giovedì 12 febbraio 2015

(non)TAG top 5 everyday lipsticks

Sono giorni e giorni che vedo fra le pagine facebook e sui vari blog un fiorire di status/post sui top 5 everyday lipsticks. L'idea è carina ed è stata pensata da Stefania e Giulia (Nude Powder e il mondo di Ciulla) che ne hanno scritto qui e qui.
Secondo me la cosa si presta parecchio all'idea del tag (ma va?) ma non lo èo per lo meno non è nato per esserlo, ma poi lo è diventatoed e ora è virale XD. Avevo qualche dubbio sul fatto di poter dire la mia in proposito usando un'idea altrui ed ero in dubbio se potessi partecipare ad un (non)tag senza essere stata taggata... Ma Misato mi ha rassicurato: non passerò da maleducata impicciona, quindi spero che Stefania e Giulia che mi perdonino se prendo spunto dai loro post, senza essere stata citata da nessuno, per scriverne uno mio.
Di cosa si tratta in breve? Di mostrare i cinque rossetti più usati quotidianamente, quando siamo di corsa o quando non abbiamo voglia di pensarci su.

Dopo aver letto i loro post mi sono messa a pensare quali rossetti uso più spesso. Dopo aver letto il post di Misato sull'argomento, invece, ho pensato a cosa volesse dire, per me, avere un look da tutti i giorni. Sinceramente non ci avevo mai pensato, sia perché in genere vado secondo l'estro del momento, sia perché di solito non indosso cose troppo "vistose".
Però, però però... Io non trucco spesso gli occhi (per lo meno non con qualcosa che vada al di là di una riga di eyeliner o una matita nella rima inferiore), quindi un po' di blush e un minimo di colore sulle labbra mi servono, se non altro per sembrare viva.


Dunque qual è il mio rossetto "da tutti i giorni"?

Deve avere più di una caratteristica:
- non deve richiedere particolari cure. Non sempre durante la giornata riesco a "monitorare" la situazione: se un rossetto rischia di infilarsi nelle pieghe del contorno labbra o rischia di svanire in modo non omogeneo, per quanto possa essere bello, per me è scartato.
- specie se ho incombenze particolari, non deve essere un colore troppo particolare, e assolutamente non fluo. Per il tempo libero colori particolari mi piacciono moltissimo, ma in un ambiente formale (purtroppo) si esige un minimo di "omologazione" (che brutta parola) da cui non posso esimermi.
- devo sapere come si comporterà: deve essere qualcosa di testato e che può succedere che sbavi un minimo, ma senza creare troppi danni che non siano rimediabili con un fazzolettino.

Poi c'è il giorno in cui so di non dover fare niente di particolare e dunque col fucsia fluo anti IP posso andarci anche al supermercato alle 8 del mattino, oppure c'è il giorno in cui ho le labbra particolarmente screpolate e dunque più in là di un burro cacao non posso andare, ma questo è un altro discorso.

Dopo un'analisi di quello che comprende il mio stash sono arrivata a selezionare i miei cinque rossetti; ma prima di vedere quali sono vorrei mostrarvi un rossetto che ho scartato, che ho comprato un sacco di tempo fa quando non pensavo di poter mettere del colore vero sulle labbra senza sembrare ridicola: si tratta di pink honey di Benecos. Appena preso era uno dei miei rossetti preferiti, insieme a dei nude frost che ora reputo imbarazzanti e col tempo ho  imparato a detestarlo amabilmente. E' un nude rosato glossato, diverso dal colore delle mie labbra che tendono più al malva e io lo vedo caldo. Ha la consistenza di un burro cacao colorato morbidissimo e alla fine sulle labbra si percepisce a male pena. Non dura molto (anche meno) ma se svanisce non lascia danni evidenti. Aiuta, infine, a mantenere le labbra idratate.
Questo è stato il punto di partenza - chiamiamolo così - che mi ha portato a voler capire cosa poteva valorizzarmi meglio (e ci doveva essere per forza qualcos'altro!) e, infine, alla scelta dei cinque che finalmente passo a farvi vedere:

- Benecos - pink rose. Preso di recente ed è un altro rossetto / burro cacao colorato, però questo almeno è infinitamente più nelle mie corde rispetto al precedente. Lo amo. E' un bellissimo rosa che tende al malva, su di me è praticamente un nude (enfatizza il colore delle mie labbra senza modificarlo eccessivamente ma non sono sicura sia un MLBB, devo studiarlo meglio) che però dà quel tocco di colore discreto che mi fa sentire a posto. Non dura molto ma posso riapplicarlo tutte le volte che voglio senza l'ausilio di pennelli o specchi o luci particolari.

- Essence n. 09 - wear berries. Rosa freddo con parecchio blu all'interno (non arrivo a chiamarlo viola/purple sbaglio?). Non ha una durata eccelsa ma è un colore che mi piace parecchio. Mi pare anche abbia un inci accettabile.

- Wet n' wild megalast in mauve outta here. Anche questo è un bel rosa malva freddo e a differenza degli altri sin qui menzionati è un semi matte (mentre gli altri hanno una luminosità molto evidente). Anche questo l'ho preso di recente ma è stato uno dei rossetti che ho indossato di più: dà un tocco semplice, poco impegnativo, ma con una punta di colore veramente molto graziosa. Apprezzo molto che abbia una texture molto coprente e che sia a lunga durata (a differenza dei precedenti).

- Mac -captive. Questo è il colore più intenso che ho inserito in questi cinque e indovinate un po? Tende al malva/viola/prugna, Ma va? Ormai ce l'ho da tempo sufficiente per sapere che anche se è un satin non mi "lascia a piedi": nel corso della giornata, SE svanisce (e ce ne vuole perché sparisca!), lo fa in modo omogeneo.

- Rimmel finish lipstick by kate moss n. 05 (black packaging - cremoso) E' un bel rosa ciclamino che mi pare neutro. L'inci non è malvagio ed è rossetto confortevole.


 immagini più sature

immagini meno sature

10 commenti:

  1. Il rossettino Essence è davvero carino *_*

    RispondiElimina
  2. Pink rose sembra essere il must have dell'anno di tutte noi! :D Anche le altre scelte non mi dispiacciono e ho lasciato il cuore su Captive ... mi sa che a breve sarà mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sisì, che poi non è certo nuovo nel catalogo di benecos... XD

      Elimina
  3. in soldoni ti ispirano i berryosi che vanno nel viola, in primis. lol XD
    Captive prima o poi lo prendo in back to MAC.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono monotona, hai notato anche tu? XD Per un look "da giorno" inteso come look più da lavoro nel mio caso, penso che questi siano i toni che mi stiano meglio. Non sono troppo chiari da rendermi smorta, ma nemmeno troppo impegnativi da portare o gestire nell'arco della giornata. Poi magari ho sbagliato tutto e mi stanno di merda. Mi ci vorrebbe un'annalisa-makeuppleasure tascabile a consigliarmi la mattina ;-)

      Elimina
  4. Non ho mai provato nessuno di questi rossetti, ma mi rispecchio nei tuoi gusti! Ho un paio di rossetti Wet&wild che non mi fanno impazzire: se ne vanno in giro per mezza faccia senza il mio permesso! :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli altri non li ho ancora testati come si deve, ma questo wnw sta fermo lì dove lo metto e dura parecchio. Una volta mi ha fatto dal pomeriggio fino alle due o tre del mattino ed era perfetto (e in mezzo ho bevuto e cenato con una pizza, insomma una roba un po' grassa che tende a far dissolvere qualunque cosa)

      Elimina
  5. Sono davvero felice che il mio amico Captive abbia trovato una superba e splendida IP che lo usa come si deve <3 Bellissimi rossetti Marina! Non ho mai avuto il piacere di provare questi benecos, ma tutte ne parlate così bene che mi è venuta proprio la voglia di comprarne uno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Superba e splendida inzZZzZomma, volano parole grosse XD Di Captive, devo ammettere di non averne ancora capito il colore fino infondo però mi piace parecchio come resa sulle mie labbra :-D
      I benecos sono superconfortevoli ma non ti aspettare prestazioni da Mac, sono più che altro burrocacao colorati. Il pink rose è bellissimo, ma il pink honey ora come ora lo considero un po' la morte fatta rossetto (per via del colore! Eppure appena preso lo usavo con soddisfazione...)

      Elimina