domenica 27 dicembre 2015

Boho Green Revolution - Boho Cosmetics - gypsy palette

Vi parlo di un gioiellino che custodisco nello scrigno dei trucchi.
Fra tutti i cosmetici decorativi, anche se tendo a truccare poco gli occhi, tendo ad essere attratta dalle palette di ombretti. Quelle che posso comporre da sola paradossalmente mi attraggono meno di quelle già fatte, di cui osservo i colori, in cui studio le possibili combinazioni tra loro e l'armonia che creano messi lì tutti insieme da chi ha ideato la palette completa. So che per tutto il resto del mondo questa cosa non ha molto senso e che tutti preferiscono comporsi la propria palette, ma tant'è... 

Così, quando Paola di Ph Naturale qualche mese fa ha portato in Italia la gypsy palette di Boho Green Revolution (ricordo che non si può più comprare direttamente dal sito francese - quello ufficiale per intenderci -  di Boho cosmetics) ho deciso che avrebbe dovuto essere mia, insieme alla sorella flower power. Ho aspettato che ci fosse una scontistica interessante e ho piazzato un ordine per prenderle entrambe.

Oggi vi parlo della gypsy appunto, in un altro post vi mostrerò la flower power.

La prima cosa che mi ha attratto di questa palettina è il pack in legno a chiusura magnetica, una chiccheria mai vista (anche se scomoda: in realtà mai potrebbe essere riposta nella borsa, si aprirebbe subito!) 
Le cialde si possono rimuovere dai loro alloggiamenti, sono ricaricabili , anche se a dire il vero non ho mai visto venderle singolarmente, nemmeno sul sito ufficiale. Mi chiedo, però, a cosa possa servire prevedere cialdine rimovibili se poi non possono essere sostituite. Mi auguro che prima o poi metteranno in commercio le singole cialde, anche in altri colori magari, da inserire nella palette (forse ci sono già?). 
Comunque, se già l'involucro mi era piaciuto, la selezione di colori mi ha fatto capitolare definitivamente La collezione ha come ispirazione i colori della terra.
La palette comprende toni nude completamente opachi, e colori nude satinati/perlati.
I colori - anche quelli chiari e opachi - hanno un'ottima pigmentazione, sono scriventi (e per questo si perdona il fatto che siano leggermente polverosi) e sfumabili. Ottimi come ombretti di transizione joinc de mer e mousseline. Nella piega  o per uno smokey rose noir è stupendo! Laine è un bellissimo punto luce per l'interno dell'occhio. Su di me hanno una durata discreta anche senza primer, ma io, almeno in questo periodo, non ho la palpebra oleosa. 

Da sinistra a destra: 151 jonc de mer (un taupe opaco) - 152 cèdre (marrone di tonalità media, opaco) - 153 mousseline (un rosa antico con dentro tanto grigio) - 287 laine (bianco leggermente satinato) - 285 cuivre (un bel rame luminoso e superpigmentato) - 284 rose noire (è un bel prugna scuro satinato, uno dei miei colori preferiti di questa palette) - 286 ombre (marrone rosato satinato) - 288 cachemire (rosa caldo satinato)

Questa palette mi è piaciuta veramente un sacco. Ha colori che porto tutti i giorni, anche se mi trucco poco, che mi permettono di sottolineare lo sguardo senza appesantirlo (anche con solo un ombretto a tutta palpebra e mascara). I colori non sono di per sé di un'originalità pazzesca, ma chi ama i toni nude potrebbe prenderla in considerazione. Voi l'avete? Vi piace?

lunedì 7 dicembre 2015

Una doccia veloce.

Cosa c'è di meglio che tornare a casa, dopo una lunga giornata fredda e stressante, e mettersi sotto il getto bollente della doccia che porta via freddo, stanchezza e rilassa i muscoli? 
La doccia calda è uno di quei piaceri della vita irrinunciabili.


La temperatura dell'acqua fa molto, ma anche i prodotti che usiamo aiutano a distendere le tensioni accumulate durante la giornata.
Quello che vi suggerisco in questo post sono piccoli accorgimenti per rendere più piacevole anche una doccia veloce prima di cena o prima di andare a dormire.
Innanzitutto chiudete fuori dalla porta preoccupazioni e problemi che avete affrontato durante la giornata, questi 15 minuti sono solo per voi.
Poi per aiutarvi nel rilassamento vi consiglio un prodotto piccolissimo, semplicissimo da fare ma poco costoso se non avete voglia di farvelo in casa. 
Sto parlando dei fiori da bagno frizzanti, profumati con i fiori di bach. Ne esistono di molte marche, ma io ho ancora uno di questi fiori, superstite di un paio di vecchi ordini fatti dal il giardino di Arianna. Sono dei fiori composti da polveri compresse, frizzanti (bicarbonato + acido citrico + fiori di bach) che si possono usare sia nella vasca da bagno, sia nel piatto della doccia. 
Il contatto con l'acqua li fa frizzare e così si sprigiona l'essenza di fiori di bach in essi contenuta. 

Se uso questi fiori mi piace usare un bagno schiuma non profumato, per non coprire l'essenza dei fiori di bach che sale dal piatto della doccia.
In questo momento nella mia doccia c'è il doccia schiuma cocco e karité di greenatural di green project. A dispetto del nome, questo prodotto non contiene estratti o olio di cocco (per cui non ne ha l'odore caratteristico), né burro di karité, ma credo solo tensioattivi derivati dai suddetti.
Non ha praticamente profumazione se non una molto lieve e neutra. E' abbastanza delicato ma da questo punto di vista però ho provato di meglio, perché seppur leggermente la mia pelle tende a tirare dopo l'uso. Lava bene, ma non fa molta schiuma. Io lo uso con una spugna perché è anche piuttosto liquido e rischierei di usarne più del necessario senza l'ausilio di essa.

Come shampoo uso quello riparatore di Bioturm. Come sapete ho provato ben cinque di questi shampoo bioturm, presi tutti insieme da PH Naturale e mi sono piaciuti parecchio: fanno tanta schiuma morbida e lavano bene senza aggredire il cuoio capelluto. Già questo basterebbe. L'aspetto che non mi aspettavo e che mi è piaciuto tantissimo è che districano e condizionano i capelli come non mai: non serve il balsamo e infatti nella doccia non ce l'ho! Questo in particolare non ha neppure l'alcohol nell'inci, che per essere uno shampoo tedesco è un evento.
Hanno un rapporto qualità prezzo particolarmente vantaggioso, e sappiamo quanto nell'ecobio sia difficile trovare prodotti performanti a basso costo. Se siete in cerca di uno shampoo ecobio, io darei loro una chance, per poco più di quattro euro, secondo me ve vale la pena!

Una volta uscite dalla doccia servirebbe un massaggio con una crema corpo. Ma prima di cena o subito prima di andare a dormire non ho tanta voglia di massaggiare così opto spesso per un olio corpo: applicato a pelle bagnata idrata in poco tempo. Al momento sto usando questo di oleandra che ho perso il conto degli anni che ha (credo tre!), eppure non è irrancidito, anzi è identico a quando l'ho aperto. Ormai lo uso un po' per tutto, anche per struccarmi. Contiene olio di vinaccioli ricco di vitamina e, dunque un toccasana per le pelli secche come la mia.

Spero di avervi dato, con questo post, qualche piccolo spunto per ritagliarvi un quarto d'ora di pace nel corso della giornata. Al prossimo post.

martedì 1 dicembre 2015

Il giardino di Arianna haul

Qui fioccano i primi regali di Natale ragazze!
Oggi mi è arrivato un pacco. Non lo aspettavo, quindi è stata una sorpresa di quelle che ti raddrizzano una giornata storta.
Erika e Nicola, gli amici de Il giardino di Arianna mi hanno fatto recapitare un pacchetto adorabile, incartato come solo loro sanno fare e che conteneva un bigliettino (grazie ragazzi!) e due prodotti:
- una matita occhi di neobio, un brand tedesco che ha introdotto di recente una nuova linea di make up e
- la crema mani firmata dal negozio stesso, certificata ICEA e prodotta niente meno che da PierPaoli Ecobio.





La matita è nera, ma non opaca: è piena di brillini che ho cercato di catturare con la macchina fotografica. Non so se ci sono riuscita. Li vedete? E' bellissima questa matita, specie per le feste!


Non posso far altro che ringraziare Erika e Nicola per questo regalo inaspettato.

mercoledì 25 novembre 2015

Sezione Aurea Cosmetics - Tati crema divina

Oggi vorrei parlarvi di un prodotto rivelazione. 
E' ancora presto per tirare le somme del 2015 ma credo proprio che la crema divina Tati di Sezione Aurea Cosmetics sarà sul podio dei prodotti top dell'anno, come lo scorso ci finì la lozione ricci morbidi di Biofficina Toscana.

Sono immensamente felice che ci sia una ricerca in termini di formulazioni e funzionalità dei prodotti per capelli: fino a qualche anno fa non c'era tutta questa scelta e per chi voleva o aveva la necessità di utilizzare un prodotto leave in o per lo styling le strade da percorrere erano solo i cristalli liquidi (siliconi puri), cere, lacche, gel e oli per capelli dall'inci discutibile.
Fin da quando non sapevo cosa fosse un inci però, capivo che questo genere di prodotti, pur avendo necessità di disciplinare i capelli, non facevano al caso mio: io ho i capelli sottilissimi e crespi ma applicando i cristalli liquidi o qualunque altro prodotto leave in, pur lavandoli tutti i giorni apparivano unti, spenti, sporchi.
Era un incubo perché non mettendo nulla sembravo uno spaventapasseri spennacchiato, ma mettendo oli, siliconi, gel o spume di qualsiasi tipo mi ritrovano con capelli da rilavare immediatamente.
Pian piano ho preso consapevolezza di quanto fosse comunque importante - a monte - la detersione dei capelli e, informandomi e sperimentando, ho appreso cos'è un inci e quali ingredienti potessero fare al caso mio e quali no. Passando al bio ed eliminando siliconi e petrolati dalla mia routine però, il problema dello styling non è scomparso del tutto: non usando più shampoo a base siliconica i capelli appaiono anche meno disciplinati di prima. Il fatto che poi spesso debba mettere delle lozioni prescritte dalla dermatologa non fa che aggravare la situazione: devo lavarli spesso e i medicamenti sono sempre a base alcolica (e l'alcool sui capelli non fa affatto bene, li destruttura). 
Finalmente in questi anni le case cosmetiche hanno cominciato a formulare prodotti per lo styling o per leave in con ottimo inci. Fin ora, tra questi, c'era solo un prodotto funzionale per i miei capelli disastrati ma quest'anno sul mercato è comparsa la crema divina Tati di Sezione Aurea Cosmetics. 



Vediamo come viene presentata dall'azienda:
La Crema Divina “Tati” è un trattamento senza risciacquo anti crespo e specifico per il Leave-In dei capelli mossi o ricci. “Tati” penetra delicatamente il cuore dei capelli per proteggerli, ristrutturarli e strutturarli in onde morbide e setose. Formulata con Gel d’Aloe e Burro edi Karitè biologici, Olii pregiati di Mandorle Dolci, Enotera e Nocciolo di Albicocca in sintonia con Estratti biologici funzionali, protegge e modella le lunghezze e previene la formazione delle doppie punte. La sua essenza di crema senza risciacquo rende “Tati” particolarmente indicata per tecniche di Curl-Styling come Fitagem, Plopping e Bantu Knots.
Ed ecco l'inci: 
Aqua, Aloe barbadensis leaf juice*, Cetearyl alcohol, Distearoyethyl dimonium chloride, Prunus amygdalus dulcis oil*, Caprylic/capric triglyceride, Glycerin, Butyrospermum parkii butter*, Soy lecitin, Panthenol, Tetrasodium glutamate diacetate, Rosmarinus officinalis leaf extract*, Chamomilla recutica flower extract*, Parfum (ipo), Triethyl citrate, Borago officinalis seed extract*, Sodium PCA, Oenothera biennis oil, Prunus armeniaca (Apricot) kernel oil, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Benzoic acid. *da agricoltura biologica

Ad essere onesti quando l'ho avuta per le mani per la prima volta ero un po' perplessa: quello che viene fuori dall'erogatore a pompetta della sua confezione è proprio una crema in tutto e per tutto, a differenza, per esempio, della formulazione liquida-gelatinosa della lozione ricci morbidi di Biofficina Toscana. Per di più è una di quelle creme che non colano, vedete dalla foto? A sinistra la lozione di Biofficina Toscana che cola, mentre a destra Tati è ferma.  Ho pensato subito che mi avrebbe appesantito i capelli.

E invece no! Sulle mani è crema, nell'applicazione invece è come se i capelli la "bevessero", la assorbono e non ne rimane traccia se non per il fatto che i capelli, prima crespi, dopo appaiono disciplinati e leggeri.
Sono rimasta molto colpita: a questo genere di prodotti in crema, prima, non potevo neppure immaginare di avvicinarmi, ero certa che i capelli, ancorché senza effetto crespo si sarebbero sporcati ed invece elimina il crespo idratando i capelli e lasciandoli leggeri. Non sporca, non appesantisce, non appiccica, non fissa in modo rigido, lascia i capelli leggeri: con onde elastiche se li lascio asciugare all'aria, o lisci se faccio la piega con il phon.
Aiuta anche nelle situazioni critiche, in cui si suda molto o quando c'è parecchia umidità. 

L'ho usata sia a capelli umidi che a capelli asciutti, sia prima di fare la piega col phon che per lasciare i capelli asciugare all'aria e il risultato è sempre lo stesso: capelli lucidi e disciplinati senza essere appesantiti.

Dulcis in fundo ha un profumo paradisiaco di caramelle che persiste sui capelli per ore. Penso di non poterne più fare a meno. Secondo me è uno dei tre prodotti top dell'intera linea di sezione aurea cosmetics, insieme allo shampoo Giuliana e allo shampoo Lara. Se avete problemi con lo styling dei capelli vi consiglio di provarla. L'ho pagata 13,41 euro in offerta lancio, ma normalmente costa 14,50 euro per 200 ml di prodotto. Considerato che nel mio caso ne uso pochissima per volta mi durerà un sacco e il costo verrà ammortizzato nel tempo.
Sono curiosa di sapere se qualcuna di voi l'ha già provata e cosa ne pensa.
Vi lascio al video di applicazione della crema divina Tati da parte della sua formulatrice e al prossimo post!

lunedì 23 novembre 2015

Cuccioli d'uomo haul.

Vi avevo parlato di una visione mistica in cui draghi volanti fiammeggianti mi ordinavano di impossessarmi di tutta la linea di prodotti per capelli sezione aurea cosmetics?
Credo di sì.
Potevo forse disattendere il volere del drago? Direi di no. Quindi dopo l'ordine su Preziosi Ecobio in cui ho preso gli shampoo Lara e Giuliana e la crema divina Tati, ho dovuto completare la linea.

Questo è il bottino che ho messo insieme dal sito Cuccioli d'Uomo ormai un po' più di qualche settimana fa. E infatti credo che a questo post seguirà direttamente una review senza passare dalle prime impressioni. 
Non mi dilungo molto sullo store perché ormai ne ho parlato talmente tante volte che mi pare superfluo dirvi che lo adoro! Insomma capitemi, Laura potrebbe prendermi per una stalker. :-D 
E' incredibile come non appena io ordini da questo sito, ho nuovamente un carrello virtuale pieno dal giorno successivo. Il prossimo acquisto comprenderà sicuramente zircone di Alkemilla Cosmetics. Ho già una nuova wishlist.
In ogni caso immagino che ormai tutte conosciate Cuccioli d'Uomo e che ci abbiate ordinato almeno una volta: se non l'avete fatto, fatelo, lo store ha un ampio catalogo fra brand di make up come Nabla e Puro Bio Cosmetics e brand di cosmesi, e poi Laura è di una disponibilità unica. 
Vediamo cosa ho preso?
Sezione aurea cosmetics- Cristina - maschera divina nutriente e ristrutturante. La sto adorando e la adoravo ancora di più quando avevo i capelli lunghi. Districa magnificamente e nutre. Prima la usavo principalmente come balsamo, ora, invece, mi dà molta soddisfazione usata come impacco preshampoo (usando poi Anna come balsamo dopo lo shampoo).
Sezione aurea cosmetics - Alba - nuvola divina - spray volumizzante. Fra tutti i prodotti del brand questo è quello che ho capito di meno e non credo di essere riuscita ancora a sfruttarlo al meglio. Il suo compito è quello di volumizzare e volumizza! Però applicato 30 minuti prima dello shampoo, lavando poi i capelli un po' dell'effetto si perde, per contro se spruzzato a capelli asciutti, dona si volume, ma mi increspa i capelli... Devo ancora studiarla. Se avete consigli, scrivetemeli qui sotto!
Sezione aurea cosmetics - Anna - balsamo divino. Ha il pregio di non appesantire i capelli e di lasciarli leggeri leggeri, ma quando avevo i capelli lunghi (i miei sono sottili) non era sufficientemente districante. Ora invece lo uso senza problemi e mi piace molto. 
Sezione aurea cosmetics - Tiziana - lozione divina. Una buonissima lozione lucidante a base acida, fatta apposta per chiudere le squame del capello e renderlo lucido. L'inici è piuttosto semplice (contiene aceto, ma non sa di aceto!) ma a questo scopo mi era piaciuta di più l'aceto da risciacquo al lampone (proprio per il profumo). Resta comunque un bel prodotto.

Devo dire che questi prodotti mi hanno veramente colpita. I pezzi forte della linea secondo me sono i due shampoo (Lara e Giuliana), la crema divina Tati per modellare i capelli (è una crema, ma non unge!) e la maschera Cristina. Ve ne parlerò nel dettaglio a breve, promesso! Faccio i miei più sinceri complimenti a Tatiana, la giovane e talentuosa creatrice della linea: ha già in cantiere tre nuovi prodotti che non vedo l'ora di conoscere!

Ultimo ma non ultimo, il detergente intimo La saponaria bardana e calendula, già recensito qui circa un secolo fa, rimane uno dei miei preferiti. Lo prendo sempre quando ho bisogno di un'attenzione o di delicatezza in più rispetto al solito.

Laura ha inserito nel mio ordine molti campioncini tra cui cosine deliziose del dottor Organic di cui vi parlerò a breve e delle limette per le unghie molto comode da portare in borsa (non c'è niente di più fastidioso di scheggiarsi un'unghia in giro e non poterla sistemare, col rischio di farsi (molto) male!

Con questo è tutto. Mi raccomando, se avete consigli su come utilizzare al meglio Alba, scrivetemeli qui sotto e al prossimo post :-)

sabato 21 novembre 2015

dr. Taffi, siero viso illuminante antiage

So che questo blog si trascina nella trascuratezza, ma oggi compare un nuovo post e farò in modo di non far passare più molto tempo prima di pubblicare nuovi articoli, magari facendo ricorso alla pianificazione.
Vorrei cominciare a parlarvi di qualche prodotto che ho comprato "ultimamente" (per modo di dire), considerato che su queste pagine per molto tempo si è parlato solo di post haul.
Inizio da un prodotto per il viso ed in particolare dal siero viso iper illuminante antiage di dr Taffi che vi avevo mostrato in questo post.




Come sapete l'ho preso su Preziosi Ecobio. Arianna l'ha inserito in tempi relativamente recenti (ormai sarà qualche mese). Avevo cercato questo siero in lungo e in largo senza riuscire a trovarlo se non nello store monomarca di dr. Taffi, ma interessandomi solo questo prodotto, non ho mai inoltrato l'ordine. Poi, in concomitanza con l'uscita di Sezione Aurea, l'ho visto comparire nello store toscano e mi è sembrato un segno del destino: poteva essere finalmente mio e non me lo sono lasciata sfuggire.
Perché ho desiderato così tanto questo prodotto?
In primis perché contiene acido ialuronico, che come saprete se frequentate questo blog, è uno dei miei attivi preferiti. 
In secundis perché promette di combattere macchie e arrossamenti della pelle.
L'azienda lo descrive così:
Siero ad assorbimento ultrarapido formulato per illuminare e uniformare il colorito della pelle. Contiene un fitocomplesso, ricco di citroflavonoidi incapsulati in liposomi molto penetranti, di pompelmo e arancio a triplice azione; cioè aiuta a incrementare il turn-over, a schiarire le macchie inibendo l'azione di un enzima legato alla produzione di melanina e a diminuire gli arrossamenti con un effetto lenitivo. Coadiuva un'azione anti-age con acido ialuronico a triplice peso molecolare, lifting in superficie e filler in profondità, sinergizzato ad aloe, melagrana e vite rossa idratanti ed antiossidanti. Applicare su viso e décolleté una-due volte al giorno, anche prima del make-up. Ha una profumazione agrumata.

Ed effettivamente leggendo l'inci riscontriamo sia la presenza di attivi adatti a combattere le macchie cutanee (gli estratti di agrumi) sia la presenza di acido ialuronico (sodio ialuronato) oltre all'estratto di vite rossa che amo particolarmente:
INCI: INGREDIENTI/INGREDIENTS: AQUA (WATER), GLYCERIN, CITRUS PARADISI (GRAPEFRUIT) FRUIT EXTRACT, CITRUS AURANTIUM AMARA (BITTER ORANGE) FRUIT EXTRACT, SODIUM HYALURONATE, PUNICA GRANATUM BARK EXTRACT, VITIS VINIFERA (GRAPE) LEAF EXTRACT, ALOE BARBADENSIS LEAF EXTRACT, HELIANTHUS ANNUUS (SUNFLOWER) SEED OIL, TOCOPHEROL, LECITHIN, XANTHAN GUM, HYDROXYETHYLCELLULOSE, PARFUM (FRAGRANCE), SODIUM ASCORBATE, SODIUM BENZOATE, SODIUM DEHYDROACETATE, BENZYL ALCOHOL, LACTIC ACID.

Il prodotto si presenta in una boccetta dotata di tappo-contagocce. Purtroppo detta boccetta non è trasparente dunque non è possibile verificare l'effettiva quantità di prodotto presente all'interno (nel senso che non è possibile monitorarne il consumo). Ma questo è l'unico difetto che posso attribuire. Ha un leggerissimo profumo dolce e fiorato che adoro.
Il siero in sé è piuttosto liquido e dall'aspetto lattiginoso. Non è per nulla unto, si stende sul viso (bastano veramente poche goccine) e si assorbe subito.
Ha una specie di effetto tensore appena steso e fa la pelle liscia (L I S C I A!) come quella dei neonati. In questo periodo, da solo, non è sufficiente ad assicurare idratazione alla pelle e dunque subito dopo applico la mia crema viso abituale.
La differenza tra mettere la sola crema o il siero seguito dalla crema, sulla mia pelle secca, è evidente: senza siero la pelle è più spenta e opaca e non è altrettanto liscia al tatto, tanto da presentare anche dei punti che sotto ai polpastrelli sembrano più "ispessiti". Leviga, illumina e uniforma tantissimo la pelle. E' lenitivo e dunque mi aiuta a tenere a bada i rossori del viso. Purtroppo le macchie solari sono difficili da eliminare completamente, ma almeno riesco ad attenuarle.
Ha un costo di 18 euro, che potrebbero sembrare tantissimi in rapporto ai 30 ml di prodotto, ma se ne usa talmente poco per volta che il prezzo viene ammortizzato nel tempo.
E' un prodotto che mi è molto piaciuto e che consiglierei veramente a tutti, qualsiasi pelle abbiate. 
Voi l'avete provato?

sabato 24 ottobre 2015

Preziosi ecobio haul

Dopo un'infinità di tempo vi parlo del mio haul messo insieme su Preziosi Ecobio. Non so perché ho tenuto questo post nelle bozze senza pubblicarlo prima.




Sezione Aurea Cosmetics - Giuliana - shampoo divino anticaduta e antiforfora
Sezione Aurea Cosmetics - Lara - Shampoo divino alla cheratina per capelli più forti.
Sezione Aurea Cosmetics - Tati - Crema divina, l'arte dello styling
Dr. Taffi - siero iper-illuminante antiage 
Purobio cosmetic - Resplendent terra compatta col. 01

In preda ad una specie di visione mistica di draghi volanti fiammeggianti, appena uscita la linea per capelli Sezione Aurea di Tatiana (TatiBioReview per chi ancora non la conoscesse) ho deciso che doveva essere mia. Ho cercato di resistere selezionando prima i prodotti che più mi incuriosivano e che più potevano essermi utili nella lotta quotidiana con la mia alopecia e col crespo che accompagna i capelli superstiti e in un primo momento è parso ce l'avessi fatta, poi in realtà ho ceduto ed ho preso il resto della linea (ma questa è un'altra storia...). In ogni caso questi erano i prodotti che più volevo provare (e vi anticipo quelli che più mi stanno piacendo nell'intera linea, insieme alla maschera/balsamo Cristina).
Appena li ho avuti per le mani non ho aspettato di finire le confezioni aperte ed ho cominciato ad usarli subito: entrambi gli shampoo sono delicati, fanno schiuma e lavano bene i capelli, hanno il pregio non ingarbugliare eccessivamente la chioma (perfino quello alla cheratina) anche se dopo devo usare comunque un balsamo. Hanno un ottimo profumo. La crema per lo styling Tati è stata una rivelazione come lo era stata la lozione ricci morbidi di Bioffina Toscana l'anno scorso: non unge minimamente i capelli (e i miei si sporcano solo guardandoli!) e toglie il crespo efficacemente. Devo ancora usarla in combo con una piega a phon (fin ora ho sempre lasciato asciugare i capelli all'aria, ma beh è arrivato l'autunno...) e spero che si comporti altrettanto bene. Ha un profumo di caramelle che rapisce. I capelli rimangono profumatissimi per ore dopo lo shampoo e beh, questa è una cosa veramente piacevole.
Ho cercato quel siero di Dr. Taffi per mesi, fino a quando Arianna (di Preziosi Ecobio) non l'ha inserito in negozio, proprio in concomitanza o poco dopo sezione aurea. Segno del destino? Non lo so, intanto l'ho preso e devo dire che è veramente un ottimo siero, dopo l'applicazione la pelle è liscia come quella dei bambini.
Dopo aver cercato per mesi una terra da contouring che potesse fare al caso mio (pelle bianco-latte, sottotono neutro freddo) senza risultati (troppo scure e tutte troppo aranciate) purobio se ne esce con questa novità. Ho aspettato gli swatches e sembrava che potesse andare bene anche per me... Ed eccola qui. Sto cominciando a prenderci confidenza considerato che non ho mai fatto contouring in vita mia, e la trovo molto sfumabile e semplice da usare anche per le inesperte come me. Pian piano prendendoci la mano l'effetto complessivo non mi dispiace per niente, riesco a "scolpire" i volumi del viso, ma senza effetto pesante.
Ovviamente queste sono primissime impressioni, col tempo vi parlerò di ogni prodotto in modo più approfondito. 

Prima di chiudere spendo due parole anche per lo store.
Preziosi Ecobio è gestito da Arianna che è un'appassionata di ecobio e una grande professionista. Si vede che ha passione per il lavoro che svolge e lo prende sul serio: quando deve inserire un brand in negozio, non sceglie quello che venderebbe di più, sceglie quello con l'inci migliore, quindi se tra gli ingredienti c'è anche solo un tensioattivo che non le piace o l'alcohol o un brutto conservante, state sicuri che quel prodotto non passerà il vaglio e non vedrà mai l'ingresso del magazzino del negozio. Questa è una cosa che, di lei, ho sempre apprezzato. 
Poi ognuno fa le sue scelte (io per esempio compro anche prodotti dall'inci non perfettamente aderente alla filosofia ecobio) però quest'analisi preliminare dei prodotti che non riguarda (solo) le potenzialità commerciali mi ha sempre colpita positivamente.
Nell'ordine, insieme ai prodotti, c'erano anche dei campioncini che ho molto gradito ma che non ho fotografato. Il pacco è arrivato velocemente ed era imballato con molta cura. Dai 20 ai 49,90 euro di spesa le spese di spedizione ammontano a soli 2,90 euro, gratis per soglie più alte; 4,90 euro per ordini fini a 19,90. Il negozio ha un catalogo vastissimo e annovera fra le marche vendute anche fitocose e lily lolo.

Voi avete provato qualcosa fra questi prodotti?   

lunedì 21 settembre 2015

prodotti finiti maggio- agosto 2015

E' da aprile che non scrivo un post di prodotti finiti. In quasi cinque mesi ho finito parecchie cose. Cerco di mostrarvele con un qualche ordine.

Bioturm - shampoo per capelli brillanti e shampoo volume. Avevo scritto qui le prime impressioni e non posso che confermare quanto siano buoni prodotti dal rapporto qualità prezzo particolarmente vantaggioso. Sono shampoo adattissimi per uso quotidiano, sono delicati, fanno schiuma e... districano alla grande. Quando lavo i capelli con gli shampoo bioturm non uso il balsamo, non ne sento la necessità visto che i capelli risultano già districati alla perfezione. Infatti sono i prodotti che uso quando sono di corsa o quando questa estate - luglio più caldo degli ultimi 60 anni, ricordiamo - mi mettevo sotto la doccia cento volte al giorno. Ho regalato lo shampoo della stessa marca per capelli normali a mia sorella, dato che aveva sviluppato un'irritazione al cuoio capelluto per via di chissà quale shampoo (e poi ha peggiorato la situazione andando in farmacia e comprandone uno specifico...) e con questo la situazione si è normalizzata. Devo ancora finire lo shampoo repair. Quello alla caffeina, non so se ricordate, è finito disperso nelle marche. Io ho i capelli sottili e crespi e devo dire che questi aiutano molto, in primo luogo perché districando fanno si che non finisca di lavare la testa con una miriade di capelli spezzati fra le mani e in secondo luogo perché aiutano anche nel tenere a bada il crespo (io comunque dopo mettevo la lozione ricci morbidi di Biofficina Toscana o i cristalli liquidi del calderone di Gaia). Io mi sento di consigliarli, li ho presi da Paola di Ph Naturale che mi ha regalato anche la mini size del prodotto che segue.
Dott. Bronner - magic soap 18 in 1 - questo l'avevo recensito qui e ne ho tessuto le lodi in svariate occasioni. ormai sapete che mi piace molto. In casa è riuscito a trovare un estimatore ancora più entusiasta di me: il fidanzato lo adora, dice che è il bagnoschiuma definitivo. Quella mini size in particolare è stata l'unico prodotto che ha portato via nel suo borsello in un viaggio di pochi giorni che abbiamo fatto a giugno.
Born to bio - spicy energy shower gel - anche questo lo avevo recensito qui. Pur non essendomici trovata male non credo lo ricomprerò, ma solo perché preferisco bagnoschiuma più profumati. Il profumo mi aiuta a rilassarmi e a rendere piacevole il momento della detersione. Lo consiglierei però a tutti i ragazzi all'ascolto: per gli uomini che detestano le note dolci e fruttate questo è perfetto!
Bio season - bagnoschiuma monoi e cocco - Ha un inci del tutto sovrapponibile al collega Born to bio (e visto anche il pack identico penso siano marchi confratelli). Se devo essere sincera mi aspettavo un profumo più intenso (l'ho preso per quello!) in realtà ha un odore molto delicato, dolce e gradevole. Per tutte le altre considerazioni valgono le parole che ho speso per il born to bio: è delicato, fa schiuma e non secca la pelle, nemmeno la mia che tende a seccarsi solo guardandola. Ha una confezione molto carina (dietro c'è come una cartolina), fa allegria e ha un buon rapporto qualità prezzo.
Ekos personal care - shampoo per capelli grassi - avevo recensito qui lo shampoo all'avena della stessa linea, dopodiché da Tigotà ho trovato anche questa versione per capelli grassi (e altre cose che vi mostrerò). Anche in questo caso non posso che confermare quanto detto per il fratello all'avena. Questo all'achillea è un prodotto onestissimo (3 euro per mezzo litro) dal rapporto qualità prezzo davvero interessante. E' delicato, fa schiuma e deterge bene! Non dà problemi di irritazione (gli shampoo per capelli grassi spesso mi irritano il cuoio capelluto forse per tensioattivi troppo aggressivi). In più ha avuto il pregio di non poco conto di far restare puliti i miei capelli almeno un giorno in più.
Ekos personal care, detergente intimo delicato con estratti di camomilla - potrei definirlo come "senza infamia e senza lode", non mi è dispiaciuto ma non mi ha fatto impazzire. Non credo lo ricomprerò ma non perché abbia chissà quali difetti, semplicemente, a livello di prodotti low cost, preferisco quello alla camomilla dell'esselugna linea gabbiano.

Alkemilla - bagno doccia aloe e calendula - non si può non parlarne bene. Ne avevo già parlato qui e confermo: è ultradelicato, lenitivo all'ennesima potenza e rinfrescante. Deterge e lava benissimo. Profumo lieve e gradevole. Da ricomprare.
Università politecnica delle Marche - idrolato di lavanda - E' fatto con la lavanda coltivata a scopi didattici dall'università. L'idrolato di lavanda è uno dei miei preferiti: è astringente e purificante, ma anche lenitivo. Tenuto in frigo e vaporizzato addosso d'estate è una vera goduria con suo profumo che calma e rilassa. Era tantissimo, l'ho pagato pochissimo (lo scopo non era certo vendere ma far conoscere le attività dell'università) e mi è durato una vita. Se l'universit avesse intenzione di produrne ancora ne compro per la vita! 
Ajanta - sapone alla lavanda - Ho già parlato di questi saponi nei finiti di aprile 2015. Di tutta la scorta che ne avevo fatto ne ho ancora uno in uso, sempre alla lavanda. Anche questo senza infamia e senza lode: non è particolarmente delicato ma non è aggressivo. 
Sante - dentifricio - E' il primo dentifricio sante che compro. In genere uso l'elmex arancione che si trova al supermercato. Beh, ho trovato questo altrettanto buono: mi dà la sensazione di bocca pulita e fresca, solo che al mio ragazzo non è piaciuto il sapore (che in realtà non è niente di particolarmente marcato). Non so se lo ricomprerò ma solo per questo motivo, per il resto mi è sembrato un buonissimo prodotto. 

Con questo è tutto! Devo pensare a come riciclare le confezioni Bioturm che mi piacciono un sacco... Avete qualche idea? Abbiamo qualcosa in comune?

sabato 19 settembre 2015

Lorac-away in casa DeirdreDixit

Non so se vi siete accorte dei cambiamenti in casa DeidreDixit.


C'è stato un re-style del blog e per festeggiare Noemi ha indetto un Lorac-away mettendo in palio la skinny black di Lorac presa per i suoi lettori questa estate negli stati uniti.

Questo è i link per poter partecipare: occorre solo iscriversi al blog tramite la procedura prevista dalla nuova piattaforma di wordpress (anche se prima eravate già iscirtte a GFC come me).

martedì 8 settembre 2015

Cuccioli d'uomo haul

Ultimo della saga degli ordini di fine luglio (in ordine cronologico credo fosse il primo in realtà, ma la mia confusione mentale è a livelli top, soprassediamo...)
Altro mio negozio del cuore e dal nome pucciosissimo è Cuccioli d'Uomo, gestito da Laura.

Da Cuccioli d'uomo compro spesso per tanti motivi. Il primo è che non ne ho mai abbastanza di sperperare denaro in cosmesi ecobio (e il negozio ha un bellissimo catalogo che contempera le esigenze di trovare prodotti performanti come i rossetti di Nabla con prodotti completamente verdi (Alkemilla ad esempio). Il secondo è che Laura è sempre molto carina e disponibile, e sincera: ha sempre accontentato le mie richieste particolari da cliente pazza, perfino in ore non esattamente da "ufficio" ed ha sempre trovato una soluzione razionale per tutto. Ormai compro in questo store da quasi due anni e mai un intoppo e questo è il motivo numero tre. Spedizioni veloci e scontistica frequente hanno fatto il resto. Potrei continuare ma invece passo a mostrarvi cosa ho preso:

- Alter Ego di NABLA Cosmetics che volevo da un sacco di tempo. Pensavo fosse simile a qualcosa presente nel mio stash, in raltà ho aspettato per settimane che tornasse disponibile per prenderlo e alla fine eccolo qui. Dei diva crime al momento ho alter ego, vertigo e ombre rose. Tutti fantastici!
- daphne 2‬ sempre di Nabla: non esagero se dico che lo volevo da quando è uscito. 

Poi ho visto che erano tornati disponibili i cristalli liquidi‬, l'olio shampoo‬ alla caramella mou e l'olio solido detergente viso‬ cocco e vaniglia de Il Calderone di Gaia e sono finiti del tutto accidentalmente nel carrello, giuro! Non so come sia potuto succedere...
Avevo delle remore sullo shampoo ed invece mi sono dovuta ricredere: ne basta poco e fa una schiuma spettacolare, l'unico difetto è che mi aspettavo districasse (per via degli oli) e invece aggroviglia U_U Dopo devo usare un blasamo dal buon potere districante altrimeti i miei capelli fini (che adesso iniziano ad essere lunghi) si ingarbugliano come i pensieri nella mia testa.
Anche i cristalli liquidi mi hanno colpita: se usati con grano salis non ungono e toglono il crespo con una passata. Dovrò scriverci un post su questo brand che mi ha rapito il cuor. Voi avete provato qualcosa?

Il giardino di Arianna Haul

Questo è il secondo degli ordini che ho fatto alla fine di luglio. Di questo avevo accennato qualcosa sulla mia pagina facebook quindi se mi seguite magari lo ricorderete.

                                   
Non so se ricordate lo scorso luglio. Pare sia stato il luglio più caldo degli ultimi 60 anni. Più di trenta gradi (con punte sconvolgenti di quasi quaranta) già dalla mattina presto, di notte, sempre. A dispetto di chi ama il caldo afoso, io lo detesto. Se al mare lo tollero, in città lo odio più di ogni altra cosa al mondo: fare qualsiasi cosa vuol dire esporsi a rischio collasso. 
Per questo tentatavo di abbassare la temperatura corporea con la doccia o nella vasca da bagno tutti i giorni, più volte al giorno. Considerato quanto spesso finivo nella vasca avevo bisogno di detergenti più delicati del solito perché con la frequanza di lavaggi la mia pelle tendeva a seccarsi inesorabilmente (che fastidio!). I cosmetici del Calderone di Gaia si sono rivelati perfetti a questo scopo (sono i miei prodotti top 2015, rivelazione dell'anno!).
Così dopo aver finito quelli che possedevo ho fatto un ordine dagli amici del Il Giardino di Arianna Fitocosmesi e Prodotti per l'Infanzia ed ho preso lo scrub corpo cuor di mandorla (giuro che viene voglia di morderlo quel panetto!) e l'olio detergente corpo monoi e vaniglia (adoro!). 
Erika e Nicola poi erano tra i pochi ad avere i matitoni labbra Avril e ho pensato di prenderne tre (chataighe, bois de rose e violine). Si parla poco di queste matite ancora, ma dopo averle swatchate sulla mano e averle testate un po' devo dire che mi è venuta voglia di averle tutte! La durata è buona, violine ha resistito ad una frugale pausa pranzo ed è durato fino al pomeriggio inoltrato dalla mattina presto; i colori sono pieni e bellissimi e la mina è scorrevole. 
L'ultima fra gli acquisti è la matita occhi di Avril in prune. A tutto questo poi Erika e Nicola hanno pensato di aggiungere il nuovo matitone labbra magenta di Purobio (grazie mille il colore è proprio uno di quelli che mi fa impazzire!) e altri campioncini. Ragazzi vi adoro!



Sul servizio clienti del negozio aggiungo due parole solo per chi capita qui per la prima volta: solo loro cliente da svariati anni e non ho mai avuto un problema. Spediscono velocemente e le spese di spedizione sono gratuite dopo solo 30 euro di spesa. I pacchi vengono imballati con cura e a richiesta e in modo completamente gratuito confezionano pacchi dono davvero deliziosi. Hanno un catalogo pressoché sterminato che comprende il meglio dell'ecobio in circolazione e cosa che non guasta mai hanno sempre le ultime novità. Io ho perso il conto degli ordini fati presso di loro mi sono sempre trovata benissimo. Promossi con lode.

lunedì 7 settembre 2015

Profumo di Natura haul

Vi parlo di uno degli ordini che ho fatto alla fine del mese di luglio. Come sapete il periodo denso di impegni mi rende difficile tenere aggiornato il blog e la pagina facebook però - ovviamente - non mi impedisce di sperperare denaro in cosmetici.
Considerato poi che è un periodo in cui ho particolarmente bisogno di essere consolata e di conforto... insomma o sfogo un po' di stress con lo shopping o  con la cioccolata e la bilancia già mi guarda storto e poi... cosa c'è di più conoslatorio di un po' di shopping fatto coi saldi? Niente! Eh appunto veniamo al sodo.
A fine luglio, considerato un ottimo 25% di sconto e il fatto che avesse in catalogo la coppetta Yuuki che tanto cercavo, ho deciso di fare un ordine da uno store da cui non avevo mai comprato prima.
Si tratta di profumo di natura. 


E' uno store interessante, ha un catalogo fornito, con molti marchi interessanti (cmd naturkosmetik, antos, argital, yuuki, oltre alle più consuete tea natura, biofficina toscana, nabla, neve cosmetics etc...), spedizioni a 3,90 euro gratuite dopo 40 euro ed un servizio clienti davvero efficiente, con spedizioni curatissime (CURATISSIME!) e veloci.

Cosa ho preso approfittando degli sconti? Beh ho provato due marchi che volevo da tempo:

- Yuuki coppetta mestruale (soft, taglia 2)
- Nabla, palette liberty six
- Nabla, lilac wonder (l'unico che ho preso della collezione nuova)
- Nabla, ground state
- Nabla, madreperla  

Purtroppo non ho ancora potuto testare la coppetta ma ho swatchato gli ombretti e composto la mia palette (con l'aggiunta di daphne 2). Dire che mi piace da matti è poco e sto meditando di comprare anche altri colori.
Certamente vi farò swatches appena potrò, ma tanto per farvi rendere conto del livello di cura con cui impacchettano gli ordini, vi mostro un po' di foto che avevo fatto appena aperto il pacco. Premessa: era tutto imballato singolarmente:
Le due confezioni bianche a destra sono la palette e gli ombretti imballati con materiale per attutire gli urti (anche la coppetta era imballata singolarmente) mentre a sinistra ci sono i campioncini omaggio (chiusi in una bustina verde di carta con dentro un lecca lecca... cioè hanno vinto!!)
 la  palette era ulteriormente incartata.
Ed ecco la panoramica completa, con l'aggiunta di daphne2 preso da Laura di Cuccioli d'Uomo (altro ordine di cui vi parlerò...)
Sono veramente rimasta soddisfatta e piacevolmente colpita da questo store. Dopo che ho scoperto che è di Milano sono ancora più invogliata a fare altri ordini. Sono veloci nelle spedizioni e mettono una cura ed un'attenzione nell'imballare i pacchi che ho riscontrato davvero in pochissimi store on line. Vogliamo poi parlare della scontistica? Difficilmente ho visto un 25% sfruttabile su tutto il catalogo. Insomma Profumo di Natura: 10 e lode, promossissimo

domenica 21 giugno 2015

Neve Cosmetics - Flat perfection review

Una cosa che non faccio tanto spesso è parlare di decorativi. Questa recensione quindi la scrivo con particolare piacere.
Vorrei parlarvi della mia esperienza con il flat perfection di Neve Cosmetics.


L'ho comprato da Elisabetta de Il Trucco di Ancora circa una decina di mesi fa ormai e devo dire che si è rivelato un buon acquisto.
E' un fondotinta compatto con un buon inci MA NON E' UN FONDOTINTA MINERALE. Scusate la cafonaggine ma lo scrivo così tutto urlato perché mi è insopportabile vedere review di beauty guru che lo chiamano minerale dimostrando di non avere la più pallida idea di che cosa si spiaccicano in faccia, dando per di più info errate ai followers. Il trucco minerale per essere chiamato tale deve essere in polvere libera e composto solo da minerali.

Io venivo dall'uso di fondotinta minerali (il porcelain di Lily Lolo) e l'idea di provare qualcosa di compatto con un buon inci mi stuzzicava non poco, specie per la praticità nell'uso.
Dico subito, però, che nella stesura non ha il suo punto di forza: quando voglio usarlo come fondotinta vero e proprio uso il red amplify sempre di Neve Cosmetics (e sempre comprato da Elisabetta!) mentre quando mi serve una semplice spolverata lo applico con un pennello da cipria. In entrambi i modi tende a spolverare, non in modo drammatico, intendiamoci, ma quel tanto che basta per infastidirmi, specie se sono già vestita... di scuro! Forse usando una spugnetta eviterei questo problema, ma la resa sul viso con stesura a pennello mi piace quindi credo continuerò così nonostante tutto.
Si tratta di un prodotto dal finish opaco ma che resta "luminoso", dalla coprenza modulabile a seconda delle passate e del pennello con cui l'applicate. Applicato col pennello rosso di neve sopra citato trovo che abbia una discreta coprenza: nasconde efficacemente i rossori (che poi è il mio principale cruccio) e uniforma l'incarnato senza enfatizzare i difetti come i pori dilatati.
La resa è come piace a me, molto naturale e anche col caldo non dà alcun fastidio sulla pelle. Io in questo periodo non reggo neppure le bb cream perché sudo molto in viso e non sopporto la sensazione di avere qualcosa sulla pelle. Questo fondo è veramente impalpabile come non lo avessi e in più aiuta a tenere asciutta la pelle. 
La durata è buona: in inverno dura tutto il giorno, in questo periodo dura caldo afoso permettendo... Se sono in giro devi ritoccarlo a metà giornata, ma non è certo per demerito del prodotto in sé, ma come detto sopra è un problema mio.
Il mio colore è il fair che è perfetto per me, anche in estate. Non prendo colore ma mi spuntato un sacco di lentiggini ed efelidi. Questo fondotinta non le copre completamente ma le lascia intravedere malgrado mascheri le imperfezioni e questa cosa mi piace un sacco.
Pur usandolo con costanza, specie nell'ultimo periodo, dopo quasi un anno, non ho ancora bucato la cialda che contiene ben 8 grammi di prodotto. Quindi, per la durata, posso dire sia anche un prodotto abbastanza economico (14,90 euro).
La confezione è veramente molto graziosa ed è perfetta da portare in borsetta grazie allo specchietto molto molto comodo.

Insomma... per dirlo con una parola promosso. Senza lode per la tendenza allo spolvero.

Ecco l'inci:
TALC (assorbente) MICA (opacizzante) SILICA (abrasivo / assorbente / opacizzante / viscosizzante) TITANIUM DIOXIDE (opacizzante) OCTYLDODECYL STEAROYL STEARATE (emolliente / viscosizzante) LAUROYL LYSINE (viscosizzante) ZINC STEARATE (colorante cosmetico) CETEARYL ETHYLHEXANOATE (emolliente) CAPRYLYL GLYCOL (emolliente / umettante) ALUMINUM HYDROXIDE (emolliente / umettante / viscosizzante) RETINYL PALMITATE (additivo) TOCOPHERYL ACETATE (antiossidante) CI 77491 (colorante cosmetico) CI 77492 (colorante cosmetico) CI 77499 (colorante cosmetico)

sabato 6 giugno 2015

Most played di maggio 2015 (skin/hair care edition)

Spero che Golden Vi0let mi perdoni se dopo la prima partecipazione nel mese di febbraio i miei most played si sono fatti attendere per tre mesi.
Se non sapete di cosa sto parlando (ne dubito fortemente) vi invito a leggere qui.
Questa mia partecipazione alla super-mega-giga-collaborazione capitanata dalla violetta dorata (andate a visitare il suo blog e guardate il canale su youtube, qui trovate tutti i link!) vede in questo mese una novità e tante vecchie conoscenze.

- Born to bio: shower gel allo zenzero bio "spicy energy". Ve ne avevo già parlato qui, ormai è quasi giunto al termine e ne sto intensificando l'uso appunto per cercare di finirlo. Mi è piaciuto anche se in realtà è un prodotto per uomo (o comunque per chi non ama le profumazioni dolci, fiorate o fruttate). Non vedo l'ora finisca ma solo perché muoio dalla curiosità e dalla voglia di aprire un paio di bagnoschiuma al mango e uno al monoi ancora chiusi che mi stanno tentando da matti! Buon prodotto (perfetto per un regalo maschile!)

- shampoo Bioturm per capelli brillanti: qui le mie prime impressioni che sono sostanzialmente confermate. Quanto a resa estetica sui capelli ho provato prodotti migliori ma questi shampoo Bioturm stanno dando il meglio di loro in questa stagione, quando caldo e afa ormai la fanno da padrona e lavo spesso i capelli. Ho bisogno di detergenti delicatissimi che non aggrediscano e questo shampoo lo è. Anche lui è quasi arrivato al termine ormai, ma ho ancora lo shampoo volume e quello repair. Quello per capelli normali (che mi era piaciuto un sacco!) l'ho dato a mia sorella che ha avuto dei problemi coi suoi soliti shampoo ai tensioattivi aggressivi misti a silicone. Aveva tutta la testa irritata ed ha pensato bene prima di andare in farmacia a comprare l'ennesimo prodotto pessimo e poi di mettersi nelle mani di una parrucchiera che ha peggiorato la situazione. Questa storia dell'inci non la comprende proprio e infatti è bastato darle quello shampoo che non è né curativo né specifico per irritazioni del cuoio capelluto irritato, ma "solo" formulato decentemente che la situazione è migliorata per poi normalizzarsi. Però niente eh, ai siliconi non rinuncia che fanno i capelli belli. La prossima volta le dico di arrangiarsi.

- Biofficina Toscana, lozione ricci morbidi. Già mio prodotto top 2014. Dopo un periodo di sospensione ho ricominciato ad usarla tutti i giorni. E come farei senza? Per fortuna posso non chiedermelo. Ne avevo scritto una review qui e confermo parola per parola: è l'unica cosa che applicata sui miei capelli finissimi e radi non ingrassa, non appiccica, non sporca ma aiuta davvero ad eliminare il crespo. In questa sede posso solo aggiungere che benché costi un po', è un prodotto conveniente: questa confezione è la prima che ho acquistato l'anno scorso e benché l'abbia utilizzata spessissimo, non è ancora finita. E' in dirittura d0arrivo ma ancora resiste. Mai più senza.

- Maschera per capelli Omia all'olio di macadamia. Ebbene sì, l'ho ricomprata, Dopo aver finito il balsamo volumizzante di Biofficina toscana volevo qualcosa di più economico ma senza rinunciare alla funzionalità per cui la prima volta che sono capitata da Auchan ho ricomprato questa maschera balsamo. Sapete (e questa volta lo so con certezza che lo sapete considerato che il post sui prodotti per capelli Omia è uno dei più letti del blog) che era la mia favorita e devo dire che è come la ricordavo: meravigliosa.

- Bioearth - The beauty Seed Aloe Gel 96% Cell Renewing. Ho recensito questo prodotto per la prima volta nel 2012 e se ancora compare su questi schermi un motivo c'è: è il miglior gel d'aloe di tutti i tempi. Adesso che è scoppiato il caldo poi è indispensabile. E infatti quella confezione che vedete è quella che probabilmente sarà nei prossimi finiti del mese. Uso questo gel per tutto e dappertutto. (U_U)

- Il calderone di Gaia, nuvola di karité alla caramella mou. La ciliegina sulla torta l'ho lasciata alla fine. Avrà certamente una recensione a parte però inizio col parlarvene. Ormai questi prodotti in rete hanno riscosso un discreto successo quindi saprete che questo in particolare NON è una crema ma una mousse molto molto morbida e fondente ottenuta dall'emulsione di vari grassi vegetali.
Ne esistono varie versioni con profumazioni diverse, ma ho scelto questa perché contiene olio di ribes nero, piuttosto raro, costoso e dall'odore non proprio gradevole. Sulla mia pelle fa miracoli ma l'uso non è proprio piacevole. La nuvola invece è profumatissima, ha un odore dolce (a dire il vero non mi ricorda la caramella mou, ma non saprei a cosa ricondurlo, fatto sta che mi piace da matti) e l'uso è semplicissimo.
La applico o subito dopo la doccia a pelle ancora bagnata o dopo essermi vaporizzata di idrolato di lavanda. Dai piedi fino a salire insistendo maggiormente sulle parti più secche (piedi appunto, alcune zone delle gambe, gomiti). Essendo un prodotto morbidissimo (anzi  con questo caldo si è sciolto e per risolidificarlo lo devo mettere in frigo) si stende con molta facilità, senza farmi perdere tempo. Si assorbe in fretta, nutre e lascia un profumo persistente sulla pelle. Considerato il suo contenuto di ribes nero lo uso sul viso inumidito la sera, sui punti più problematici, dove ho i rossori.
A volte lo applico anche sulla pelle asciutta, specie la sera dopo aver messo il pigiama, in modo da addormetarmi inebriata da questo profumo. E' senza dubbio un mai più senza.  Per altri prodotti di questo brand, stay tuned!

Questi sono i miei most played del mese di maggio, abbiamo qualche prodotto comune?

giovedì 4 giugno 2015

Esperança Amengual - deodorante minerale. Prime impressioni

Dopo un'era geologica torno a parlarvi di prodotti specifici. In particolare questa sera vorrei parlarvi delle mie prime impressioni circa un prodotto nuovo che personalmente non avevo mai visto e che fa parte di quella categoria di prodotti per i quali nonostante abbia fatto molte prove su strada il passaggio all'ecobio non è mai avvenuto.
Se mi seguite da un po' sapete che sto parlando dei deodoranti.
Di naturali ne ho provati molti, qualcuno anche ecobio, alcuni veramente molto gradevoli ma tutti si sono rivelati inefficaci nel prevenire le conseguenze della sudorazione, ovvero evitare il proliferare di cattivi odori.
Ne ho parlato tante volte, ho dedicato un post anche al mio amico alluminio cloroidrato proprio perché, specie in questo periodo e con l'estate davanti, mi sento sicura solo indossando un deodorante "tradizionale". Se un prodotto è ecobio ma non adempie al compito per il quale è stato creato, ahimé non posso che bocciarlo e così è andata fin ora, anche con prodotti che uso regolarmente ma che "aggiungo" alla mia routine senza sostituire il deo tradizionale.
Con tutte queste premesse, quando Paola dello store PH Naturale durante uno dei nostri ultimi incontri (quando ci pendiamo un altro pomeriggio??) mi ha omaggiata del sample size del deodorante minerale di Esperança Amengual, "Esperança" appunto, ero piuttosto scettica.

Quando l'ho visto però non ho potuto fare a meno di notare che era diverso da qualsiasi cosa mai provata prima: si tratta infatti, non del solito deodorante bio a base d'alcool, ma di un deodorante minerale in polvere formulato con polveri naturali pure e di alta qualità.

Non ci sono ingredienti chimico o di sintesi e non contiene sali di alluminio. La cosa che mi ha colpito di più è che non ha profumo.
In sostanza queste polveri (INGREDIENTI / INCI: Sodium Bicarbonate, Magnesium Citrate, Calcium Citrate, Magnesium Carbonate Hydroxide, Calcium Carbonate, Potassium Citrate (tutti gli ingredienti sono di qualità farmaceutica)) creano un ambiente sfavorevole alla proliferazione dei batteri responsabili dei cattivi odori.

Si applica versando circa un grammo di prodotto sulla mano, si bagna leggermente l'altra, si strofinano insieme e poi si stende questo composto sul punto del corpo desiderato. 

Io ho avuto modo di testarlo per qualche giorno e questo è bastato a farmi meditare l'acquisto della full size.
L'ho prima provato in una condizione in cui sapevo che sarei potuta nel caso tornare a casa a cambiarmi, e non mi ha dato problemi ma la prova del nove me l'ho avuta durante una giornata ben soleggiata con umidità alle stelle. Vestiti appiccicati addosso già appena uscita di casa.
Sono andata al lavoro, non in studio seduta alla scrivania, ma in un posto piuttosto lontano da dove sto io (quindi niente possibilità di cambio d'abito nel caso), ho scarpinato tutta mattina boccheggiando per il caldo. Prima di tornare a casa sono andata a fare la spesa e sono tornata a casa solo nel tardo pomeriggio. Coi vestiti zuppi (perché non impedisce la traspirazione!) ma senza la minima traccia di cattivi odori. Stentavo io stessa a crederci.
Esperienza completamente positiva dunque.
Il fatto che sia senza profumo lo rende unisex. 
Fatelo provare anche al vostro fidanzato/marito/fratello specie se come il mio non ama sentire l'odore del deodorante addosso e  indossa scarpe anti infortunistiche anche con temperature infernali. Vi ringrazierà.
Se poi come me adorate invece sentire sulla pelle una profumazione, potete usare tranquillamente la vostra acqua profumata preferita (io invece che inumidire la mano con acqua ho usato l'idrolato di lavanda).
Queste mie prime impressioni terminano qui. Mi scuso per aver preso le fotografie del prodotto di Paola ma non ho pensato di fotografare il sample pieno ed ora... non c'è più nulla da fotografare (sono una blogger inetta, lo so, lo so)
Voi l'avete provato? Vi ha convinto?