un indirizzo italiano a cui spedire il pacchetto 

- occorre lasciare un commento sotto a questo post ne quale mi diciate cosa vi piacerebbe trovare in questo blog o cosa non vi piace o cosa, al contrario, apprezzate.
- Se volete un commento extra, basterà mettere un like sulla mia pagina facebook e lasciare nei commenti la condivisione.

Avete di tempo fino alla mezzanotte del 17 dicembre 2012.

Il termine è lungo ma ho un altro esame nel mezzo (sdeng!) quindi me la prendo comoda. Cercherò di fare l'estrazione (tramite random.org) nel più breve tempo possibile e ovviamente cercherò di spedire prima di Natale, ma ovviamente non posso garantirlo. Dunque, al via!

lunedì 18 novembre 2013

Il Trucco di Ancona, l'idrolato intelligente e qualche novità...

Colgo l'occasione, considerato che sono tornata ieri da una piccola vacanza inaspettata, per farvi vedere i miei acquisti anconetani.
Io adoro Ancona, la trovo una bellissima città, anche d'inverno, con il mare cupo e i saliscendi continui, con il mercato coperto, lo stoccafisso e la gente sincera. Adoro passeggiare per il centro, ma anche salire al passetto e riscendere giù. In una di queste passeggiate, non proprio per caso ;-) , sono capitata in corso Stamira, nel pieno centro storico, davanti alla vetrina de "Il Trucco"e non ho potuto non entrarci.
E' un negozio grazioso, gestito dalla gentile Elisabetta che non risparmia una chiacchera ed un sorriso neppure ai nuovi clienti. 
Tiene Tea Natura (che è anch'essa di Ancona, il famoso "km zero"), Neve Cosmetics, Benecos, Mesausa, Madina e probabilmente dell'altro che non ricordo.
Mentre io gironzolavo, il mio ragazzo ha arraffato dallo scaffale la crema da barba di Tea Natura ed ha aspettato (povero!) che io terminassi il mio giretto.
Alla fine tra una chiacchera e l'altra ne sono uscita con questi prodotti:
come detto la crema da barba all'olio di cocco ed eucaliptolo Tea Natura del mio fidanzato, un dessert à levrès di Neve cosmetics nella colorazione muosse framboise, perfettina, fenicottero, sfilata ed approfittando del 20% potevano mancare dei pennelli? Certo che no... Ho portato a casa il red amplify che volevo già da un pezzo e lo sky corrector che sono curiosa di provare.
Ho grandi aspettative da tutti questi prodotti e non vedo l'ora di parlarvene di dettagliatamente.
Mi ha fatto un enorme piacere trovare questo negozio in centro città, poter swatchare i prodotti (mi sono stra-pentita di non aver preso Tobacco, ma quanto è bello da vivo?) e poter toccare con mano quel che di solito compro on line. Mi chiedo perché non ci sia un negozietto simile anche vicino a dove abito...
Poi Elisabetta ha saggiamente pensato di accontentare anche gli uomini mettendo pochi prodotti ma ben mirati anche per loro, così non hanno modo di annoiarsi quando accompagnano le fidanzate a fare spese ;-)
Uscendo dal negozio e andando verso piazza Stamira (quindi risalendo il corso) ci siamo imbattuti in Tipica 2013, una fiera con rivenditori locali. Con grande sorpresa all'interno abbiamo trovato uno stand allestito dall'Università Politecnica delle Marche in cui si vendevano pasta, passata di pomodoro ed altri prodotti frutto del lavoro degli studenti. Chiaramente lo scopo principale non è quello di vendere, ma di far conoscere le attività in essere. Potevamo non dare un contributo all'Università in questi tempi in cui i tagli si fanno sempre nel settore dell'istruzione come se fosse qualcosa di trascurabile? Certo che no. Il mio fidanzato ha preso della Pasta, io ho preso l'idrolato di lavanda, fatto con la lavanda coltivata da loro a scopi didattici.
Passando poi da Acqua e Sapone (che chiaramente dalle mie parti non c'è U_U) ho poi preso due prodotti low cost ma certificati ICEA: il detergente intimo all'aloe e la crema mani sempre all'aloe di OMIA. Non se ricordate questo marchio, ma tempo fa c'era stato uno scandalo perché pare che il loro olio di argan spacciato per puro, in realtà non lo fosse (c'era stato anche un servizio di striscia la notizia). Io nonostante ricordassi questa vicenda ho voluto comunque provare i loro prodotti per via della certificazione ICEA. Vedremo come si comporteranno....
Alla fine di questo post chilometrico vi lascio con due novità... la prima è che presto organizzerò una beauty adoption... quindi stay tuned! 
E la seconda è che ho finalmente portato a casa le mie gattine. Hanno 9 settimane, ho preferito farle stare con la mamma il più a lungo possibile, sono due femmine e insieme sono un terremoto! Non abbiamo ancora scelto i nomi, ma credo mi servirò della collaborazione di mio nipote seienne a cui non piacciono gli animali per coinvolgerlo un po'... magari cambia idea :-)

mercoledì 13 novembre 2013

Essence - long lasting 01 e 16

Prime impressioni su queste matite essence. Le ho indossate poche volte quindi non si tratta di una recensione vera e propria.
E' un po' di tempo che cerco delle matite viola per gli occhi, non so neppure bene da dove nasca questa voglia, perché ho sempre usato marrone/fango e nero (che fantasia!) e al massimo la matita verde (sempre sfumature spente). In ogni caso, visto il prezzo, visto che il colore mi sembrava interessante, visto che allo shopping compulsivo difficilmente si può resistere, l'ho presa insieme ad altre matite.
Il colore è il n. 16 coolest chic, viola shimmerino, che vedete qui sotto:
Questa matita mi ha lasciato parecchio perplessa: alla faccia del long lasting non dura. In rima interna scrive a fatica e poi - letteralmente - si volatilizza. Io l'ho sempre indossata nel pomeriggio e, puntualmente, la sera non l'avevo più U____U'. Non ce n'era traccia.
Sulla palpebra mobile, usata come eyeliner, il discorso è lo stesso, con l'aggravante che si nota parecchio il tratto poco uniforme: occorre ripassare più volte anche se la consistenza della mina è morbida. Usata da base non mi piace, e comunque si perde il motivo di fondo dell'acquisto ovvero il colore. 
Non mi è piaciuta granché ma la sto usando regolarmente perché non mi piace buttare via gli acquisti anche se non indovinati.
Tra la coolest chic e la black fever (che vedete qui sopra) c'è un rapporto inversamente proporzionale: quest'ultima scrive benissimo nella rima interna, è nera nera, tiene bene anche usata come eyeliner, non sbava neanche dentro il Tribunale di Milano (all'interno del quale, per chi non lo sapesse, c'è una temperatura infernale anche d'inverno, per cui se regge in una mattinata di cancelleria, allora reggerà in qualunque circostanza, anche la più infausta che vi viene in mente). Sicuramente questa nera vale molto di più del prezzo che ha (1,20 euro circa).
Nel complesso,come prima impressione, posso dirmi mediamente soddisfatta, anche se l'inci non è granché... D'altronde per il prezzo che hanno non si può pretendere la luna.
Voi le usate? Vi trovate bene?

giovedì 7 novembre 2013

Biofficina Toscana - detergente delicato

Finalmente torna on line questo blog. Torno anche io, con una disponibilità di tempo sicuramente migliore di prima, anche se non sono certo felice. Dopo mesi di studio ho fallito il mio esame e mi sento parecchio depressa. Vabeh, meglio non pensarci, dovrò rifarlo ma vi confesso che non ne ho nessuna voglia.

Passando oltre le mie miserie quotidiane, vorrei parlarvi di Biofficina Toscana.

Vi ricordate del mio ordine da BioVeganShop? Avevo preso le minitaglie per provare i prodotti ed evitare di prendere subito le full-size.
Il primo prodotto che ho utilizzato è stato il detergente delicato e il nome non mente: è davvero super-delicato sulla pelle, lava bene ma non secca assolutamente, anzi lascia la pelle pulita e profumata. Merito del sorbitolo? Contiene un estratto di finocchio, ma a me l'odore ricorda molto l'anice e... io la adoro, per cui per me è stato veramente una goduria utilizzarlo sotto la doccia.
La consistenza è densa per cui ne basta poco: fa una discreta quantità di morbida schiuma (infatti la mia minisize è durata un po'). 
L'ho utilizzato perfino come detergente intimo senza alcun problema. Per è promosso a pieni voti e sicuramente lo comprerò in full perché merita davvero. Voi lo avete già provato scommetto...

Inci: aqua, cocamidopropyl hydroxysultaine, glycerin, cocamidopropyl betaine, sodium chloride, sodium cocoyl sarcosinate, sorbitol, foeniculum vulgare extract*, calendula officinalis extract*, sodium olivamphoacetate, lactic acid, sodium dehydroacetate, foeniculum vulgare oil, cedrus atlantica oil, sodium benzoate, limonene, linalool, citral.
* da agricoltura biologica