lunedì 27 marzo 2017

Prodotti finiti #5: si parla di shampoo! (che novità...)


Continua il tentativo di svuotare la mia borsina di cotone piena di prodotti finiti anche se... Più la svuoto, più si riempie :-)
Oggi parliamo di questi quattro shampoo, ci sono dei preferitissimi fra loro! Ricordo che io soffro di alopecia e ho i capelli sottili sottili, tendono ad ingrassarsi sulla cute ma sono secchi e crespi sulle lunghezze (pur portandoli corti).

Partiamo da Lara di Sezione Aurea Cosmetics: sin da quando l'avevo comprato all'uscita mi sono resa conto quasi subito che questo shampoo (insieme a Giuliana) è uno dei pezzi forte dell'intera linea, che nel frattempo si è evoluta e ha aggiunto tanti nuovi prodotti. Se non avete mai provato niente di sezione aurea e siete curiosi io vi consiglio di provare questo shampoo. Ne ho già parlato altre volte ma ribadisco che Lara è uno shampoo alla cheratina che promette di rinforzare migliorare la struttura dei capelli e adatto a capelli secchi. E' molto shampoo delicato e contiene anche olio di lino per nutrire i capelli. 
Ha un buon effetto condizionante (più di un qualsiasi shampoo da supermercato per intenderci) e un discreto effetto anticrespo. Mi è capitato di usarlo anche senza l'ausilio del balsamo e i capelli erano comunque pettinabili, morbidi e condizionati. Anche se adatto ai capelli secchi, non appesantisce minimamente. Veramente un ottimo prodotto.

Lo shampoo al cedro e finocchio di Alkemilla invece, non mi è piaciuto granché. Ho faticato a finirlo ed è rimasto sul fondo del cassetto dei prodotti perché proprio non lo usavo volentieri. Questo flacone quindi è molto vecchio e non se se nel frattempo gli amici di Alkemilla abbiano cambiato formulazione (come per i balsami). Questo shampoo, durante il lavaggio, non aveva alcun potere districante sui miei capelli (non certo lunghi!), faceva schiuma ma al risciacquo sembrava che non venisse mai via completamente, cosa che mi ha veramente infastidita in diverse occasioni. In più mi seccava terribilmente i capelli. Prossimamente credo che comprerò un altro shampoo di Alkemilla (magari non questo cedro e finocchio) perché ho letto un sacco di recensioni positive e non posso credere di essere l'unica ad essermi trovata male. Lo abbinerò sicuramente al balsamo arancio dolce e limone di cui ho sentito meraviglie.

Continuiamo con un Syd di Agronauti Cosmetics. Questo è sicuramente un preferitissimo .-) E' uno shampoo per lavaggi frequenti dalla consistenza "gellosa" con un profumo buonissimo di limone, molto delicato ma persistente. Fa schiuma, anche se non tantissima. Mi rendo conto che per chi non sia abituato all'ecobio può essere strano non avere un mare di schiuma, ma lo shampoo è comunque performante e lavante, credo sia solo questione di abitudine. La caratteristiche che più mi è piaciuta è che non è uno shampoo purificante, pur essendo "antismog". Non sgrassa eccessivamente i capelli. non li ingarbuglia, non li secca nemmeno un po', non dà fastidio alla cute, che viene detersa dolcemente ma efficacemente. I capelli all'asciugatura si presentano puliti e leggeri. L'ho trovato un prodotto fantastico, il "vero" shampoo per lavaggi frequenti, delicato ma efficace. Promosso dunque.

Ultimo prodotto per oggi è lo shampoo per capelli secchi di Ekos personal care. Di questa linea di prodotti by PierPaoli Ecobio ho provato praticamente tutto, tra shampoo e detergenti, non rimanendo mai delusa. Certo non sono ricchi di attivi mirabolanti, sono piuttosto liquidi ma sono certificati ICEA, low cost e performanti... Insomma sono "onesti", cosa desiderare di più? 
Questo shampoo ricalca un po' gli altri della linea: non fa tantissima schiuma ma lava bene, ha un potere districante e condizionante discreto: anche se devo usare un balsamo dopo i capelli non risultano annodati come mi capita con gli shampoo da supermercato. Onesto, anche se mi erano piaciuti di più i fratelli (con quello all'avena per esempio, ho avuto la sensazione che i capelli durassero puliti un filo di più). 

Avete provato qualcosa fra questi prodotti?

domenica 19 marzo 2017

GIVEAWAY #coppersugargliderinwonderland

GIVEAWAY

Se seguite la pagina, saprete che un po' di tempo fa ho rimesso ordine nel mio beauty (e non solo) e ho fatto un po' di decluttering. Nell'occasione ho realizzato di avere molti, anzi moltissimi prodotti tra cui moltissimi campioncini frutto dei vari ordini, una matita purobio color lilla acquistata probabilmente poco prima della mia analisi armocromatica (e mai utilizzata) e un doppione di un kajal nero glitterato di neobio (me ne avevano regalate due in due ordini diversi) ecc... ecc... 
Ho messo via il tutto per regalarlo ed ecco arrivata l'occasione (il mio compleanno xD )

Non voglio assolutamente fare il solito give-lotteria, con sorteggio casuale e dato che mi erano piaciute tanto le modalità dell'ultimo giveaway di LauBeauty, questo sarà sulla falsariga di quello: deciderò io il vincitore.

Regole:

1) è tutto molto (molto) gradito :-) (condivisioni o repost di questa iniziativa su instagram, facebook o sul vostro blog, un unisciti a questo blog, un like su FB o IG, commenti ed interazioni varie ed eventuali per farmi capire che ci siete e seguite) ma non c'è nulla di obbligatorio. 

2) scattare una foto ispirata ad Alice nel paese delle meraviglie e scrivere una didascalia che faccia sognare un po' anche me. Uno dei premi riguarda proprio Alice (ringraziate Vagamente Retrò per la scelta del tema). Liberate la fantasia!

3) il tag da aggiungere alla foto per partecipare è #coppersugargliderinwonderland 
Mi raccomando altrimenti non vi troverò!

4) avere un indirizzo italiano a cui spedire.

Avete un mese intero: il give scadrà il 19 aprile a mezzanotte.

Adesso la parte più bella: i premi.


  1. Astuccio in cotone bio realizzato da Vagamente Retrò a tema Alice nel paese delle meraviglie.
  2. una tisana in busta da lettera alla pesca
  3. un kajal nero glitterato neobio
  4. una matita lilla purobio
  5. campioncini vari.
Questo è tutto. Non vedo l'ora di vedere tutte le vostre foto :-) 

mercoledì 15 marzo 2017

Prodotti finiti #4


C'è da dire  - e questa è una excusatio non petita... - che è vero che compro molto, ma consumo altrettanto. Ho una shopper di cotone strastrapiena di prodotti finiti da mostrarvi.
Dato che si deve pur cominciare da qualche parte, iniziamo a parlare di questi quattro detergenti.

- detergente intimo In's Bio: non l'ho ancora recensito a dovere e lo faccio qui. L'ho trovato molto schiumoso al contrario degli altri detergenti della linea che sono praticamente liquidini e fanno poca schiuma. A me tutto sommato non è dispiaciuto anche se non credo lo ricomprerò. Intendiamoci, lava bene e per la mia pelle è sufficientemente delicato. Come conservanti ci sono il potassio sorbato e il sodio benzoato che nei soggetti predisposti potrebbero dare problemi. Costa meno di 2 euro ed è ecobio, ma con 60 cent in più prendo il detergente intimo della linea gabbiano esselunga che è uno dei miei preferiti. Da provare se non avete ipersensibilità verso quei conservanti.

- sapone liquido vivi verde coop: costa poco, è ecobio ma non mi è piaciuto. A parte la sgradevole sensazione di non sciacquarsi mai via completamente, non lo trovo tanto delicato (come del resto molto prodotti della stessa linea). Mi secca la pelle delle mani, me la fa tirare! Dopo ogni utilizzo ero costretta ad applicare una crema idratante. L'ho finito usandolo come bagnoschiuma e non ho intenzione di ricomprarlo. L'inci non è malvagio però... 
Ma nell'ultima parte dell'inci vedo bene? C'è scritto mandelic acid? Ma l'acido mandelico non è usato nei peeling? Me lo hanno proposto per schiarire le macchie della pelle... O_o' 

- bagnodoccia biologico in's: assomiglia molto a suo cugino sapone liquido che mi era piaciuto parecchio. E' certificato ICEA e costa pochissimo. L'unico difetto è che essendo veramente molto liquido se ne spreca inevitabilmente un po', per il resto ha un profumo lieve e piacevole, lava bene ma senza seccare la pelle che dopo rimane morbida e non tira. Da tenere in considerazione anche se è un prodotto basic per nulla sfizioso. 

- gel doccia rivitalizzante arancio e limone neobio: l'avevo comprato da Piacere Terra, ha un profumo fresco e  frizzante di agrumi che, secondo me, si apprezza più d'estate. E' un prodotto certificato Natrue. Il claim è veritiero: si presenta proprio come un gel. Io lo mettevo nella spugna per fargli generare schiuma. Di lavare lava, ma ha una formulazione piuttosto semplice (tensioattivi con un po' di aloe e glicerina) priva di attivi. Non aspettatevi niente di che quindi. E' vero che costa sui 4 euro ma forse un idratante in più avrebbero potuto metterlo. Senza infamia, senza lode. 

lunedì 13 marzo 2017

Haul Aroma zone

Il mio proposito di ban cosmetico è naufragato miseramente. Lo avrete capito sia da instagram che da facebook, ed ora ne darò riprova anche qui sul blog.
Vi mostro l'ultimo pacco arrivato, frutto di un ordine collettivo fatto con le ragazze di Passione Henné, il gruppo facebook di cui vi avevo già parlato.



Presa dalla febbre dell'henné, in cerca di nuove miscele da sperimentare, ho voluto comprare il brun grenat di cui ho sentito parlare benissimo. Si tratta di un mélange di ben 10 piante, studiato per essere coprente sui capelli bianchi, senza dover fare il doppio passaggio (ah! sollievo!). Dovrebbe donare riflessi color granato intenso sui capelli castani o bruni. 
L'inci: Lawsonia inermis, Isatidis tinctoria, Acacia catechu, Hibiscus rosa, Mallotus philippinensis, Coffea arabica, Camelia sinensis, Emblica officinalis, Acacia consinna, Eclipta alba powder.
La seconda erbetta ayurvedica (inedita per me) è il kachur sugandhi utilizzata per fortificare i capelli e stimolarne la crescita. Dovrebbe avere un potere volumizzante e donare lucentezza ai capelli sottili.
Il resto sono tutti attivi cosmetici + il conservante (cosgard).
Fitocheratina: non credo abbia bisogno di presentazioni: polvere di proteine ​​del grano idrolizzate, utile nella cura dei capelli. 
Pantenolo o provitamina b5: è un toccasana per i capelli (avete presente il pantène? Ecco da cosa ha preso il nome, voleva rimandare al pantenolo). E' un attivo cosmetico fortifficante capillare (e non solo).
Ceramidi vegetali: sono grandi amiche della pelle e utili per rafforzare e proteggere i fusti dei capelli.
Inulina: idratante e condizionante 
Polvere di miele: ricca di zuccheri e di sostanze nutritive è un attivo cosmetico idratante nutritivo. 
Tutti questi ingredienti mi serviranno per fare un semplice spray per capelli.
Anzi se avete una ricetta da condividere mi fate felice!

domenica 12 marzo 2017

Naturaverde Bio - Crema protettiva emolliente con ossido di zinco. La mia esperienza.

Se mi seguite sui vari social sapete che sto progressivamente diventando ipersensibile ai deodoranti da supermercato. 
Prima gli spray, poi i roll on, tutti mi irritano la pelle causandomi un fastidio pazzesco e un pari disagio. Ho deciso allora di acquistare dei deodoranti ecobio.
Già in passato avevo provato ad usare prodotti simili con scarsi risultati, quelli di vecchia generazione, infatti, non mi proteggevano affatto dai cattivi odori e la scelta obbligata è stata quella di ritornare ai prodotti da supermercato.
Dato la situazione ho deciso di riprovarci.
Solo che alla primissima applicazione di uno di questi è successo un completo disastro: probabilmente la pelle era ancora irritata dall'uso del precedente deodorante e non rendendomene conto ci ho spalmato sopra uno di questi deodoranti in crema e sono andata al lavoro.
La giornata è stata un incubo, ho avuto delle fitte lancinanti per tutto il giorno. Ho provveduto a lavare via tutto ma ormai la pelle era arrossatissima, dolente e gonfia! Avevo le ascelle gonfie! Mi sembrava di avere due palle da tennis sotto le braccia. Mai provata una cosa simile.
Certo non imputo questa reazione all'uso del deodorante naturale, è stata una mia esclusiva colpa averlo applicato con troppa leggerezza, senza aspettare che un banale principio di irritazione passasse.
Ormai il guaio era fatto e dunque, come porre rimedio?
Ho pensato ovviamente al rimedio principe per situazioni simili: l'ossido di zinco!
A farmacie ormai chiuse, sono andata all'Esselunga e ho comprato una crema per il cambio dei bambini: ho scelto quella che oltre ad avere un buon inci, avesse la più alta percentuale di ossido di zinco.

 


La naturaverde bio presenta come secondo ingrediente dopo l'acqua proprio l'ossido di zinco seguito da una serie di ingredienti lenitivi, come l'avena, la camomilla e il burro di karité.
E' certificata icea, ed era pure scontata, quindi 100 ml mi sono costati poco più di 3 euro (invece che 5,90).
Sono tornata a casa quasi ormai piangente (non scherzo!) ed ho subito applicato uno spesso strato di crema su entrambe le ascelle ed ho indossato una maglietta di cotone. Ha una consistenza bella densa, ma non pastosa, quindi non si fa fatica ad applicarla neppure su pelle irritata. Ha un leggerissimo profumo che si percepisce appena.



L'ho rimessa prima di andare a dormire.
La mattina dopo andava infinitamente meglio. Nessun gonfiore per fortuna e nessun arrossamento. La pelle era solo un po' dolente al tatto, ma la cosa si è risolta il giorno successivo.
Insomma tre o quattro applicazioni hanno risolto completamente ogni fastidio.
Mi rendo conto che per una recensione solo questa esperienza è un po' poco, però sono rimasta stupefatta, io pensavo di dover comprare una pomata in farmacia! 
Così ho voluto condividere queste prime positivissime impressioni con voi. 
Ora penso di utilizzarla post depilazione.
Voi la usate o l'avete usata? Vi siete trovati bene?