venerdì 5 settembre 2014

[BeBio#7] Piedini di fata!

Pensavate fosse finita? E invece no! La saga di bebio continua con altri cinque episodi. Mi è piaciuta talmente tanto che spero che continui ulteriormente con ulteriori episodi :-)
In questa settima puntata il focus sono le gambe e i piedi.

Dunque la condizione dei miei piedi è quella della pelle di tutto il corpo: sono secchi. Anche di inverno, protetti da calze e scarpe si seccano terribilmente. D'estate poi non ne parliamo, con l'abbandono delle calze la situazione precipita: ad esempio questa estate sono andata in giro per diversi giorni condei cerotti sui piedi perché la pelle mi si era seccata a tal punto che si erano create spaccature sanguinanti. 
E questo non perché non mi prenda cura dei piedi (ok, ok, potrei fare di più) ma proprio perché anche se metto impacchi di crema di sera, la mattina dopo non mi alzo mai con la pelle perfettamente liscia, quindi quando salto una sera di trattamento la situazione peggiora.
Ma quali sono i prodotti che uso? Beh, ve li avevo già fatto vedere nell'episodio "a corpo libero"

Il velvet soft di Sholl si sta rilevando un magnifico alleato nella cura dei piedi. Non è aggressivo e quindi lo uso spesso (sui miei piedi se non fosse usato con una certa costanza, sarebbe perfettamente inutile!).
Già levigando le parti più inspessite metà del lavoro è fatto. Sono contenta di aver comprato quest'affare che costerà pure sui 40 euro (io lo presi scontato) ma evita la fatica di strofinare con la pietra pomice e grazie alla sua maneggevolezza permette di essere precisi nell'esfoliazione.
Dopo aver levigato i piedi, li lavo bene sotto l'acqua con un detergente (non faccio quasi mai pediluvi con acqua caldissima per problemi di circolazione), poi li asciugo benissimo e applico la crema riparatrice di Bema Feet. Come vi avevo già detto queste due creme sono acquisti del mio ragazzo che di problemi di piedi ne sa qualcosa considerato che lavora con le scarpe anti-infortunistiche.
Sono molto efficaci l'una nel lenire e l'altra nell'asciugare la pelle dall'umidità che le delle scarpe da lavoro possono provocare.
Nel mio caso applico la talco-crema la mattina secondo necessità (non sempre e dipende dalle scarpe), mentre la riparatrice la sera.
Se non ho quella riparatrice (la confezione è di soli 50 ml, finisce subito!) applico la crema più grassa che ho in casa in quel momento e poi metto dei calzini di cotone prima di andare a dormire.
Un esempio di crema riciclata per i piedi  il burro corpo vellutante protettivo di vivi verde coop.
Ve ne avevo già parlato qui e come sapete, a dispetto della composizione grassoccia, io l'ho trovata leggerina, nel senso che devo riapplicarla spesso per avere un risultato soddisfacente. Usata per i piedi e coi calzini di cotone però, ho l'immediato vantaggio di non dovermi preoccupare della stramaledetta scia bianca ed anzi posso abbondare con le dosi in modo che nel corso della notte la pelle possa assorbire l'eccesso di crema. Usata così non è neanche male, anche se comunque la pelle poi non risulta mai perfettamente liscia e morbida per come mi piacerebbe averla, se non dopo un miliardo di applicazioni e se per un po' smetto siamo punto e a capo. U____U

Non metto quasi mai lo smalto però ho la fortuna di avere la lunetta piuttosto bianca, quindi delle unghie mi preoccupo poco, giusto le cure minime (sono pessima lo so O_o')

Questo è quanto per i piedi.
Per le gambe, specie d'estate, uso creme defatiganti, o ad effetto freddo, comunque adatti a facilitare la circolazione delle gambe. In particolare mi piace usare da anni ormai la lozione sollievo gambe di bioearth.

Nel blog ne parlo da sempre, qui per esempio o qui: dà una sensazione di fresco pazzesca e dà sollievo alle gambe stanche, gonfie e doloranti, soprattutto se avete scarpinato tutto il giorno, questo è un prodotto irrinunciabile.
Ne ho provate anche altri che mi sono piaciute nel corso degli anni, come la pomata all'ippocastano di victor philippe o la crema defatigante di omnia botanica (che profuma di bubblegum!) ma poi alla fine ritorno sempre da lei :-)

4 commenti:

  1. La rubrica #bebio è felice di sapere che ti piace *_*
    Mi dispiace che i tuoi piedini non riescano a trovare la morbidezza tanto agognata, nonostante tutti i prodotti interessanti che mostri ç__ç Secondo me dovresti integrare a questa routine un olio o un burro, magari da applicare mescolato alla crema. Così raddoppi l'idratazione :D

    RispondiElimina
  2. Mi sa che seguirò il tuo consiglio. Devo consumare l'olio vellutante corpo di oleandra!

    RispondiElimina
  3. Io sono veramente pigrissima e infatti ho i talloni super tagliuzzati -.- ... per fortuna poco tempo fa ho fatto una pedicure che me li ha rimessi in sesto!

    RispondiElimina
  4. Forse dovrei farne una anche io!

    RispondiElimina