lunedì 12 settembre 2016

Skin care routine viso con review

Vi parlo della mia skin routine viso del periodo.
Come vi dicevo nel precedente post, ho avuto dei problemi di pelle che grazie a molta cura e attenzione e ai prodotti giusti si stanno pian piano risolvendo.
Sono arrivata a questa routine passo passo, provando e sostituendo prodotti, fino a che ho trovato la combinazione migliore per me.

OGNI 15 GIORNI

Alterno uno scrub viso (nel caso di specie ho quasi terminato lo scrub all'argilla della linea il mare addosso di volga cosmetici) alla maschera all'argilla rosa di cattier.
In genere applico lo scrub a viso umido e scrubbo delicatamente nelle zone in cui ho / avevo problemi di ispessimento e imperfezioni cioè guance, mento e ai lati del naso. Risciacquo abbondantemente con acqua.
Per quel che riguarda la maschera invece, la applico e la lascio in posa fino a quando non si è completamente seccata, poi la rimuovo con la konjac sponge a forma di cuore. Questa spugnetta è davvero formidabile, è una carezza sul viso.
Della maschera vi avevo già parlato qui e non posso che confermare quanto già detto all'epoca (e notare come i problemi di pelle siano ciclici e si ripresentino nel tempo); anche per quel che riguarda la spugnetta ho accennato qualcosa qui mentre dello scrub vi parlo per la prima volta.
Innanzitutto dovrei ridefinire lo scrub il mare addosso di Volga cosmetici più come una pasta lavante a base di sale marino e di olii che serve proprio a detergere il viso o il corpo con una quantità di tensioattivi molto inferiore rispetto ai tradizionali detergenti. Il prodotto, dunque, non è schiumogeno, ma grazie al sale che si scioglie a contatto con l'acqua, esfolia delicatamente la pelle, senza seccarla e senza aggredirla. Benché nel prodotto siano presenti degli oli come quello di mandorle ("tradizionalmente" considerato comedogenico), argan, oliva etc... alla fine del trattamento la pelle non rimane unta per nulla. Per intenderci non è uno scrub ricco e nutriente come può esserlo quello de il calderone di Gaia, ma è più "secco".
Lascia la pelle veramente levigata e liscia e per questo lo adoro!
Per quel che riguarda la konjac sponge... Devo dire di essermene innamorata. Me l'aveva mandata Laura di Cuccioli d'Uomo a Natale scorso e provando e riprovando, cambiando skin routine e sostituendo i vari prodotti, sono arrivata ad usare anche lei con costanza. Lo scopo è quello di esfoliare quotidianamente la pelle in modo ultradelicato e in effetti il massaggio è una carezza e non è mai aggressivo. Si può usare con o senza detergente (ho letto che già di suo dovrebbe avere delle proprietà antibatteriche) ma io la uso principalmente con l'ausilio di una crema detergente la mattina (di cui avete già sentito parlare qui) e con il detergente al bamboo di Alkemilla la sera, quando devo struccarmi.

QUOTIDIANAMENTE

Al mattino lavo il viso con la crema detergente viso natyr bio che ho già recensito e la konjac se ne sento la necessità. In vece del tonico uso un idrolato di lavanda e successivamente applico, prima il siero purificante di Biofficina Toscana di cui avete sentito parlare qui, ottimo per questa stagione e dopo qualche minuto la crema viso protettiva di Naturaequa.

La sera, invece, quando devo togliere dal viso trucco, sudore, smog etc... preferisco usare il detergente delicato di Alkemilla al bamboo che lava benissimo, fa schiuma e non secca la pelle, con o senza konjac sponge. Se ho gli occhi molto truccati, come metodo struccante preferisco quello a secco, cioè massaggiando il detergente direttamente sul viso asciutto, per poi lavare via il tutto. E' un metodo efficace e i tensioattivi rimangono sulla pelle veramente pochi secondi. Preferisco questo allo strofinare con i dischetti sugli occhi dato che ho le palpebre sensibili.
A seguire idrolato di lavanda e crema naturaequa, saltando la fase del siero.

Con questi accorgimenti sono riuscita a far rientrare l'emergenza dei rossori e delle imperfezioni sul viso. Avevo ottenuto ottimi risultati anche con i prodotti fitocose (il ruscogel è l'amore!) ma sono un po' più difficili da reperire.
Abbiamo qualche prodotto in comune?

NB: nel tempo in cui ho finito di scrivere questo post ho terminato sia il detergente al bamboo di Alkemilla che la crema detergente Natyr,avete consigli su cosa potrei comprare?

2 commenti:

  1. La Konjac Sponge è una mia amica insostituibile da anni. Ne ho sempre una di scorta perché non posso restare senza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so perché ho aspettato tanto ad usarla! Ora non ne potrei più fare a meno!

      Elimina