domenica 29 giugno 2014

[BeBio#4] Mani Pulite!

Nuovo appuntamento di BeBio! Dopo quattro settimane, ormai sapete tutti di cosa si tratta, ma se vi siete persi qualche pezzo, non c'è problema! Potete rimediare cliccando qui.
Per i miei precedenti post relativi a questa rubrica potete invece guardare qui per lo strucco, qui per i trattamenti viso e qui per quelli per il corpo.

Questo appuntamento probabilmente sarà quello più povero dell'intera rubrica: si parla di mani ed io non metto lo smalto quasi mai (i miei smalti li ho abbandonati a casa di mia madre e chissà quando li porterò qui! poveri bambini...), non so curare le unghie che comunque tengo corte perché altrimenti mi danno fastidio e dunque più che parlarvi dei trattamenti per le mani, dovrei io prendere appunti leggendo i vostri post e andare a fare la manicure!
Per le mie mani uso quintalate di creme: sono sempre terribilmente secche, anche d'estate, quindi per me è importante avere sempre un tubetto di crema mani nella borsa e sul comodino.
La secchezza è anche dovuta al fatto che porto sempre con me una confezione di antibatterico igienizzante mani a base d'alcool, di quelli che si usano senza acqua. Lo so che non sono il massimo ma ho girato spesso per ospedali in questi mesi e - scusate il francesismo - avevo schifo a toccare tutto!
A questo si aggiunga il fatto che in genere lavo le mani con il sapone e quasi mai con i detergenti liquidi perché mi sembra che questi ultimi non si risciacquino mai via ed il gioco è fatto: mani screpolate e secche.

Per centrare il focus, in questo periodo sto usando due creme. 
Una è un epic fail e l'altra non mi fa impazzire, nonostante sia certificata.
Veniamo a quella che ho da novembre e che cerco di finire disperatamente (ce l'ho quasi fatta!)
Si tratta della crema mani nutriente all'olio di avocado e neem di equomercato.
L'ho comprata alla per nulla modica cifra di 8 euro per 50 ml di prodotto (sarà molto solidale ma per nulla equa :-/ ) e avrei fatto meglio a tenermi i soldi in tasca: è una crema ricca, ma ne ho provate tante così (potete guardare nel database del blog) ed è l'unica che mi lascia le mani unte, ma proprio unte che sembrano pronte per la friggitrice, anche parecchio tempo dopo l'applicazione ed è una sensazione che non gradisco particolarmente. Mettiamoci poi che il profumo di arancio in realtà è un olezzo insopportabile e capite bene che appena potrò cestinare questo tubetto ne sarò contenta.

L'inci non è neppure male (ha grassi di pregio in cima all'inci) ma no, non mi piace proprio.
In più non credo che sia troppo furbo importare i prodotti "grezzi" da Burundi, Benin e Messico. Ci credo che costa questa crema... Spero solo che effettivamente parte dei proventi vada alle popolazioni autoctone... Avevo anche un balsamo per capelli di equomercato e anche quello non mi è piaciuto, forse ve ne parlerò più avanti.

L'altra invece l'ho comprata da acqua e sapone poco dopo questa. Si tratta della crema mani all'aloe di Omia. Pagata poco e certificata ma non mi fa impazzire: non nutre a sufficienza, devo rispalmarla molte volte prima di far scomparire la sensazione di pelle che tira! Credo che parte di questa sensazione sia dovuta all'aloe contenuta già al secondo posto nell'inci. 
Mi sa tanto che ricomprerò la crema all'argan di erbolario con la quale mi ero trovata benissimo...
Come promesso, il mio intervento finisce qui. Non vedo l'ora di leggere i vostri che saranno senz'altro più utili di questo!

giovedì 26 giugno 2014

Biofficina toscana - Balsamo concentrato attivo

La recensione di oggi riguarda un altro prodotto di Biofficina Toscana che mi ha conquistata. E' il classico prodotto da spremere fino all'ultima goccia (nel mio caso spremuto sino all'ultima goccia) e di cui non se ne hai abbastanza,
Senza premesse lunghe e noioso (una volta tanto...) vi dico subito che si tratta del balsamo concentrato attivo. Lo so, lo so, ne avrete già sentito parlare eoni fa da chiunque... per la serie, io sono sempre l'ultima a sapere le cose.


Avevo avuto modo di provarlo tempo fa, quando da Bioveganshop comprai il set di mini-taglie che in quel momento era scontato. Qui potete leggere l'haul.
Devo dire che questo mini set è stato da me particolarmente apprezzato perché ho avuto modo di provare dei prodotti veramente validi per non parlare della pochettina in cotone in regalo, che uso come trousse d'emergenza da borsetta XD

Dicevamo del balsamo... Provata la mini taglia ero un pochino perplessa: praticamente il prodotto si presentava come una crema densa e ferma ma non avevo ben capito quale fosse l'effetto sui capelli. Forse per il fatto che ho cambiato clima diecimila volte in quel periodo, non avevo bene capito come reagisse la chioma a contatto con questo balsamo. 
Mi sono decisa solo poi, complici i saldi da tathia (qui per l'haul) ad acquistare la full size e - devo dire - non potevo fare scelta migliore.
Il prodotto in sé è davvero una crema soffice e ben ferma, tanto che hanno cambiato la confezione da flacone con il tappo a tubo da spremere XD

Trovo che districhi i capelli molto bene (anche prima che li avevo mossi e lunghi fino alle spalle). Già dopo l'applicazione e solo con le mani si sente proprio che i capelli "scivolano" tra le dita. Questo step è particolarmente importante per me che soffro di alopecia perché avendo i capelli sottili e mossi, questi tendono ad aggrovigliarsi ed a spezzarsi inesorabilmente durante la fase in cui li pettino o li spazzolo. Un prodotto che districa bene mi permette di non avere capelli spezzati nella spazzola, e capirete che per me che ne ho già pochi in testa, la cosa rivesta particolare importanza.
Ma la districabilità non è il solo pregio. Questo balsamo nutre i capelli e aiuta a combattere l'effetto crespo. Io, specie d'estate, lascio asciugare i capelli all'aria senza stressarli con la piega ma con l'uso di alcuni balsami per capelli poi sono obbligata ad usare il phon. Con questo prodotto no, le onde rimangono definite (anche se comunque soffrono l'umido!).
Ne va usato poco (per me una nocciolina di prodotto è anche troppa: bastava prima quando avevo i capelli più lunghi), lasciato in posa due o tre minuti, secondo le necessità (se avete i capelli molto secchi e spessi anche qualcosa in più) e va risciacquato per bene. I capelli saranno così morbidi, setosi, lucidi e profumati di fresco. Non ho, invece, notato gli effetti volumizzanti descritti nel claim dell'azienda, ma credo siano cose estremamente soggettive.

Una cosa che mi è stata chiesta è quanto durano i capelli con questo tipo di routine: beh, non ve lo so dire in realtà, perché, specie in questo periodo, lavo i capelli tutti i giorni o al massimo a giorni alterni, quindi non arrivano mai ad essere realmente "sporchi".

Se leggiamo l'inci troviamo tutti ingredienti di pregio: l'olio di oliva (nutriente), il sorbitolo (idratante), la malva e l'ortica. Quest'ultima in particolare è molto adatta ad essere utilizzata nei prodotti per capelli.
L'unico "difetto" che posso trovare in questo balsamo è il prezzo (costa poco più di 10 euro per 200 ml) e, per le mie tasche, è veramente troppo (non a caso l'ho acquistato scontato) anche se dura tanto e ne va usato poco per volta.
Non che non li valga per carità ma non è un acquisto che posso fare spesso e per questo lo alterno con altri balsami dal costo più moderato. Adesso l'ho finito come vedete ed attendo la prossima promo XD

questo balsamo rientra a pieno titolo fra i favoriti di questo periodo :-)

Ecco l'inci 

AQUA (solvente) BEHENAMIDOPROPYL DIMETHYLAMINE (antistatico / emulsionante) CETYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / opacizzante / viscosizzante) OLEA EUROPAEA FRUIT OIL* (emolliente / profumante / solvente / vegetale)
SORBITOL (umettante) PHASEOLUS VULGARIS EXTRACT (astringente / condizionante capelli / condizionante unghie / condizionante cutaneo) MALVA SYLVESTRIS EXTRACT* (vegetale) HYPERICUM PERFORATUM EXTRACT* (astringente / lenitivo / protettivo cutaneo / tonificante / antimicrobico / coprente) CHAMOMILLA RECUTITA EXTRACT* (emolliente) URTICA DIOICA EXTRACT* (condizionante per capelli / antiforfora / tonificante / astringente / lenitivo) CITRUS MEDICA LIMONUM PEEL OIL* (coprente / condizionante cutaneo) SALVIA SCLAREA OIL (vegetale) GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
XANTHAN GUM (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante) LIMONENE (Allergene del profumo) LINALOOL (Allergene del profumo) SODIUM DEHYDROACETATE (preservante) SODIUM BENZOATE (preservante) BENZYL ALCOHOL (conservante / solvente) BENZYL ALCOHOL (Allergene del profumo / conservante / solvente)

domenica 22 giugno 2014

[BeBio#3] A corpo libero!

Questa è la mia partecipazione alla terza parte della saga BeBio, la rubrica ecobiologica ideata da Miss Haul. Devo ammettere che mi sta appassionando molto e che mi diverto un sacco a sbirciare i prodotti usati dalle altre ragazze. La mia wishlist sta diventando pressoché infinita. U_U'
Se vi siete persi gli episodi precedenti potete cliccare qui e qui, mentre se non sapete di cosa sto parlando, potete visitare questa pagina: fate ancora in tempo a partecipare anche voi!

Il focus di oggi è il corpo e premetto prima di entrare nel merito che non me ne prendo cura abbastanza. Sia in campo cosmetico, che alimentare, che proprio fisico.
Non troverete per esempio, trattamenti anti-cellulite in questa mio post e non perché non ne abbia, anzi ne sono cosparsa come una foca XD
Però considerato che, in questo particolare momento della mia vita, sì, mangio frutta e verdura in abbondanza, ma non curo la mia alimentazione nel migliore dei modi (ed in particolare mi accorgo, ma non lo faccio apposta, giuro, di non bere abbastanza nel corso della giornata: a volte mi sento, specie col caldo, con la testa un po' nel pallone, e mi accorgo di essere semplicemente disidratata!) considerato che sono pigra e non faccio movimento fisico, trovo inutile e veramente ipocrita spalmarmi di creme anti-cellulite. A che dovrebbero servire? Lo so che sbaglio, che fa male alla salute non curare l'alimentazione, non bere e non fare attività fisica ma sono in un momento di scazzo cosmico, per cui comprendetemi senza giudicarmi XD 
Non è sempre stato così (tant'è che comunque ho recensito qualcosa in questo campo negli anni passati) e spero di riuscire presto a darmi una scossa. Ok la premessa è più lunga del previsto, quindi tagliamo e diamo il via a "a corpo libero".
Come sempre ho diviso tutto in step. Al contrario del viso per il quale sono sempre in cerca di prodotti nuovi e performanti, per il corpo uso quasi sempre le stesse cose e chi bazzica su questo spazio da un po' di tempo se ne accorgerà a brevissimo.

Step n. 1: la detersione.
Questo è un campo piuttosto vario come vedete. Cerco di usare prodotti delicati e non aggressivi anche quando faccio acquisti da supermercato. 
Il bagnoschiuma dei provenzali ha un ottimo rapporto qualità prezzo, come il gel doccia vivi verde coop (o quello della linea gabbiano di esselunga al miele) ma certo non mi aspetto che siano performanti quanto il balsamo detergente al miele di biofficina toscana, che tra l'altro ho recensito da poco qui
Cerco di alternarli per non seccare troppo la pelle (e per far respirare anche il mio portafogli!). 
Lo shampoo doccia al ghassoul di tea natura mi piace sempre di più, qui potete leggerne la review. 
Per il profumo di cocco e vaniglia il bagnoschiuma so'bio étic è imperdibile, ma non certo per delicatezza: mi aspettavo fosse molto più "dolce" sulla pelle. Lo recensirò a breve e nonostante il profumo paradisiaco non credo lo ricomprerò perché, secondo me, ha tensioattivi non proprio gentili.

Step n. 2: l'idratazione e il nutrimento.
In questo campo pochi prodotti ma buoni.
Il gel d'aloe di bioearth è veramente un multiuso meraviglioso: rinfresca d'estate, non fa tirare la pelle (neppure quella del viso), dà immediato sollievo come doposole ma è ottimo anche d'inverno. Ne ho sempre una confezione a casa, sempre. Ne avevo scritto anche qui.
Anche di burro corpo viviverde e dell'olio di oleandra ne avevo già parlato qui e qui. Onestamente il burro non vedo l'ora che finisca perché mi ha un po' scocciato, mentre l'olio di oleandra continua a piacermi molto e rifinirà nei prodotti preferiti per l'ennesima volta. 
Del fluido al peperoncino di biofficina toscana non ho ancora un'idea precisa nonostante lo utilizzi da un po'. 

Step: 3: la profumazione 
Io di questi due flaconcini non posso più fare a meno! Ne ho parlato diffusamente qui e qui.
La talco crema di Erbolario non è stato inserito fra le creme non a caso: non idrata, asciuga! E fa un profumo eccezionale. Non è completamente ecobio, ma ha un inci accettabile, non fosse altro per il profumo. Ho deciso unilateralmente che per questo prodotto si può peccare!!
Del lavera cocco e vaniglia non dico più nulla perché lo metterei anche nelle torte. XD
Se notate non ci sono altri deodoranti. In questo caso però, non è perché non li uso, anzi! Solo che non sono mai riuscita a rinunciare all'alluminio cloroidrato ed ai suoi fratellini.
Uso molti deodoranti non ecobio (dove, nivea, neutro roberts e chi più ne ha più ne metta) ma considerato che non sono in linea con la filosofia di questa rubrica li ho omessi completamente. Ho provato tanti deodoranti ecobiologici, ma alle performance degli altri non so rinunciare.

Step n. 4: Igiene Intima e cura dei piedi:


I piedi soffrono, come tutto il resto del corpo, del problema della pelle secca, ma ampliato all'ennesima potenza O_o' Davvero,per giorni sono andata in giro con dei cerotti sui piedi perché la pelle era talmente secca che mi si erano create spaccature sanguinanti O_o' Così ho chiesto aiuto al mio ragazzo che mi ha prestato le sue cremine per i piedi. Lui lavora tutto il giorno con le scarpe anti-infortunistiche, vi faccio immaginare come possano essere conciati i suoi piedi con questo caldo. Però con la crema riparatrice di bema e con la talco crema (per lui) che aiuta ad asciugare in modo che la pelle non maceri nell'uminidità, la situazione è parecchio migliorata.
Ho preso anche il velvet soft di sholl appunto per cercare di levigare le parti secche ed aiuta parecchio anche se lo avrei preferito più energico. Va usato veramente spessissimo per ottenere dei risultati, se usato una volta ogni tanto è perfettamente inutile. Ora mi è rimasta un'unica zona che mi fa male sotto il mignolo del piede destro, ma spero che vada a posto presto.

Per l'igiene intima cerco di utilizzare il meglio: il detergente alla camomilla della linea gabbiano di esselunga, e questo alla bardana e calendula de la saponaria sono i miei preferiti, il primo per il rapporto qualità/prezzo e questo che vedete per la delicatezza. Mi ha risolto problemi (di bartolinite incipiente per i quali avevo paura di poter finire al pronto soccorso per intenderci) in varie circostanze: è il prodotto lenitivo per eccellenza in fatto di irritazioni. Mai più senza averne una confezione a casa. 

Con questo ho concluso la mia partecipazione a questa parte di BeBio. Adesso sono curiosa di leggere i vostri prodotti per il corpo. Alla prossima settimana!

sabato 21 giugno 2014

So'bio étic - Bagno crema al cocco e tiaré

Oggi vi vorrei parlare di un altro bagnoschiuma che ho comprato tempo fa da Laula Beauty, un ecobio e-commerce veramente delizioso. Qui potete leggere l'haul.
Si tratta del bagno crema al cocco e tiaré di So' bio étic.


Chi segue questo blog sa dell'insana passione per il cocco del mio ragazzo, che a dire la verità in questo mi ha un pochino (tanto) contagiato. Compriamo ogni genere di cosa purché sia profumata al cocco: bagnoschiuma, saponi, shampoo, balsamo etc...
E per quel che riguarda questo specifico della profumazione questo prodotto non ha mica deluso: è buono, tanto che viene voglia di assaggiarlo. E' un buon profumo dolce ma non stomachevole che si usa piacevolmente sotto la doccia.
Per quel che riguarda la funzionalità, invece, ho qualche riserva.
Fa schiuma ma non tantissima, quindi lo uso sempre con l'ausilio di una spugna, altrimenti ne dovrei usare metà flacone per volta.
E lava, lava bene, e pure troppo. Nel senso che mi sarei aspettata un prodotto più dolce sulla pelle. Su questo aspetto mi ha lasciata veramente un po' perplessa perché, con l'uso prolungato, tende a seccare la pelle. 
Io lo devo per forza alternare con qualcos'altro altrimenti mi ritrovo con la pelle di serpente. 
Il mio ragazzo lo usa tranquillamente, tanto che lo ha quasi finito, senza soffrirne. 
Francamente non me lo sarei mai aspettata.
Leggendo ed informandomi meglio poi sul forum di Lola ne ho capito il motivo: non è un prodotto formulato granché bene con quel tensioattivo aggressivi in cima all'inci.
Giudicate voi stesse, io intanto finisco questa confezione, ma non credo che lo ricomprerò per me. Casomai come regalino per la pelle decisamente meno delicata del fidanzato. Peccato, ha anche un buon rapporto qualità/prezzo, costa sui 5 euro per 300 ml di prodotto.

AQUA (solvente) AMMONIUM LAURYL SULFATE (tensioattivo) COCAMIDOPROPYL BETAINE (tensioattivo)
HELIANTHUS ANNUUS (SUNFLOWER) SEED OIL (emolliente / coprente / condizionante cutaneo) XANTHAN GUM (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante) BENZYL ALCOHOL (Allergene del profumo / conservante / solvente) CHONDRUS CRISPUS (CARRAGEENAN) (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante) PARFUM SODIUM COCOYL GLUTAMATE (tensioattivo) SODIUM CHLORIDE (viscosizzante) LACTIC ACID (agente tampone / umettante) BENZOIC ACID (conservante) CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE) (colorante cosmetico / opacizzante) ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE POWDER* (emolliente) DEHYDROACETIC ACID (conservante) TOCOPHEROL (antiossidante) COCOS NUCIFERA (COCONUT) OIL* (emolliente / condizionante capelli / coprente / condizionante cutaneo / solvente) GARDENIA TAHITENSIS FLOWER EXTRACT (vegetale) POTASSIUM SORBATE (conservante)
* da agricoltura biologia

giovedì 19 giugno 2014

Haul & Haul beautybay.com e Omia.

Il 26 di maggio, complice un'offerta segnalata da Naturalmente Make Up e relativa alle famose spazzole tangle teezer presenti sul sito inglese di Beautybay.com e soprattutto complici le spese di spedizione gratuite, ho deciso di comprarmi finalmente questa tanto lodata spazzola delle meraviglie. Ho visto video review, ho letto recensioni entusiastiche su come non spezzi i capelli e districhi i nodi senza dolore e dunque quale patita dei prodotti per la cura dei capelli non potevo non averla. L'ho pagata sulle 7,09 sterline (circa 8,80 euro) comprese le spese di spedizione. C'erano tanti modelli fra cui scegliere: tutte con gli stessi caratteristici dentini, di più o meno grandi. Io ho scelto la versione da viaggio tutta nera (ma ci sono anche altri colori), principalmente per due motivi: ora ho i capelli corti quindi risulta più che sufficiente; ed è l'unica versione ad avere una protezione per i dentini. A parte la versione splash che sta in piedi da sola (ma che ho avuto l'impressione fosse enorme), tutte le altre si appoggiano a setole "scoperte" e questa cosa, non so poi perché, mi dava fastidio. Forse perché non ho ancora finito di arredare i bagni, quindi avrei dovuto appoggiarla da qualche parte rischiando che si rovinasse.
In ogni caso è diversa da qualsiasi spazzola che abbia mai avuto: non ha il manico e non si usa vicino a fonti di calore (vedi phon). Ce l'ho ancora da poco, quindi non me la sento di dirvi di più: mi piace anche se anticipo che per ora sono abbastanza scettica sulle review entusiastico-miracolose che ho letto in giro. Ed eccola qui:





Il pacchetto, con posta non tracciabile, è arrivato in poco meno di tre settimane. Francamente ci avevo un po' perso le speranze, ed invece è arrivata! L'involucro esterno aveva un buco, ma la carta di protezione ha fatto in modo che la spazzola arrivasse perfettamente integra!

Se vi interessa segnalo che questi prodotti sono ancora in offerta (anche se leggermente meno conveniente: questa spazzola ora costa 9,54 sterline ovvero circa 12 euro) e sempre con spese di spedizione gratuita. 

L'altro bottino, invece, riguarda un brand verso cui sono sempre stata diffidente visti gli scandali di cui è stato protagonista. Ma informandomi meglio e considerato che si tratta di prodotti biologici certificati e con ottime recensioni, ho deciso di dare loro una chance.
Ed ecco cosa ho preso: tutti prodotti per l'hair care e la crema solare ad alta protezione senza parabeni, siliconi e filtri chimici.
Sono prodotti low cost e per giunta ho trovato tutto scontato al 30% in un negozio di articoli per la casa ed ho deciso di approfittarne. Tutto quel che vedete l'ho pagato sui 30 euro.
Mi servirà molto tempo prima di poter parlare dei singoli prodotti, anche se in realtà la linea ai semi di lino l'ho già aperta ed usata XD
In ogni caso, come dicevo, è quasi tutto certificato (lascio anche le fotografie degli inci):
Latte solare con spf 50 (c'erano anche protezioni minori, doposole e oli protettivi per capelli)

Maschera all'alor (NON certificata)
 Maschera ai semi di lino

 


Shampoo ai semi di lino, all'aloe vera e all'olio di argan (tutto certificati)
                                     





E questo è tutto per ora, ma stay tuned per il prossimo post!

mercoledì 18 giugno 2014

Biofficina toscana: balsamo corpo detergente al miele

Oggi vorrei recensirvi un prodotto di biofficina toscana che ha destato parecchio "scalpore" - passatemi il termine - al suo debutto, ma che ora non vedo quasi più in giro sui vari blog. 
Ed è un vero peccato, perché è un prodotto che di sicuro merita di essere conosciuto.
Di cosa sto parlando? Del balsamo corpo detergente al miele.

Io l'avevo acquistato da Cuccioli d'uomo a gennaio di quest'anno e da subito mi ha fatto un'ottima impressione. Ora che sono passati dei mesi ed è praticamente finito, mi sento di dirvi la mia opinione su questo prodotto più unico che raro nel panorama dei detergenti ecobio (e non).
Appena arrivato a casa, nonostante avessi già letto recensioni d'uso in merito, mi è subito sembrato un po' alieno
Serve per la detersione ma non è un classico detergente, sembra (a dire la verità è) una crema soffice soffice tanto da sembrare una mousse, ma a contatto con l'acqua fa tanta schiuma morbida e profumata.
La consistenza è talmente particolare che non mi va nemmeno di utilizzare la classica spugna: sarebbe uno spreco far assorbire il prodotto e non sentire la sua morbidezza direttamente sulla pelle.
Considerato che veniva presentato come un prodotto extra delicato, la mia preoccupazione principale è che non detergesse e non lavasse a sufficienza.
Ed invece no! Lava che è una meraviglia, deterge la pelle in profondità ma senza "effetti collaterali".
Perché ragazze, è proprio vero, questo balsamo lascia la pelle idratata. La prima volta che l'ho usato non ci volevo credere, ma è proprio così.
Io ho perennemente la pelle molto molto secca ed ho tratto molti benefici dall'utilizzo di questo prodotto: magari dopo la doccia applico comunque una crema idratante, ma non è una necessità dettata dal fastidio di sentire la pelle tirare in ogni punto del corpo, ma più una routine quotidiana alla quale, ormai, sono abituata.
Dirò di più. 
Questo detergente può essere abbinato benissimo ad una crema per il corpo più leggera di quella che si usa di solito. Mi spiego. Mi è capitato parecchie volte di comprare creme o burri per il corpo veramente ricchi (vedi il burro corpo viviverde coop) ma di ritrovarmi comunque con la pelle secca e che tira a poca distanza dall'applicazione. Lo stesso fluido corpo all'olivello spinoso di biofficina toscana, usato da solo, per me sarebbe troppo leggero.
Usando invece questo balsamo mi basta un'applicazione per avere la pelle ben idratata e nutrita e che non tira. Non potete capire il sollievo di non dover riapplicare diecimila volte creme, burri ed oli per non sentire la pelle tirare e per non vedere la pelle di serpente.
Evidentemente i tensioattivi dei detergenti "normali", seppur delicati, mi lavano via anche film idro-lipidico protettivo della pelle, mentre con il balsamo crema questo non succede.
Se invece avete una pelle normale, l'utilizzo di questo prodotto, vi permetterà di non utilizzarla del tutto la crema. 
Ultima nota è il profumo, buonissimo e delicato che lascia sulla pelle.
Ha un costo elevato, circa 9 euro, ma - credetemi - li vale tutti!

Ecco l'inci
AQUA (solvente) SODIUM COCOYL ISETHIONATE (tensioattivo) STEARIC ACID (Vegetale) (emulsionante / stabilizzante emulsioni) COCAMIDOPROPYL BETAINE (tensioattivo)GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente) LAURYL GLUCOSIDE (Tensioattivo nonionico dolce) MEL* (emolliente / umettante / additivo biologico)TRITICUM SPELTA SEED WATER* (condizionante cutaneo) AVENA SATIVA KERNEL EXTRACT* (abrasivo / antiossidante / emolliente / condizionante cutaneo) OLEA EUROPAEA FRUIT OIL* (emolliente / solvente / vegetale) MALVA SYLVESTRIS EXTRACT* (vegetale) PARFUM PHENETHYL ALCOHOL (deodorante) SODIUM DEHYDROACETATE (preservante) ASCORBIC ACID (antiossidante / agente tampone) CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante) CITRUS AURANTIUM AMARA FRUIT EXTRACT (condizionante cutaneo) CITRUS RETICULATA FRUIT EXTRACT (protettivo cutaneo) CITRUS SINENSIS PEEL EXTRACT (profumante) LACTIC ACID (agente tampone / umettante) GUAR HYDROXYPROPYLTRIMONIUM CHLORIDE (antistatico / filmante / viscosizzante) SODIUM PHYTATE (chelante / igiene orale) *Da agricoltura biologica

domenica 15 giugno 2014

[BeBio#2] Fuori la faccia!

Eccoci arrivati al secondo appuntamento con la rubrica BeBio ideata da Miss Haul. Se non sapete di cosa sto parlando cliccate qui, se invece la conoscete, questo è il mio contributo.
Oggi si parla di prodotti per la pulizia del viso ovvero: 
Inizio col dire che tendo a non stressare la pelle con trattamenti continui. 
Certo la detergo a fondo, ma con maschere e peeling/scrub ci vado davvero piano e giusto quando vedo punti neri o impurità che di solito non ho. Per la detersione quotidiana utilizzo il gel detergente rinfrescante di viviverde coop o quello al mirtillo di segreti di natura e l'idrolato di lavanda che ho già mostrato nel primo episodio di questa rubrica (se ve lo siete persi, potete cliccare qui).

Mentre questi sono tutti gli altri prodotti:

Dunque, andiamo con ordine.
Step n. 1: lo scrub.
Questo step non è così tanto frequente nella mia routine perché non voglio stressare troppo la pelle. A questo scopo utilizzo il peeling di Erboristica di Athena's
E' una vera e propria crema, piuttosto grassa, con dei micro granuli di diverse dimensioni di albicocca e olivo, da stendere sul viso. Io insisto meno sulle guance e più sul naso e sul mento ovvero dove si accumulano gli odiati punti neri. Considerata la consistenza ricca lascia la pelle bella liscia e morbida. Considerata la quantità che uso, mi durerà una vita!

Step n. 2: le maschere.
Anche questo step non è frequentissimo, diciamo che lo faccio quando ne sento la necessità o quando mi devo preparare per qualche occasione speciale.
Al momento ho a disposizione queste erbe, che uso anche per i capelli e l'argilla ghassoul che ho appena acquistato da Cuccioli d'uomo. Le mescolo insieme con acqua calda, le applico e rimuovo poi con acqua tiepida. La pelle risulta pulita e senza punti neri. La grana della pelle sembra più compatta (vorrei dirvi che restringono i pori, ma  ahimé non  lo dirò... :-P). Adoro in particolar modo l'amla.

Spreco ancora due minuti per la fase della detersione vera e propria: Step n. 3.
Se il periodo per la pelle è particolarmente difficile, insieme all'idrolato di lavanda di cui vi ho già parlato sopra, utilizzo un'acqua floreale di rosmarino che riattiva la circolazione ed ha proprietà astringenti e purificanti. Questo a dire la verità lo uso anche per i capelli XD

Step n. 4: l'idratazione.
Dopo aver deterso la pelle ed aver ristabilito il giusto ph con il tonico è importante idratarla.
Nella mia routine non manca mai un siero, specialmente se contiene acido ialuronico. Fino a quando non l'ho terminato ho usato lo ialuron plus di bottega verde, ma da settimana prossima utilizzerò i sieri di biofficina toscana alternandoli secondo le necessità della pelle del viso (sono abbastanza disperata per quel che riguarda le discromie e i rossori in questo periodo e spero davvero mi possano aiutare). Dopo il siero una crema idratante. Ho ancora uno zic della retinolo bioplus (e se la ritrovo a 4,99 euro la ricompro perché si è davvero comportata bene, ma purtroppo è inadatta al periodo estivo) ed ho comprato la crema idratante protettiva di viviverde. In realtà sto meditando l'acquisto della crema di Iliana alla carota (che dovrebbe avere proprietà protettive).

Step n. 5: la protezione solare e le labbra!

Io non posso fare a meno di proteggere la pelle del viso dal sole nemmeno se sto in città (figuariamo al mare!). Ho però bisogno di una crema performante, per cui ho optato per bioderma, photoderm spot 50+, specifica contro le macchie solari. Non è assolutamente ecobio, però ho voluto inserirla lo stesso in questa rubrica perché i solari sono un genere di cosmetico a parte: secondo me andrebbero inseriti tra i presidi medici, e dovrebbero essere detraibili con le spese mediche perché proteggersi dal sole non è certo uno scherzo e non si può scegliere se farlo o meno. 
Nell'inci c'è di tutto anche del silicone che aiuta la spalmabilità, ed il prodotto in sé era anche ben recensito sul forum di Lola. 
L'ho usata nel 2012 (qui per i favoriti di quell'estate) e nel 2013, ora è agli sgoccioli anche questa confezione e vorrei qualche consiglio da voi per l'acquisto di una crema solare di pari protezione ecobio che sia PERFORMANTE (ovvero che non sia pensante e da usarsi tutti i giorni senza problemi anche in città senza dover stare a spalmare per delle ore e senza scie bianche).  
Per la cura delle labbra, invece, non ho difficoltà XD Solo l'imbarazzo della scelta. Ci tengo tantissimo perché sono molto delicate e perennemente screpolate, per cui scelgo solo il meglio dell'ecobio. Il balsamo di biofficna toscana lo uso in genere sotto i rossetti, mentre gli altri burrocacao sono sempre sia in borsa per ogni necessità, sia sul comodino, per idratare le labbra prima di andare a letto.

E questo direi che è tutto. Ci vediamo domenica prossima con la prossima puntata di BeBio!

Haul Cuccioli d'uomo!

Già da parecchio tempo avevo programmato un ordine da Cuccioli d'uomo, lo store on line gestito in modo ineccepibile da Laura.

Scopo dell'ordine era principalmente provare la nuova bbcream benecos in fair. Dopo aver letto le prime impressioni di Miss Haul e dopo averne visto la comparazione con quella di So' bio étic mi sono decisa a provarla perché, nonostante la seconda sia molto coprente e si fonda benissimo con l'incarnato, il colore della prima è molto meno giallo (forse addirittura più grigio U_U) ed in più non stati segnalati problemi di ossidazione che mi hanno costretto a disfarmi della crema so' bio étic anzitempo.
Così non appena Laura ha riassortito la bb cream in negozio, io ho fatto l'ordine scegliendo come metodo di pagamento la ricarica postepay.
Nel frattempo però ecco che sono comparsi sulla pagina facebook del negozio i riassortimenti di biofficina toscana, tra cui comparivano anche i famosi sieri di recente debutto sul mercato.
Non appena usciti, non nego che mi sono sentita subito attratta da questi nuovi prodotti. Infatti nella mia skin routine quotidiana un siero all'acido ialuronico non può mancare, soprattutto d'estate.
Mi aiuta davvero a mantenere la pelle idratata perché nella stagione più calda mal sopporto le creme: anche una minima quota grassa può provocarmi fastidi.
Così la sera (tarda serata in realtà...) stessa ho scritto a Laura: volevo riaprire l'ordine per inserire i sieri (tutti e tre) di biofficina toscana.
Non mi aspettavo certo una risposta pressoché istantanea, come invece è avvenuto. In pochi minuti Laura mi ha prospettato più soluzioni, tra le quali ho scelto quella che mi sembrava più razionale: il nuovo ordine, dunque, era concluso.
Il giorno dopo, in tarda mattinata, ho eseguito il pagamento, tramite - come detto - ricarica postepay. E ancora volta una sorpresa, il mio pacchetto, non solo era già pronto, ma è stato preparato, imballato e spedito il giorno stesso. Il giorno successivo (cioè venerdì scorso) il pacchetto era già fra le mie manine.
Il corriere lo ha consegnato intorno alle 17 così ho potuto aprirlo la sera stessa.
La consegna, dunque, si è conclusa in poco più di 24 ore.
Il pacchetto era imballato benissimo e in modo molto razionale, con le boccette dei sieri protette da plastica con le bolle da imballaggio e l'unico flacone assicurato con del nastro adesivo.  
Ma alla fine cosa ho preso?
Beh i tre sieri di Biofficina Toscana (scontati del 10%) Spero mi possano davvero aiutare in questo momento in cui ho la pelle del viso ultra stressata, con evidenti discromie, imperfezioni, rossori e ispessimenti strani U___U

Lo shampoo doccia al ghassoul e la polvere di ghassoul di Tea Natura. Il doccia shampoo mi era piaciuto talmente tanto che l'ho ricomprato. E considerato che sto sperimentando con le erbe tintorie e curative, ho pensato che avrei potuto fare un tentativo con l'argilla lavante...
Insieme al ghassoul ho preso il sidr delle erbe di Janas. Praticamente credo di avere buona parte delle referenze de le erbe di janas nel cassetto del mio bagno XD Fin ora mi sono piaciute tutte!
Dulcis in fundo la protagonista dell'ordine, ovvero la bbcream di benecos in fair. Insieme ad un kajal di benecos. Io ho già delle matite occhi di questo brand e considerato che mi piacciono molto, ho pensato di prenderne un'altra nella nuovissima colorazione viola.
Piccolo tratto di colore (spero di poter fare delle comparazioni, anche se nono ho molti viola nel mio stash).
Laura molto generosamente mi ha mandato tutti questi campioncini che sarò felice di provare uno per uno. Sono ancora diffidente verso Alkemilla quindi ben vengano campioncini a volontà :-)

Questo è tutto riguardo al mio ordine su Cuccioli d'uomo. Sono veramente felice di aver scoperto questo store on line, che offre un ampio catalogo di prodotti, oltre a sconti ed offerte ricorrenti. Le spese di spedizione ammontano a 3,90, ma oltre i 49.90 euro sono gratuite. Le consegne sono velocissime e Laura ha doti non comuni di cortesia e disponibilità.
Se desiderate che vi parli di un prodotto in particolare servitevi dei commenti qui sotto ma già domani ci sarà almeno un altro post: un altro haul ma questa volta da Beauty Bay: Tangle teezer!

domenica 8 giugno 2014

[BeBio#1]: Mi strucco facile!

Quando Miss Haul ha deciso di rendere pubblica la partecipazione alla sua nuova rubrica a puntate BeBio, 'il mio modo di essere bio', la cosa mi è piaciuta talmente tanto che ho deciso di partecipare.
Se si siete persi cos'è BeBio, potete leggere qualche informazione qui, ma so che la maggior parte di voi conoscono, e magari hanno già partecipato, all'iniziativa.
Il primo episodio della rubrica è dedicato alla rimozione del trucco dal viso: Mi strucco facile, appunto.

Premetto che per me rimuovere il trucco è molto importante ma lo trovo lo step più antipatico e noioso di tutta la routine dedicata alla skin care. Sarà perché in genere si arriva a sera stanchi, con la voglia solo di appoggiare la testa sul cuscino.
Cerco quindi di renderlo da una parte piacevole ma il più breve possibile. Questa è la panoramica di tutti prodotti.
C'è una prima fase dedicata alla rimozione del trucco vera e propria:
Ed una dedicata alla detersione e all'idratazione:

Step n. 1

Inizio dalle salviettine struccanti. Io non uso trucco waterproof o siliconico (a parte il primer occhi) quindi in genere già passare la salvietta rimuove buona parte del trucco (se metto solo il fondotinta minerale, lo rimuove tutto). Qui vedete quelle di Avril che non irritano, non bruciano e non avendo profumazione non risultano nemmeno fastidiose, in più "durano" (nel senso che non si rompono e sfilacciano e tolgono anche il mascara non waterproof. Credo ci farò una recensione a parte perché mi ci sono trovata davvero bene. 
Alla coop, proprio ieri, ho visto anche le salviettine struccanti vivi verde ed ho deciso di prenderle (credo siano in promozione, costano poco più di un euro al momento), anche se non so come si comporteranno.

Step n. 2

Se ho gli occhi parecchio truccati, uso l'olio di cocco. Per il mio bagno ne sono passati di parecchi brand, considerato che lo utilizzo anche per gli impacchi per capelli. Mi è piaciuto molto quello di Tea Natura (il cui unico difetto è di essere in bottiglietta di vetro dal tappo piccolo, per cui, d'inverno, occorre prima scioglierlo nell'acqua calda - io a casa nuova ho i riscaldamenti a pavimento, quindi non ho più il calorifero sul quale appoggiavo la bottiglietta U_U). Ora devo ancora provare questo di Rapunzel comprato al naturasì.
Invece (o in vece XD) dell'olio di cocco, proprio ultimamente ho deciso di comprare uno struccante occhi specifico. Ho optato per il brand Delidea in vendita dai Tigotà o negli Acqua e Sapone, perché mi incuriosiva molto ed ho scelto lo struccante occhi lenitivo al physalis e fiori d'arancio. Non ho ancora avuto modo di usarlo a dovere quindi non so come si comporterà, ma per ora, il primo impatto è stato negativo: non è riuscito a togliere degli swatches di rossetto dal braccio U_U.

Step n. 3

La fase della detersione vera e propria cambia a seconda che io abbia utilizzato l'olio di cocco o meno. In caso affermativo servirà un detergente vero e proprio e d'estate mi piace tantissimo il gel detergente rinfrescante vivi verde. Quando arriva la bella stagione lo ricompro (ed anche questo mi pare sia in offerta in questo momento, l'ho pagato sui 2,70 euro). Qui trovate le mie impressioni su questo prodotto che non a caso era finito fra i favoriti del periodo estivo.
Altrimenti prima sciacquo il viso con semplice acqua e poi passo un discetto imbevuto del gel astringente al mirtillo di Segreti di Natura. Questo è un prodotto specifico coadiuvante per gli inestetismi della couperose. Il gel in sé è trasparente quindi non so quanto estratto di mirtillo ci sia... Quel che so è che dopo averlo usato non ho la pelle secca che tira, ma bella idratata liscissima e morbida. Lo adoro! Ne avevo accennato qui.

Step n. 4

Il tonico! Il mio del momento è l'idrolato di lavanda prodotto dall'università politecnica delle Marche, di cui vi avevo accennato la storia qui. Normalizza il ph della pelle, ha effetto astringente sui pori, aiuta come coadiuvante nel combattere le imperfezioni del viso dovute ad impurità. Bello. <3 p="">

Step n. 5

Crema viso idratante. Sto utilizzando da poco quella idratante protettiva vivi verde di cui non vi posso ancora parlare approfonditamente. Sto finendo (ne rimangono ancora pochissime applicazioni) la retinolo bio plus di bottega verde, di cui vi ho già parlato qui. Purtroppo effettivamente a lungo andare la pelle tende a seccarsi e quindi ho preso un'altra cremina per dare un'idratazione maggiore. In verità credo che farò un ordine per comprare una crema viso più performante per l'estate, che offra anche una protezione dal sole. 
Io non uso creme contorno occhi, non credo di averne la necessità, non avendo borse evidenti. A volte ho le occhiaie, ma per quelle più che cremine e correttori, almeno per la mia faccia, servono otto ore di sonno consecutive. XD 

Direi che è tutto! Questa routine sembra lunga, ma in realtà dura pochi minuti (non usando roba particolarmente ostica da togliere si fa alla svelta!)

venerdì 6 giugno 2014

Tag: 10 random facts - Beauty edition!

Con molto piacere rispondo ad un tag che mi ha molto divertito. Ringrazio la ragazza persa di avermi tirato in causa perché ho davvero letto con attenzione tutte le risposte arrivate prima della mia, riflettendoci su.

Per raccontare dieci fatti a caso in tema di trucco ho davvero dovuto pensarci. E nel seguito del post vi spiegherò anche il perché. Dunque partiamo:

1) Proprio come per Federica (la favola russa) nessuno dei miei amici/parenti/conoscenti sa di questo blog. Prego visnù e ganesh che non lo vengano mai a scoprire. E già qui si vede proprio che non ho la stoffa della beauty blogger: invece che pubblicizzare il mio blog tendo a nasconderlo. XD Non so se sia perché nessuno dei miei amici/parenti/conoscenti sa di questa passione per l'ecobio o perché mi imbarazzerebbe farmi vedere in fotografia per giunta truccata (ma a pensarci bene, mi hanno vista struccata/ubriaca/stanca/rincoglionita dal sonno e quelle erano le vere situazioni di imbarazzo...)

2) Credo di essere (... sono!) molto più vecchia di molte ragazze che conosco tramite blog o tramite pagina facebook. Ma io ho cominciato a truccarmi veramente (veramente) tardi rispetto alla media ed ho cominciato a farlo proprio nel momento in cui avrei voluto più passare inosservata. Sembra un controsenso, lo so. Ho cominciato tardi per svariati motivi: il primo dei quali è che ho sempre avuto una bella pelle, chiarissima, compatta, mai avuto un brufolo, nemmeno in adolescenza, quindi quando le mie compagne di classe andavano in giro con la calce al posto del fondotinta per coprire l'acne giovanile, io sono sempre andata in giro senza l'ombra di una cipria. Il secondo è che non pensavo fosse necessario valorizzarmi, anzi al contrario, molte volte avrei voluto essere trasparente ed un rossetto rosso non era proprio adatto allo scopo. Per tutti gli altri motivi servirebbero anni di analisi e altri tag XD

3) Questo blog ha iniziato ad essere "conosciuto" (nella sua infinitesimale piccolezza) proprio in un brutto momento della mia vita e mi ha aiutato molto a distrarmi dalle cose brutte che mi sono successe intorno. Ho dovuto rinunciare a molte cose ed a molti hobby, ma a questo blog no. Ho sempre avuto riscontri anche se per molto tempo non l'ho aggiornato.

4) Truccarmi all'inizio era un'esigenza dovuta al fatto che oltrepassata la trentina abbondantemente la mia pelle non era più bella come un tempo. Discromie e rossori sono i miei nemici quotidiani. Poi però col tempo, e soprattutto seguendo voi, ho imparato che in fin dei conti il trucco ha a che fare soprattutto con sé stessi. E non c'è niente, ma dico niente, che può farti stare meglio, dopo una giornata di merda, come indossare il tuo rossetto preferito.

5) Cerco di curare tantissimo la base, ma non ho le competenze tecniche per poterlo fare al meglio. Le discromie mi fanno impazzire, ma preferisco andare in giro con un trucco più naturale da cui traspaia qualche difetto (sembrando magari sciatta) piuttosto che comprare un full coverage e andare in giro con un colore completamente artefatto ad effetto mascherone. Il fatto poi che io sia così chiara implica il non riuscire sempre a trovare dei fondi del mio colore.

6) Questo è il periodo dell'anno in cui inizio a notare i trucchi indossati dalle ragazze per strada. Faccio un pubblico appello: anche io nella mia infinita ignoranza ed incapacità ho capito che il fondotinta serve per uniformare l'incarnato e deve essere dell'esatto nostro colore di pelle. Per cortesia, non andate in giro con un fondotinta di quattro toni più scuro del vostro colore per sembrare abbronzate: non lo sembrerete affatto. Non ho mai capito questa mania dell'abbronzatura, di spalmarsi l'autoabbronzante e via discorrendo. U_U Io non mi abbronzo, metto il 50+ per non scottarmi e stop. Fiera del mio pallore.

7) Ho un problema con le palette. Non so se c'è un gruppo di sostegno, tipo eyeshadowpalletaddicted, perché io sono attratta dalle palette di tutti i tipi, piccole e grandi. Quando apro e vedo i colori sento di averne bisogno. Poi cerco di razionalizzare (infatti non ne ho tantissime, solo quelle di Neve Cosmetics, qualcuna di essence, bottega verde, una nude di clinique vecchissima che dovrei buttare ma non riesco! U_U). Provo molta meno attrazione per i colori singoli, anche se molto belli.

8) Non ho mai capito la questione dell'armocromia. Giuro che ci ho anche messo impegno, ma la mia testolina limitata proprio non ci arriva. Mi sono ripromessa di fare le foto con indumenti e rossetti di colore diverso sperando che qualcuna mi illumini in merito o qui o sulla pagina facebook o nel gruppo facebook delle paperelle di miss haul. Vero che qualcuna mi darà una mano? *fischietta*

9) Spesso quando decido di truccare gli occhi dimentico di piegare le ciglia e di mettere il mascara O_o' Forse sarà perché ho già le ciglia lunghe e folte di mio, però è un peccato, perché non c'è niente che apre lo sguardo come il mascara.

10) Ho delle brutte mani, delle brutte unghie e per giunta non so mettere lo smalto. Sono un'impedita completa in fatto di nail art. Però mi fanno un senso quelle che vanno in giro con unghie chilometriche anche se ben curate. Specialmente quelle che non riescono a digitare sulla tastiera del computer per via delle unghie lunghe (vedi l'impiegata dell'ufficio postale sotto casa mia U_U)

E con questo direi che è tutto! Chiunque legga si consideri taggata sua volta. Io invito esplicitamente Giorgia, Federica e Alessandra.