martedì 27 gennaio 2015

Latte e Luna, crema viso leggera

Quest'oggi vi parlerò di una crema particolare di un brand che sta spopolando nel mondo del bio.
Vi parlerò di Latte e Luna e della loro crema viso leggera, illuminante e anti age.

Latte e luna è un brand piuttosto recente ma che ha già conquistato un po' tutti. Quest'oggi - tanto per cambiare - io andrò contro corrente. Ma partiamo dal principio.

La particolarità del brand è che ha avuto l'idea di proporre sul mercato prodotti anidri, cioè privi di acqua. Dal loro sito:
[...]I cosmetici Latte & Luna non contengono l'acqua.
E poi c’è una semplice considerazione: in un cosmetico tradizionale, in cui troviamo la presenza dell’acqua in percentuali che vanno dal 70% al 95%, la percentuale relegata agli attivi è intuitivamente imputabile sotto l’1% e questo ci fa ben intendere quanto debba essere aggressivo per avere una qualche efficacia. Sono i prodotti anidri, a differenza di quelli a base d’acqua, vanno applicati in piccolissime dosi (in genere fino a 10 volte in meno).[...]

Quando ho saputo di questa cosa avevo già deciso di non comprare nulla di questo brand.  La presenza di acqua, infatti, è indispensabile nei cosmetici se vogliamo delle emulsioni realmente idratanti: oli e burri usati tal quali sulla pelle, invece che idratare, finiscono, infatti, per seccare.
Poi un'amica che aveva comprato questa crema "leggera" e a cui non è assolutamente piaciuta, mi ha chiesto di provarla e mi ha dato il suo vasetto.

Ecco l'inci riportato in etichetta:
oryza sativa brain oli, prunus armeniaca kernel oil, cera alba, rosa moschata seed oil, tocoferolo,  parfum (linalool, hexyl cinnamal, limonene, geraniolo, coumarin, citronellol)


Ecco l'inci riportato sul sito:
olio di pula di riso, olio di nocciolo di albicocca, succo di aloe, cera d’api vergine, tocoferolo (vitE), glicerina vegetale, profumo: rosa e vaniglia.

Ecco io francamente non riesco a capire perché formulare una crema viso in questa maniera.
Prima osservazione: O_o' sono diversi! Perché sono diversi? In blu vedete le parti che non corrispondono.

Seconda osservazione: sul sito questa crema viene descritta così:
"Idratante, fresca e leggera, ricca di nutrimenti essenziali per prevenire l’invecchiamento precoce, grazie alla rosa mosqueta e all’olio di semi di albicocca e avocado, dall’assorbimento veloce, dona immediata lucentezza al viso"

Ora prendendo in considerazione l'inci riportato in etichetta l'olio di rosa mosqueta c'è, l'olio di semi di albicocca c'è, ma l'olio di avocado dov'è? Non è riportato neppure nel secondo inci (quello presente sul sito).
Ma a prescindente da questo, venendo alla parte della recensione d'uso... Idratante, fresca e leggera? Ma sono solo oli! Dove sono questi attivi di cui si parla? Qua ci sono solo oli, ok c'è quello di rosa masqueta che sempre un olio è, forse la glicerina (che è pur sempre un grasso), una cera e uno zic di tocoferolo (vitamina e) che serve anche a non far irrancidire il tutto.
Il top è sull'etichetta dove si parla di crema illuminate: ma nel senso che unge! Lucida terribilmente anche me che ho la pelle secca!
L'ho usata sul viso e sulle mani e il risultato è stato solo unto e basta e specie sulle mani, dopo, la pelle era più secca di prima. 

Oltretutto è venduta in un barattoli di 43 ml, non dissimile a tutte le altre creme non anidre, che vengono vendute in un vasetto da 50 o da 30 ml. Alla fine la quantità di prodotto che va a finire sul viso è esattamente la stessa, non se ne mette di meno: come si fa a spalmare un microzic di prodotto su tutto il viso? E d'altra parte anche loro non vendono creme in confezioni da 5 ml perché ne basta meno.

Ok detto questo non capisco il senso di formulare prodotti anidri (ma che poi magari contengono gel d'aloe! U___U'''). Io sono una grande fan degli oli e dei burri in genere, ne ho recensiti ed usati tanti, li uso per quando ho bisogno di qualcosa di più lenitivo, in caso di condizioni climatiche particolarmente avverse, per struccarmi o per farci un impacco per capelli, ma mai mi verrebbe in mente di spalmare sul viso tutte le mattine un burro o un olio tal quale o in combinazione con altro oli e burri.. 

Questi prodotti non fanno proprio per me... Qualcuna di voi li ha provati? Come vi ci siete trovate? 

27 commenti:

  1. io non li conosco e non li ho mai utilizzati ma effettivamente le tue considerazioni mi sembrano giustificate! >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono rimasta male anche per la cosa dell'inci diverso e della descrizione un po' buttata lì a caso. Boh!

      Elimina
  2. non li conosco... ma da quello che scrivi fa venire i brividi... inci diversi oli così a secco... un avocado inesistente... mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'inci diverso può essere una svista, può capitare. Ma pensare di mettere oli a secco sul viso tutte le mattine è assurdo! Ed io ho la pelle tendenzialmente secca...

      Elimina
    2. si beh,... ok... ma l'olio a secco da chi produce cosmesi... è una delle prime regole che mi hanno detto quando ho fatto il corso sai

      Elimina
    3. infatti l'assurdità è di far passare queste formule "rudimentali" per innovative. Poi per carità non dico che l'azienda in sé sia malvagia, o che i prodotti siano in toto da buttare, perché ho provato solo questa.

      Elimina
  3. Eccomi! Sono rimasta basita perché due blogger avevano visitato l'azienda e avevano avuto un'impressione positiva. Io non sono esperta di inci e formulazioni per cui questa cosa per cui l'acqua è essenziale non la sapevo. Se avessero prezzi più accessibili(per me) proverei comunque qualcosa giusto per vedere coi miei occhi e restare con la mia pelle, ma mi fido comunque del tuo parere, se dici che unge...io già ho pelle mista! E già con le creme bio normali ho problemi di lucidità a volte...effettivamente però mi chiedevo anche io come fosse possibile usare una puntina di crema per tutto il viso....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara, che bello averti qui :-)
      Guarda non metto in dubbio la serietà dell'azienda in sé, quello che mi lascia perplessa è la filosofia di creare prodotti anidri: parlano di principi attivi, ma in questa crema non ce n'è neppure uno, neppure liposolubile, e d'altro canto non mettendo acqua si perdono anche quelli idrosolubili (poi però da qualche parte schiaffano dentro il gel d'aloe...). Ecco è una filosofia che non mi piace e non mi pare abbia né capo né coda. Sui prezzi non mi esprimo non avendo comprato il vasetto di crema in prima persona, io ti dico che non ci avrei speso un euro. Per il resto: è un insieme di oli da mettere a secco sulla pelle, sarebbe strano non ungesse! Gli oli ungono c'è poco da fare, e per di più non idratano un tubo usati così!

      Elimina
    2. Dimenticavo: se si riuscisse a spalmare una quantità infinitesimale di prodotto su tutto il viso farebbero pot da 10 ml non da 40... Alla fine sul viso, anche di creme normali uno non ne mette un kg ma la quantità sufficiente perché sia coperta tutta l'area da trattare. Quindi finisce che di prodotto anidro o meno se ne usa la stessa quantità o poco meno...

      Elimina
  4. Questi prodotti li avevo visti da La Bottega Color Cannella a Ostia, ma benché apprezzassi moltissimo i vari packaging, scelsi di non prendere nulla. E la motivazione è presto detta: mi son sembrati eccessivamente grassi. Questo tuo post mi dà conferma che le loro formule non sono fatte per tutte le pelli. La mia non li apprezzerebbe, ho questo timore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se scegli di fare prodotti anidri, qualcosa nel vasetto dovrai pur mettere... è un passo buttarsi solo su oli e burri. e c'è poco da dire, mi sento anche un po' rincoglionita a dover dire che l'olio e il burro ungono... Ma poi gli attivi? L'olio di rosa mosqueta che fa benissimo alla pelle è da considerarsi un attivo? U_U

      Elimina
  5. neanche a me queste creme ispirano...troppo grasse...troppa cera...la mia pelle per quanto secca non li sopporterebbe.
    io da 3 anni uso creme eos,e mi ci trovo benissimo,sono molto ben formulate secondo me.ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di eos non ho mai provato nulla, vado a sbirciare sul loro sito...

      Elimina
  6. Personalmente odio queste cold cream, soprattutto quando contengono acqua pari a zero. È inammissibile di usare una crema così formulata sulla pelle. Se già ci fosse stata l'aloe allora si che la formula avrebbe funzionato. Ma così l'unico modo per usarla è applicarla sul viso bagnato. Fortuna che il mio interesse al brand si è limitato al packaging XD ahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ci fosse stata l'aloe però la filosofia del brand di creare formule anidre perché più concentrate sarebbe andata a gambe all'aria! (tra l'altro in alcuni prodotti hanno realmente inserito l'aloe, magari sono un meglio rispetto a questa)

      Elimina
  7. Ciao!! ho scoperto anch'io questa linea da poco e sono rimasta a dir poco inorridita... aldilà delle delle formulazioni che voglio dire, parlano da sole e dalla tua recensione ho avuto solo una conferma su quello che supponevo.. ma la cosa che mi ha lasciato a dir poco basita/sconcertata è l'incompetenza che traspare dalle interviste della titolare.Come sia riuscita ad aprire un laboratorio di cosmesi resta per me ancora un mistero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo di aver mai visto interviste alla titolare di questa azienda, dunque non la conosco e non mi sento di darle dell'incompetente. Anzi! Come ho già spiegato la filosofia del brand non mi piace perché fa passare queste formule molto basic per innovative, con prodotti dal packaging accattivante e dal sapore poetico. Però chissà com'è che tutta la rete parla di loro, qualche merito lo avrà certamente anche lei, se non altro come imprenditrice se non come formulatrice (che poi io ho provato solo questo prodotto, magari altri sono formulati meglio...)

      Elimina
  8. Ciao!
    Inizialmente ero attratta da questo brand, un po' per il packaging che trovo effettivamente molto carino, un po' perchè si proponeva in maniera diciamo "innovativa" (la faccenda dell'acqua) e mi incuriosiva. Poi però con il tempo e riflettendoci su, sono giunta alle tue stesse conclusioni, e non lo acquisterei. Questa crema viene addirittura indicata leggera e per pelle mista, ora che ci abbiano messo dentro degli olii leggeri e che abbiano voluto appunto proporla come leggera, ci può anche stare, ma come ben dici, è improponibile pensare per una pelle mista di spalmarsi ogni giorno una crema composta solo da olii, senza avere delle conseguenze sul lungo periodo. La mia pelle mi prenderebbe a bastonate.
    Poi trovo anche i prezzi spropositati rispetto agli inci e al contenuto. Per carità, ci può stare che un brand ancora relativamente piccolo non si possa permettere proprio dei prezzi low cost, però qui parliamo di una fascia di prezzo ormai alta, e a mio parere, ingiustificata. Tipo ho notato che alcune formulazioni sono così semplici che potrebbero anche essere spignattate a casa, a prezzi molto più irrisori... Nel futuro starò molto più attenta a non farmi incantare solo dal packaging e dalle belle parole :)

    RispondiElimina
  9. considerazioni sull'elenco degli ingredienti differente sulle varie fonti a parte (che effettivamente non mi spiego), sto usando varie referenze di questo brand da qualche tempo, essendo una grande estimatrice dei burri e degli oli, che trovo ben più performanti e dermoaffini rispetto alla stragrande maggioranza delle creme in commercio, bio e non. sì, sono una di quelle persone capace di spalmarsi burro di karité puro su tutto il corpo, unghie e capelli compresi, anche ad agosto. idem vale per gli oli ed i balsami (o unguenti che dir si voglia) vegetali. oleoliti? mettiamoci pure loro xD
    ebbene, se usati così "a secco" lo sa anche mia figlia che non fanno certamente bene. bisogna riaggiungere l'acqua che manca in formulazione per riuscire a godere dei benefici :) vanno usati su cute umida, sempre. sempre. e sempre. ed è così che si ha anche un "risparmio" nella quantità utilizzata per ogni applicazione. la fase grassa, incontrando l'acqua, si emulsiona, riuscendo a distribuirsi facilmente sulla pelle e risultando ben veicolata dal liquido. può essere acqua, può essere un tonico o un idrolato, basta che venga usato.
    questo vale per i burri e per gli oli, che diventano perfetti perfino sulle pelli grasse e acneiche (in primis karité e argan).
    poi ci possono essere anche casi in cui un prodotto non si sposa bene con un certo tipo di pelle, ma è una cosa che può accadere con qualsiasi tipo di crema, anche con quelle tradizionali (mai successo? a me sì).
    il brand propone varie tipologie di prodotti e non trovo obbiettivo bocciare un'intera azienda in questo modo.
    anche perché effettivamente basta provare a bagnare la pelle.... a volte è il metodo di applicazione che non fa funzionare il tutto a dovere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary, che piacere avere qui anche te!
      Non so se segui questo blog, ma ti assicuro che non sono una neofita, ma sono una vera cultrice di oli e burri e oleoliti: li uso da sempre per corpo, capelli e unghie, per gli impacchi (sulla chioma) o dopo la doccia, o per particolari esigenze (anche derivanti da condizioni climatiche). Sul viso sinceramente no, a meno di non struccarmici o di avere un qualche problema localizzato. Ho la pelle secca, ma l'utilizzo di questa crema leggera non mi ha aiutato se non a seccare ulteriormente. La mia routine (mi vedo costretta a specificarlo dato che metti in dubbio che sia io a non saper utilizzare queste formule innovative...) comprende detersione del viso - tonico - crema (o detersione - tonico - siero - crema nel caso di creme diverse da questa) quindi va da sé che il viso al momento dell'applicazione è ancora umido dell'idrolato di lavanda che applico con le mani (non lo vaporizzo nemmeno, quindi ne uso pure di più!). Ma se lo zic di prodotto che ci spalmo sopra è olio netto e schietto non si emulsiona un tubo (altrimenti non occorrerebbero mai emulsionanti nelle creme) ma me lo risputa fuori dopo poco tempo.
      Poi capita di trovarsi bene o male con un prodotto anche non anidro (e di nuovo sul blog ne ho dato conto in questi anni di esperimenti e tentativi) ma quello che non mi piace di questo brand è proprio la filosofia, l'ho detto chiaramente.
      Si creano prodotti anidri dicendo che sono più concentrati e con più attivi, ma se ci volesse meno prodotto i vasetti non sarebbero equiparabili ai vasetti delle creme non anidre (oltretutto gli oli tendono ad irrancidire...). Per quel che riguarda gli attivi, in questa crema leggera quali sono? l'olio di rosa mosqueta? U_U'
      per non parlare del fatto che formulando senza acqua gli attivi idrosolubili si perdono completamente.
      Per concludere poi per un'azienda che si propone di formulare prodotti anidri, il gel d'aloe che ha una forte componente acquosa, che c'entra?
      Insomma a me sembra tutto abbastanza sconclusionato (a livello di "filosofia", poi a livello imprenditoriale i titolari sono dei veri assi).

      Elimina
  10. Ciao Marina, non era assolutamente mia intenzione insinuare che tu fossi una neofita, le mie considerazioni si riferivano in generale ai vari commenti, non a te in particolare :)
    parlerò in modo più approfondito della questione in un apposito post, non ti ruberò altro spazio ;)
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma neofita non è mica un insulto! ;-)
      Era per dire che maneggio sostanze simili da tanto tempo, tutto qui.
      Aspetto il tuo post dunque (anche se qui non rubi lo spazio a nessuno!!)

      Elimina
  11. Non ho provato nulla del brand proprio per le formulazioni ricche. Personalmente neppure io amo i cosmetici per il viso pieni di oli. Preferisco utilizzare una goccia di olio di argan puro nei casi estremi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica! :-) si tipo per il freddo glaciale che si dice dovrebbe arrivare ;-)

      Elimina