domenica 30 novembre 2014

Liebster Award

Stasera post diverso dal solito: partecipo, al volo, su invito di Maia aka la Biodipendente che ringrazio veramente moltissimo al tag per il Liebster Awards ovvero la classifica dei nostri blog preferiti con meno di 200 iscritti. Un modo carino per farsi conoscere insomma e per cercare di attrarre più pubblico.
Le regole per partecipare sono molto semplici: dopo essere state nominate, occorre:
  • Ringraziare la persona che ci ha nominato 
  • Rispondere a 10 domande
  • Nominare altre 10 blogger sotto i 200 iscritti
  • Comunicare con un commento la nomina ai nostri blogger prescelti 

Ok, partiamo dai ringraziamenti. Come sopra, ringrazio di cuore la Biodipendente che mi ha nominata. Ha scelto un nome molto carino per il suo blog e sono sicura che andrete a dare un'occhiata anche solo per quello!

Le domande con le mie risposte:
  1. Perchè hai aperto un blog?   Volevo condividere le mie fotografie e alla fine ho finito per parlare di cosmetici. XD 
  2. Ci parli un po' delle tue passioni? Sono socia LIPU, mi piace andare nelle oasi e fotografare fiori e animali, passeggiare nella natura. Poi vabeh, non sarei stata nominata se non fossi una patita dell'ecobio! Mi piace poi creare gioielli con le perline. 
  3. Quanto pensi che i commenti e le interazioni siano importanti per un blogger e in che modo? Penso che siano fondamentali perché altrimenti si ha l'impressione di parlare da soli e non si ha lo sprone per andare avanti a scrivere e condividere. 
  4. Di che cosa parli nel blog? Di ecobio e altre frivolezze, condivido le mie foto, parlo di cosmetici, cercando di farlo in modo razionale e riportando sempre le mie recensioni d'uso.
  5. Hai creato un gruppo di amicizia con altre blogger? Vi siete mai viste di persona? Il blog ha creato parecchia interazione *reale*, si. Alcune ragazze le ho conosciute di persona, con altre parlo in privato su fb o sui social.
  6. Come immagini il tuo blog tra due anni? Vorresti vederlo crescere o cambiare? In che modo? Fra due anni spero di avere maggiori cognizioni di grafica perché adesso, da questo punto di vista il blog fa proprio pena! Potrei pensare di avvalermi di un aiuto più professionale. Ma in generale vorrei vederlo cresciuto. E' ancora piccolo di dimensioni, anche se ormai ha un po' di anni.
  7. La cosa che sai fare meglio? Baby, io non so fare niente di niente XD
  8. Quanto tempo dedichi al tuo blog? Il tempo residuo dopo la vita reale. E credo sia per questo che è rimasto piccolo, effettivamente riceve poche energie da parte mia.
  9. Come nascono i tuoi post? Provo il prodotto per un lungo lasso di tempo in diverse situazioni. Il lungo periodo è essenziale per scrivere una recensione. Le review frutto di due giorni di applicazione non sono affidabili né credibili. 
  10. Un saluto a chi legge? Saluto sempre chi legge queste pagine, di cuore. I silenti, quelli che si manifestano, chi lascia un commento o una traccia del suo passaggio e chi non lascia nulla. Spero che ritorniate!
Ed ecco le mie nomination:

A casa di Bidget della dolce Alessia
Foffyland che fa sempre trucchi meravigliosi ed eccentrici
La brava Pinnù
Tizy Gattara ( XD )

Al momento non mi vengono in mente altre blogger con meno di 200 iscritti che non abbiano già partecipato a questo tag, ma estendo l'invito a chiunque voglia partecipare. Mi farebbe piacere vedere nei commenti tutti i link ai vostri blog. forza che aspettate? ;-)

sabato 22 novembre 2014

Dr. Bronner's Magic soap

In questo periodo sto combinando un disastro.
Ho tremila flaconi aperti, proprio io che in genere ne apro solo uno alla volta e attendo di finire il precedente, prima di aprire quello successivo, per preservare il pao (e l'ordine del mio bagno!)
In questo periodo no, ho troppi flaconi, troppi prodotti nuovi che sono curiosa di provare o prodotti che sto centellinando perché non voglio che finiscano ed il risultato è che è tutto aperto.
Questo perché non ho resistito alla curiosità di provare prodotti che avevo accumulato per scorta.
Beh mai più! Prima di comprare qualcos'altro tenterò di finire quello che ho. Insomma sono in ban cosmetico da ora fino a data da destinarsi (e questo vale anche per i prodotti di make up).

In questo turbinio di flaconi e flaconcini in questo periodo la mia attenzione si è focalizzata su uno in particolare che sto utilizzando da  un po' e di cui vorrei farvi conoscere le mie prime impressioni.
Queste prime impressioni dovrei scriverle a quattro mani con il mio fidanzato considerato che adora questo più di ogni altro prodotto ecobio che gli abbia fatto mai provare. 
Ma andiamo con ordine: di cosa parlo?


Sto parlando del Dr. Bronner's magic soap. Ho comprato questo prodotto, semplice ma particolare nello stesso tempo, da Paola di PH Naturale e da quando l'ho aperto è stato un colpo di fulmine.

Ma cos'è di preciso? E perché sarebbe "magico"?
E' un sapone liquido e un po' magico lo è davvero. E' bio, 100% vegetale e vegano, e peculiarità del prodotto è che è multifunzione.

La casa madre parla di ben 18 usi differenti con un solo prodotto. La gioia dei campeggiatori insomma! Un prodotto irrinunciabile se vi piace viaggiare portando dietro il minimo indispensabile considerando il risparmio di risorse e di spazio!
Essendo un sapone concentrato se ne può deciderne la destinazione d’uso diluendolo a seconda di cosa volete farci: se cliccate sulla scheda informativa presente su PH Naturale o sul sito americano della casa madre troverete le diluizioni consigliate a seconda dell'uso.


Francamente appena ho scoperto questa sua caratteristica sono quasi impazzita e ho iniziato a farci la qualunque :-) 

La prima cosa che colpisce una volta aperto il flacone è il profumo. La mia scelta è ricaduta su quello alla mandorla (qui per vederle il post haul!) e non poteva andare meglio: è veramente buonissimo. Sa proprio di latte di mandorla, quello da bere! Al mio fidanzato ricorda l'odore della pasta da rasatura bianca (che non so come si chiami onestamente) e piace molto anche a lui.

Ma cosa ci abbiamo fatto con questo sapone magico?

Il mio fidanzato lo usa come bagnoschiuma, lo diluisce un po' nella vasca, poi lo mette nella spugna e strofina. Gli piace molto perché sgrassa (la sua pelle non è secca da fare schifo come la mia, quindi apprezza un prodotto più sgrassante).
Ci ha, poi, lavato i capelli, e anche qui, avendo i capelli grassi, si è trovato meglio che con lo shampoo tradizionale.

Veniamo ai miei utilizzi:

L'ho usato una volta come dentifricio mettendo una goccina di prodotto sullo spazzolino, e caspita che schiuma! Anche troppa. Ha pulito bene i denti ma non sono abituata a sentire il sapore del sapone e nemmeno a tutta quella schiuma dunque non credo che lo proverò ancora in questo modo. 
Mettendo due o tre goccine sul palmo della mano, ci ho lavato il viso: al bisogno, quando vedo qualche imperfezione in più spuntare, utilizzo questo sapone perché ha un'azione veramente purificante, lascia la pelle veramente pulitissima. Il contraltare è che se usato spesso, tende a seccare la pelle e per ovviare a questo lo uso così solo al bisogno.
Lo uso per lavare quelle parti del corpo che tendono a sudare di più, tipo le ascelle, e dopo mi sento veramente fresca e pulita.
L'ho utilizzato anche come detergente intimo diluendolo molto, ma no, laggiù non funziona, c'è bisogno di qualche delicatezza in più.

Oltre che per la cura del corpo - considerato che la casa madre dà ben 18 usi diversi - ho provato ad usarlo per la pulizia di piccoli oggetti (come detergente per gli occhiali ingrassati per sbaglio con la crema corpo, è stato meraviglioso, sono tornati pulitissimi e perfettamente sgrassati). L'ho usato anche su una piccola porzione di parquet che i gatti avevano macchiato trascinando una matita U_____U ed anche in questo caso ha funzionato bene, il tratto a matita è sparito del tutto senza lasciare traccia!
In ultimo l'ho utilizzato per lavare qualche pennello da trucco che ha deterso da ogni residuo di polvere e make up. 
Considero uno spreco pulirci il bagno o il pavimento (per i quali ho altri prodotti comunque "verdi") e mi sono limitata solo a questi piccoli esperimenti. Ma volendo ci si possono lavare i vestiti o perché no, anche i nostri animali domestici.

Cosa mi ha colpito di questo sapone?
Che si sciacqua via subito lasciando la pelle (e le superfici) perfettamente pulite. Fa effetto "last", ma sul serio! Ci sono in commercio milioni di detergenti che sembra che non si sciacquino mai via, sembra sempre che resti una patina oleosa addosso e mi danno un fastidio indicibile, con questo no, una volta lavato via, la pelle è detersa e pulita.
Chiaramente occorre ricordare che è pur sempre un sapone e la filosofia con cui lo dovete usare, come dice un vecchio adagio, è che una goccia è già troppa! 
E' veramente efficace e quindi è inutile sprecarlo usandone troppo e rischiando oltretutto che risulti aggressivo sulla pelle. Se seguirete questi consigli oltretutto vi durerà una vita.

L'inci è molto semplice, come tutte le cose buone.

Water, Organic Coconut Oil*, Potassium Hydroxide**, Organic Olive Oil*, Organic Hemp Oil, Organic Jojoba Oil, Natural Almond Fragrance, Citric Acid, Tocopherol

* CERTIFIED FAIR TRADE INGREDIENT
** None remains after saponifying oils into soap and glycerin 


In definitiva direi che come prima impressione lo adoro! E mi fa un po' ridere aver scoperto ora questo prodotto, quando in realtà è sul mercato da diverse generazioni! Grazie Paola per averlo portato anche in Italia.

lunedì 17 novembre 2014

Haul & Haul: wjcon e neve cosmetics

Tempo di un nuovo bottino su questi schermi, ma solo perché persistono pioggia e tempo brutto, quindi di fare delle fotografie decenti di swatches o trucchi non se ne parla neppure.
In questo post vi parlo di due ordini separati, uno fatto su Wjcon e l'altro su Neve Cosmetics. Il totale dei due si aggira intorno alla ventina di euro.

Partiamo dal più breve. Che ci crediate o meno, Wjcon in Lombardia esiste in pochissime sedi e Milano non è fra queste. Mi pare ci sia un negozio fisico a Gallarate, ma pur non abitando lontanissimo non mi è proprio di strada... Così approfittando delle spese di spedizione gratuite, ho ordinato dal sito il matitone labbra della limited edition burlesque nella tonalità 03 chianti (euro 3,90). Avrei voluto anche le tinte per labbra della l.e. make up artist e qualche matita occhi ma erano esaurite tutte quelle che mi interessavano. La notizia positiva è che per le tinte basta aspettare perché  entreranno in permanente la primavera prossima.

Spendo due parole sul sito.
Mi sono registrata due volte: la prima volta, non so per quale motivo, la registrazione, pur andando a buon fine, non mi ha mai permesso di effettuare ordini, semplicemente perché una volta sloggata non riconosceva più la password per entrare. Ho chiesto aiuto sulla pagina facebook dell'azienda e mi hanno aiutata nel giro di un'ora creandomi di fatto un altro profilo per poter entrare. Sono riuscita ad entrare una volta, dopodiché pur salvando la pass, non mi ha più riconosciuta come utente registrato.
Al diavolo mi sono detta, e mi sono registrata una seconda volta con altre credenziali. 
Beh non so se la congiuntura astrale questa volta era positiva, ma non ho più avuto problemi di nessun tipo, a parte la lentezza del sito. Comunque sia sono riuscita ad ordinare tranquillamente.
Il mio ordine risulta "confermato" ancora adesso che il pacchetto è arrivato a destinazione: insomma è stato spedito senza uno straccio di notifica ed è arrivato in una settimana circa.
Considerato il volume dell'ordine, consistente in una matita, mi è arrivato un pacco ENORME che mi ha fatto pensare avessero sbagliato a recapitarlo! Invece, no, il nome era proprio il mio e una volta aperto ho constatato che era pieno di materiale da imballaggio e sul fondo la mia matita. Non ho avuto la possibilità di prendere niente a parte questa matita perché al momento dell'ordine non era disponibile nulla di quello che volevo (matite occhi comprese, sigh sob...) però invece che aspettare e perdere la promo delle spese gratuite e correre il rischio che chianti andasse sold out anche lei, ho turato il naso ed ho ordinato, dispiacendomi per l'importo esiguo. Mi rendo conto che comunque loro hanno sostenuto delle spese di trasporto certamente superiori ai 3,90 euro del mio ordine. 

Veniamo all'altro ordine. Mistero Barocco Neve Cometics. Devo aggiungere altro?


Il concept di questa collezione mi è piaciuto molto ma molte delle colorazioni dei prodotti non erano adatte al mio incarnato, così ho ordinato solo quello che risulta, per me, più facilmente sfruttabile.
Della palette (bellissima secondo me *____* ) ho ordinato solo ember perché sfruttabile anche come blush; mentre fra le pastello occhi è arrivata a casa mia Ego - Bistre. Questo è un colore né nero, né marrone, per nulla banale che cercavo da un po'. Infine cosa dire delle duebaci? Ne avrete le scatole piene immagino, avrete letto ovunque di queste matite... Io ho preso l'unica a base fredda ovvero la rossa masquerade, le altre due erano terribilmente calde e marroni. Se seguite questo blog sapete quanto detesto il marrone sulle labbra (e pare stia tornando di moda...) personalmente, coi miei colori, mi uccide.
Per completare l'ordine devo citare una pastello della precedente collezione e cioè pianeta - purple, presa più per la curiosità di provarla sulle labbra.
Infine l'azienda mi ha accontentata e come omaggio mi ha mandato una mini di carnaby street che da tanto desideravo.
In questo caso ho ordinato la sera tardi, il giorno dopo il pacco è stato preparato e spedito ed era fra le mie mani il giorno successivo: efficienti e precisi come al loro solito, quelli di Neve Cosmetics!
Ultima nota per la pochettina di plastica trasparente: è bellissima! Mi è piaciuta un sacco, è molto capiente (più delle altre che si ricevevano prima) e con una grafica più graziosa. Molto utile se dovete affrontare  viaggi in aereo per portare i liquidi nelle minisize! 

Direi che con questo è tutto, vi piacciono questi piccoli acquisti? Voi siete riusciti a prendere le tinte per labbra di wjcon? 
Al prossimo post.

domenica 9 novembre 2014

Cattier - maschera all'argilla rosa

In questo periodo vi parlo sempre di prodotti bellissimi, che mi sono piaciuti tanto e questa sera non farò eccezione.
Durante l'ultimo ordine fatto dai ragazzi de Il giardino di Arianna ho deciso di inserire nel carrello un prodotto che volevo da tanto tempo, complice il fatto di aver avuto difficoltà improvvise con la pelle del viso, con imperfezioni che andavano e venivano senza un perché (non ho cambiato abitudini alimentari o la skin routine).
Quale occasione migliore per testare un marchio di cui sento parlare poco, ma sempre bene? Ho quindi dato il benvenuto a casa mia alla maschera all'argilla rosa di Cattier.


E' indicata per la cura delle pelli sensibili, permette un'efficace pulizia del viso ma senza seccare la pelle. Ammetto che quando ho letto la descrizione del prodotto come "addolcente purificante" sono rimasta un po' basita: come fa un prodotto ad addolcire ma a pulire in profondità l'epidermide?

Beh, mi sono dovuta ricredere, la descrizione del prodotto calza, è fedele a quello che succede nella realtà.

Il prodotto si presenta come una crema piuttosto pastosa, ma meno di come me la sarei aspettata, è quasi fluida, si spalma benissimo sulla pelle (mi raccomando, evitare la zona perioculare!) e si asciuga piuttosto velocemente (ed in effetti a volte vaporizzo un po' acqua per evitare che secchi troppo).

il bello del prodotto è che è delicatissimo, per cui anche se rimane in posa qualche minuto in più del necessario, la pelle non ne risente in alcun modo.

Anzi, una volta rimossa risplende: è più luminosa, liscissima e morbidissima. Nel mio caso i rossori si attenuano notevolmente. Ed anche le imperfezioni, pian piano sono sparite.
La risciacquo via con acqua tiepida, passo l'idrolato alla lavanda e applico le creme e i sieri di ordinanza, ed ecco la pelle come rinata.

L'inci, neppure a dirlo è bellissimo e semplicissimo (il che non guasta!)



Consigliatissima. Ormai la tengo sul mobile del bagno, come i prodotti che uso più spesso: di fianco allo scrub e al detergente per il viso.

Voi l'avete provata?

sabato 8 novembre 2014

[BeBio#10]: Winter is coming!

Voi pensavate davvero che io mi potessi dimenticare di questa rubrica?
Giammai!
Ho saltato qualche episodio che recupererò in futuro, ma intanto dopo la settima puntata sui piedi di fata, salto direttamente alla decima, dedicata all'inverno: winter is coming! Miss Haul non mi sgriderà per questo... forse :-D
Comunque sì, è proprio il caso di dirlo, l'inverno non sta arrivando, ma è già arrivato e si fa sentire!

Inizio col dire che l'idea di parlare dei prodotti di inverno l'ha avuta la bella Miss Red Hair (qui potete leggere il suo contributo alla rubrica) e l'ho trovata un'idea interessante perché per chi come me soffre di pelle secca, è un periodo dell'anno particolarmente difficile.

Farò una panoramica generale dei prodotti che utilizzo secondo le mie necessità.

Partiamo dalla parte del corpo più esposta al freddo e più sensibile agli sbalzi climatici: le mani!

Non posso girare assolutamente senza crema per le mani in borsa e, in genere, oltre a metterla continuamente durante il giorno, tengo un tubetto sul comodino per poterla mettere anche prima di andare a dormire. 
In questo periodo sto usando queste due: per la sera uso la crema mani biologica di Omia all'aloe vera e in borsa tengo la crema mani idratante protettiva all'aloe e olio di argan di Bionova. Forse dovrei invertirle, infatti la prima è più leggera, non unge assolutamente, ma proprio per questo non è un super idratante. Dà una sensazione di sollievo alle mani screpolate, ma deve essere riapplicata molto spesso perché altrimenti non è sufficientemente emolliente.
La crema mani di bionova, invece, è più grassoccia, non unge ma è come se creasse un film protettivo sulle mani (che si sente!) in modo da proteggerle. Dona una morbidezza pazzesca, dopo averla applicata la pelle diventa liscissima e vellutata e ultimo ma non ultimo ha anche un buonissimo profumo! Assolutamente consigliata! Io l'ho trovata per caso nella coop sfigata vicino a casa (è l'unico prodotto bionova che c'è...) e l'ho pagata 4,30 euro (non è pochissimo per un prodotto da supermercato ma a mio parere li vale tutti!)

Passiamo all'altra parte del corpo particolarmente soggetta al freddo e al vento: le labbra

Sto alternando tre prodotti diversi: burrocacao di crazy rumors, quello del dr. bronner's e il balsamo labbra di tea natura.
Li ho recensiti tutti e tre qui, qui e qui: i primi due li tengo nella borsa e l'ultimo di fianco alla crema mani sul comodino perché non amo applicare il prodotto con le dita quando sono in giro. Mi aiutano moltissimo a mantenere delle labbra idratate, però se salto un giorno di applicazione, ecco che subito le labbra si seccano (forse anche per colpa dei matitoni per labbra e dei rossetti opachi!).
Li adoro tutti e tre e avendone già parlato non mi dilungo, li consiglio tutti!

Venendo ora al viso intero, devo dire che oltre ai soliti sieri di biofficina toscana (riequilibrante e antiossidante in particolare) mi sto trovando benissimo con la crema per il viso protettiva alla carota di Iliana. L'ho usata un pochino anche questa estate e mi aspettavo che d'inverno sarebbe stata magnifica: è molto molto "cerosa" anche se si assorbe subito, e se d'estate può dare il problema di "trasudare" dalla pelle del viso se non messa in quantità esigue, come contraltare fa in modo di mantenere la pelle del viso molto più idratata nella stagione fredda. Come crema invernale credo sia una delle migliori che abbia mai provato, in più mi tiene sotto controllo (più o meno) i rossori.
Altro alleato contro le intemperie che non mi sarei aspettata è il bioprimer di Neve cosmetcis nella versione ravvivante: ha una quota idratante veramente notevole ma nello stesso tempo aiuta la base ad aderire meglio al viso (nel mio caso sto usando il flat perfection). La base mi dura di più e nello stesso tempo la pelle ha un surplus di idratazione che le permette di non disidratarsi durane la giornata. 

Per finire parliamo di gambe e corpo: in questo periodo le creme rinfrescanti sono bandite, mi danno fastidio. Opto per creme e olio per il corpo.
Allo scopo sto usando due prodotti di cui avevo già diffusamente parlato (qui e qui): il burro corpo vivi verde coop (pregate con me perché finisca, non ne posso più di lui!) e l'olio vellutante corpo di oleandra (anche questo, ma si rigenera durante la notte? Vorrei ricomprare l'olio delle fate, ma prima preferisco finire questo). Un cantuccio se lo ritaglia anche il fluido corpo al peperoncino di biofficina toscana: è leggerino ma da alternare a qualcosa di più pesante va bene. Non mi ha fatto una buona impressione e se devo essere onesta non lo ricomprerò: oltre a non idratare moltissimo, ha un odore che non mi piace.
Con questo è tutto!
Quali sono i vostri prodotti per l'inverno?


mercoledì 5 novembre 2014

Prodotti finiti di luglio, agosto settembre, ottobre 2014

Prodotti finiti del periodo:


Iniziamo dall'amato shampoo all'olio di macadamia di Omia, recensito qui: assolutamente da ricomprare, assolutamente!

Passiamo allo shampoo all'aloe dello stesso brand: se il primo mi è piaciuto tantissimo, il secondo mi è piaciuto meno, non che sia un cattivo prodotto ma ho preferito il primo, questo a lungo andare tendeva a seccare i capelli, non aiutando l'effetto crespo in fase di asciugatura. Per il resto lava bene senza aggredire e se avete capelli meno problematici dei miei, mi sento anche di dirvi di dargli una chance e di provarlo.

Della maschera all'olio di macadamia di Omia ho parlato proprio ieri e proprio qui, quindi non mi dilungo. Vi dico solo che questa maschera, in combo col suo shampoo è una delle migliori mai provate. Li ho amati proprio questi due prodotti.

Fra i prodotti dei capelli poi c'è anche Linissimo, la maschera di fitocose, anche questa recensita qui: amore amore amore anche per questo prodotto!

Il bagnoschiuma dei provenzali al muschio bianco l'ho comprato da piacere terra, supermercato del bio che c'è vicino casa mia, approfittando di uno sconto. Ha un profumo buonissimo, ma proprio buonissimo. Se vi piace il profumo del muschio bianco provatelo. Non è aggressivo per la pelle ma lava bene e fa tanta schiuma soffice e bianca.

Il detergente intimo di vivi verde coop non è malaccio, ma detto sinceramente, tra i low cost, preferisco quello alla camomilla dell'esselunga: ho girato tanto per provarlo questo della coop ma ora non credo che le nostre strade si ri-incontreranno ancora. E' comunque abbastanza delicato e lavante.

Un altro arrivederci che ho dovuto dire a malincuore è stato quello per l'aceto da risciacquo al lampone di Yves rocher. Anche di questo potete leggere la recensione (qui) ed anche questo mi è piaciuto veramente tantissimo.
E voi? Quali sono i vostri prodotti finiti?

Omia Laboratoires - maschera per capelli all'olio di macadamia.

Prima del post dei finiti del mese e magari dei preferiti, vorrei recensirvi un prodotto che mi è piaciuto davvero moltissimo.
E' stato uno degli acquisti per capelli migliori che abbia mai fatto ed ora che è finita ne sento la mancanza. Sto parlando della maschera all'olio di macadamia di Omia Laboratoires.






Diciamo che con il brand ho un rapporto un po' combattuto, ma fin ora, ad onor del vero, sono più le esperienze positive che quelle negative.

Questa maschera è stata utilizzata per tutto il periodo estivo, che da una parte è un periodo veramente difficile per i capelli, perché c'è caldo, si suda (insomma per quanto abbia fatto caldo questa estate), e tra sale e salsedine i lavaggi non si contano più... Il rischio è di ritrovarsi con capelli aridi, secchi e stopposi da perfetta strega.

Chiaramente io prendo sempre mille accorgimenti per evitare che questo accada (e lo shampoo della stessa linea è stato un alleato fantastico in questo senso) ma non sempre ci si azzecca... E questo prodotto l'ho preso un po' a scatola chiusa perché trovato in offerta, marchiato icea, buon inci... Insomma mi sono buttata.

Mai scelta fu più azzeccata perché è una maschera - balsamo meravigliosa, migliore e di molto rispetto ad altri prodotti più blasonati e costosi che non hanno lo stesso effetto.

Si presenta come una crema, compatta ma morbida e cremosa. E' molto corposa ma si stende molto bene sui capelli. E' consigliata dalla casa madre la posa per qualche minuto e se effettivamente è cosa consigliabile sia per la maschera all'aloe sia per quella ai semi di lino, per questa non è necessario: anche usata come un qualsiasi balsamo, funziona perfettamente: districa benissimo i capelli ma nello stesso tempo non li appesantisce minimamente. Dopo il risciacquo i capelli sono pettinabili e senza nodi e dopo l'asciugatura risultano leggeri e morbidi. La cosa che mi ha colpito di più è la lucentezza! Capelli ludici e col mio mosso naturale già piuttosto definito, quando in genere sono sempre orrendamente crespi.

Insomma per me è davvero super promossa ed è la mia preferita tra tutte le sorelle (si le ho provate tutte!).
Vi farò un post riassuntivo su tutte le maschere per capelli di Omia, ma vi anticipo che per rapporto qualità prezzo sono quasi imbattibili: si trovano spesso in offerta e per quattro euro potete portarvi a casa ben 200 ml di prodotto valido.

Voi l'avete già provata? Per in abbinamento al suo shampoo è fantastica!