lunedì 7 dicembre 2015

Una doccia veloce.

Cosa c'è di meglio che tornare a casa, dopo una lunga giornata fredda e stressante, e mettersi sotto il getto bollente della doccia che porta via freddo, stanchezza e rilassa i muscoli? 
La doccia calda è uno di quei piaceri della vita irrinunciabili.


La temperatura dell'acqua fa molto, ma anche i prodotti che usiamo aiutano a distendere le tensioni accumulate durante la giornata.
Quello che vi suggerisco in questo post sono piccoli accorgimenti per rendere più piacevole anche una doccia veloce prima di cena o prima di andare a dormire.
Innanzitutto chiudete fuori dalla porta preoccupazioni e problemi che avete affrontato durante la giornata, questi 15 minuti sono solo per voi.
Poi per aiutarvi nel rilassamento vi consiglio un prodotto piccolissimo, semplicissimo da fare ma poco costoso se non avete voglia di farvelo in casa. 
Sto parlando dei fiori da bagno frizzanti, profumati con i fiori di bach. Ne esistono di molte marche, ma io ho ancora uno di questi fiori, superstite di un paio di vecchi ordini fatti dal il giardino di Arianna. Sono dei fiori composti da polveri compresse, frizzanti (bicarbonato + acido citrico + fiori di bach) che si possono usare sia nella vasca da bagno, sia nel piatto della doccia. 
Il contatto con l'acqua li fa frizzare e così si sprigiona l'essenza di fiori di bach in essi contenuta. 

Se uso questi fiori mi piace usare un bagno schiuma non profumato, per non coprire l'essenza dei fiori di bach che sale dal piatto della doccia.
In questo momento nella mia doccia c'è il doccia schiuma cocco e karité di greenatural di green project. A dispetto del nome, questo prodotto non contiene estratti o olio di cocco (per cui non ne ha l'odore caratteristico), né burro di karité, ma credo solo tensioattivi derivati dai suddetti.
Non ha praticamente profumazione se non una molto lieve e neutra. E' abbastanza delicato ma da questo punto di vista però ho provato di meglio, perché seppur leggermente la mia pelle tende a tirare dopo l'uso. Lava bene, ma non fa molta schiuma. Io lo uso con una spugna perché è anche piuttosto liquido e rischierei di usarne più del necessario senza l'ausilio di essa.

Come shampoo uso quello riparatore di Bioturm. Come sapete ho provato ben cinque di questi shampoo bioturm, presi tutti insieme da PH Naturale e mi sono piaciuti parecchio: fanno tanta schiuma morbida e lavano bene senza aggredire il cuoio capelluto. Già questo basterebbe. L'aspetto che non mi aspettavo e che mi è piaciuto tantissimo è che districano e condizionano i capelli come non mai: non serve il balsamo e infatti nella doccia non ce l'ho! Questo in particolare non ha neppure l'alcohol nell'inci, che per essere uno shampoo tedesco è un evento.
Hanno un rapporto qualità prezzo particolarmente vantaggioso, e sappiamo quanto nell'ecobio sia difficile trovare prodotti performanti a basso costo. Se siete in cerca di uno shampoo ecobio, io darei loro una chance, per poco più di quattro euro, secondo me ve vale la pena!

Una volta uscite dalla doccia servirebbe un massaggio con una crema corpo. Ma prima di cena o subito prima di andare a dormire non ho tanta voglia di massaggiare così opto spesso per un olio corpo: applicato a pelle bagnata idrata in poco tempo. Al momento sto usando questo di oleandra che ho perso il conto degli anni che ha (credo tre!), eppure non è irrancidito, anzi è identico a quando l'ho aperto. Ormai lo uso un po' per tutto, anche per struccarmi. Contiene olio di vinaccioli ricco di vitamina e, dunque un toccasana per le pelli secche come la mia.

Spero di avervi dato, con questo post, qualche piccolo spunto per ritagliarvi un quarto d'ora di pace nel corso della giornata. Al prossimo post.

Nessun commento:

Posta un commento